ingredienti
  • Farina di semola rimacinata di grano duro 500 gr
  • Vino rosso 100 gr • 79 kcal
  • liquore all’anice 100 gr
  • Liquore Strega 100 gr
  • Olio extravergine d’oliva 100 gr • 29 kcal
  • Zucchero semolato 125 gr • 146 kcal
  • Chiodi di garofano q.b.
  • Cannella in polvere q.b.
  • Miele millefiori 500 gr
  • Olio di semi di arachide q.b. • 380 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

I crustoli sono dei dolcetti appartenenti alla tradizione calabrese che si preparano solitamente durante il periodo natalizio. Molto simili ai turdilli, per forma e cottura, se ne differenziano per l'utilizzo della farina di semola rimacinata e del vino rosso in sostituzione del vincotto. Una volta ottenuto l'impasto, si realizzano tanti piccoli gnocchetti e si friggono in olio bollente. Croccanti e al profumo di cannella, vengono infine ripassati nel miele e decorati con zuccherini colorati. Una bontà sfiziosa e irresistibile, perfetta da servire insieme al caffè a conclusione del pranzo di festa. Scoprite come farli seguendo passo passo la nostra ricetta.

Come preparare i Crustoli

Versate in un pentolino dal fondo spesso i due liquori e poi il vino (1).

Aggiungete l’olio extravergine d'oliva (2).

Unite lo zucchero (3), quindi mescolate per bene.

Profumate con la cannella (4) e i chiodi di garofano; mettete sul fuoco e fate cuocere finché lo zucchero non si sarà ben sciolto.

Filtrate il liquido ottenuto attraverso un colino, per eliminare ogni residuo di chiodi di garofano. Versatelo in una ciotola con la farina (5) e iniziate a mescolare con un cucchiaio di legno.

Appena il composto si sarà raffreddato, impastate con le mani fino a ottenere un panetto liscio e morbido (6).

Su un piano leggermente infarinato formate dei cordoncini (7).

Dividete la pasta in pezzettini lunghi circa due dita e poi passateli su un cestino di vimini, per dargli la classica rigatura (8). Friggete i crustoli in abbondante olio di semi ben caldo; quando saranno leggermente dorati, scolateli e fateli asciugare su carta assorbente da cucina.

Una volta cotti, ripassateli in padella con abbondante miele caldo (9).

Trasferite i crustoli in una ciotola o un piatto da portata e cospargeteli con gli zuccherini colorati. Lasciateli raffreddare e poi serviteli (10).

Consigli

Friggete i crustoli in olio di semi di arachide: inodore e con un punto di fumo piuttosto alto, è tra i migliori per questo genere di preparazione. Se preferite, potete optare per un extravergine di oliva, dal fruttato piuttosto leggero.

Per formare le rigature dei dolcetti, potete utilizzare l'apposito rigagnocchi oppure, qualora non lo abbiate, un piccolo cesto di vimini, così come suggerito nella nostra ricetta, oppure i rebbi di una forchetta.

Il consiglio è di utilizzare un miele fluido e dal sapore delicato e non invasivo: perfetto un millefiori o quello di acacia. L'aspetto fondamentale è che sia soprattutto un prodotto di un prodotto di ottima qualità.

In alternativa al liquore strega, potete utilizzare il rum un altro liquore a vostro piacere.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche le pastorelle cilentane e le susumelle.

Conservazione

I crustoli possono essere conservati a temperatura ambiente, chiusi in un apposito contenitore ermetico, per circa 3-4 giorni.