7 Novembre 2021 13:00

Cucina sostenibile: 5 idee per utilizzare le bucce delle arance, evitando di buttarle

Marmellate di bucce, liquori, arance candite con il cioccolato: ma anche deodoranti naturali per ambienti e sali aromatizzati. Sono tantissime le cose che potete realizzare con le scorze delle arance usate, evitando di buttarle e riducendo così gli sprechi: ecco alcune idee per imparare a usare le scorze delle arance in cucina e non solo.

A cura di Redazione Cucina
64
Immagine

Cucinare in maniera sostenibile è molto più semplice di quanto si pensi: già riducendo il volume della spazzatura e cercando di impiegare anche gli scarti dei prodotti possiamo fare molto. Con un pizzico di fantasia e buona volontà, in cucina tutto – o quasi – si può riciclare creando piatti e preparazioni originali. Oggi parliamo delle arance, frutta ricca di benefici importante per il nostro fisico, e soprattutto delle loro bucce: ecco come riutilizzare al meglio le scorze di arancia, riducendo gli sprechi in cucina, con 5 idee creative e originali.

1. Preparare le scorze candite

Immagine

Uno dei modi più originali e divertenti per riutilizzare le bucce di arancia, preparare le scorzette candite. Dolcetti sfiziosi e facili da preparare, tipici del periodo natalizio, ma che possono essere gustati durante tutto l'inverno e inseriti anche in crostate e torte golose: per prepararle vi serviranno solo tre ingredienti – arance, acqua e zucchero – e si conservano facilmente in contenitori di vetro. Per i più golosi, anche la versione siciliana con il cioccolato.

2. Liquore alle scorze

Immagine

Questo liquore all'arancia si prepara solo con le scorze: un metodo perfetto per riutilizzare la buccia degli agrumi che avete impiegato in dolci o torte. La ricetta è simile a quella del limoncello, ma viene realizzata sostituendo la scorza di limone con quella di arancia: la cosa importante è utilizzare arance biologiche e non trattate con prodotti chimici. Una ricetta facile e veloce: servirà solo un po' di pazienza per il tempo di riposo. Il risultato, però, sarà delizioso.

3. Fare la marmellata di bucce d’arancia

Immagine

La ricetta della marmellata d’arancia è amatissima, ma forse non sapete che potete riutilizzare le bucce delle arance usate per preparare un’ottima marmellata di scorze. Per realizzarla bastano le bucce delle arance biologicheacqua e zucchero di canna. Preparatela così: raccogliete le bucce delle arance, lavatele e asportate la parte bianca più interna (l’albedo), quindi fatele macerare in acqua per 3 giorni, cambiando l’acqua almeno 2 volte al giorno. Trascorsi i 3 giorni, fate bollire l’acqua con tutte le bucce per 15 minuti, prima di scolarle; passate il composto di bucce bollite nel frullatore o nel mixer, eliminando prima l'acqua in eccesso. Una volta ultimato il processo, inserite in una pentola le bucce frullate, lo zucchero con una proporzione 1:1 (100 grammi di zucchero per 100 grammi di bucce ) e acqua quanto basta per coprire il tutto. Accendete il fuoco e aspettate finché nella pentola non sarà evaporata tutta l’acqua. Infine, mettete nei barattoli sterilizzati la vostra marmellata di bucce di arance.

4. Preparare oli e acque aromatizzate

Immagine

Un altro modo intelligente per evitare di sprecare le bucce degli agrumi è usarle per aromatizzare l'acqua e qualsiasi liquido vogliate. Per aromatizzare l'acqua, che diventa una bevanda fresca e benefica da offrire agli ospiti, aggiungete le scorzette in un barattolo d'acqua e lasciate riposare in frigo per una notte. Per quanto riguarda l'aromatizzazione di olio, aceto e liquori, invece, mettete le bucce in una bottiglia o in un contenitore, sigillate bene e conservate in un luogo fresco e buio per una o due settimane.

5. Creare deodoranti per ambienti

Immagine

Le bucce di agrumi sono la soluzione migliore quando è finito il deodorante per ambienti. La ricetta richiede solo articoli ordinari, è semplice e il prodotto non è tossico! Tutto quello che dovete fare è essiccare le bucce usando un disidratatore o cuocendole in forno alla temperatura più bassa per almeno 20 minuti. Quindi, mettetele in un pentolino o una calza per rinfrescare velocemente l’ambiente ed eliminare eventuali odori.

64
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
64