Appartenenti alla famiglia delle Leguminose, i fagiolini sono i baccelli ancora acerbi della pianta del fagiolo, sono quindi dei legumi, anche se spesso vengono erroneamente considerati degli ortaggi. Simili ai piselli, i fagiolini si raccolgono tra marzo e settembre e possono essere, a seconda delle varietà, verdi, gialli o viola, si presentano con una forma turgida e allungata e un gusto delicato che li rende anche molto versatili in cucina. Chiamati anche tegoline o cornetti, i fagiolini sono formati per lo più da acqua e questo li rende perfetti per chi segue un'alimentazione sana e equilibrata. Vediamo tutto quello che c'è da sapere su questi insoliti legumi con qualche consiglio per gustarli al meglio.

Proprietà dei fagiolini

La differenza principale tra i fagiolini e gli altri legumi è nell'apporto proteico e calorico, così basso da renderli molto più simili agli ortaggi a foglia verde che non a lenticchie, ceci o fagioli. La componente principale dei fagiolini è l'acqua (quasi il 90%) cosa che li rende diuretici oltre che leggeri (100 gr di fagiolini contengono appena 24 kcal).

Non mancano fibre e sali minerali (in particolare potassio, fosforo, ferro, silicio e calcio), vitamina A, acido folico (vitamina B9) e, in minima parte, vitamina C. Nei fagiolini troviamo inoltre una discreta presenza di antiossidanti come flavonoidi, luteina e beta-carotene, utili a contrastare l'azione dei radicali liberi e a prevenire l'invecchiamento.

Benefici

La composizione nutrizionale dei fagiolini spiega bene perché non dovrebbero mancare nella nostra alimentazione: i benefici che apportano al nostro corpo e alla nostra salute sono numerosi. Tra i più importanti ricordiamo:

  • Sono ottimi alleati dell'intestino: la presenza di fibre fa si che i fagiolini proteggano la mucosa del colon riequilibrando l'attività intestinale;
  • se consumati regolarmente, possono contrastare ritenzione idrica e cellulite grazie alla presenza di potassio e all'alto contenuto di acqua;
  • i fagiolini hanno un basso indice glicemico e un discreto potere saziante oltre che depurativo: per questo motivo sono consigliati a chi soffre di obesità o desidera perdere peso in modo naturale e equilibrato;
  • fanno bene alle ossa: abbiamo visto che i fagiolini contengono molti sali minerali tra cui calcio, magnesio e silicio, fondamentali per rafforzare ossa, unghia e capelli e proteggerci dall'insorgere di osteoporosi;
  • la presenza di antiossidanti permette ai fagiolini, se consumati regolarmente, di contrastare l'azione di radicali liberi e prevenire l'invecchiamento della pelle e dei tessuti;
  • I fagiolini sono consigliati anche alle donne in gravidanza per la presenza di acido folico (vitamina B9).

Usi in cucina

Ottimi non solo per preparare fresche insalate estive, i fagiolini, una volta puliti nel modo corretto, possono essere utilizzati in moltissime ricette. Se cercate un contorno, avete solo l'imbarazzo della scelta: fagiolini al pesto, perfetti per accompagnare un secondo di carne o pesce; al pomodoro se la leggerezza è quello che cercate in cucina e perfino gratinati se avete voglia di sperimentare e vi piacciono le note croccanti.

Se avete mai fatto un salto in Liguria, avrete sicuramente apprezzato il polpettone con fagiolini e patate, una ricetta vegetariana molto semplice da preparare e che conquisterà i vostri commensali.  Un rustico? Perché non una bella qhiche con fagiolini, formaggio e scamorza? Un piatto goloso che con pochi ingredienti è in grado di salvare la vostra cena.

Capitolo primi piatti: trenette al pesto con fagiolini per un piatto della tradizione o una sfiziosa pasta fredda con tonno e verdure, a voi la scelta. Pensavate che le conserve siano solo di melanzane o zucchine? Con la ricetta dei fagiolini sott'olio vi ricrederete e avrete sempre a disposizione in dispensa un antipasto genuino e ricco di sapore.