Piante annuali appartenenti alla famiglia delle Curcubitacee, le zucchine si caratterizzano per un sapore delicato e piacevolmente dolciastro e una grande versatilità in cucina. Tonde, lunghe, gialle o verdi, con le zucchine si può preparare ogni tipo di piatto, dai primi ai piatti unici, passando per gli immancabili contorni; sono ipocaloriche, facili da cucinare, ricche di sali minerali e amiche della nostra salute: insomma non dovrebbero mancare nei nostri menù. Le avete acquistate fresche e non sapete bene come pulirle e utilizzarle? Ecco una guida per pulire le zucchine in modo semplice e veloce e qualche idea per tagliarle e usarle in cucina.

Come pulire le zucchine

Che le abbiate acquistate al supermercato, dal vostro fruttivendolo di fiducia o che magari le abbiate raccolte con le vostre mani, in ogni caso le zucchine, prima di vedere coltelli e padella, dovranno essere lavate. Nulla di più semplice: vi basterà passarle per qualche secondo sotto acqua fredda corrente così da eliminare ogni residuo di terra, oppure lasciarle per qualche minuto in acqua e bicarbonato per poi sciacquarle, eliminare le estremità e le eventuali parti deteriorate e infine asciugarle con un foglio di carta da cucina o con un panno di cotone.

Come tagliare le zucchine

Una volta pulite nel modo corretto, non vi resta che scegliere il taglio delle zucchine più adatto alla ricetta che avete in mente. Affilate i coltelli e preparate il tagliere: ecco i tagli più conosciuti, con qualche idea per impiegare al meglio le vostre zucchine.

1. Rondelle

Se l'idea è quella di andar giù di padella o preparare magari delle sfiziose chips di zucchine, il nostro consiglio è di tagliarle a rondelle: sistemate una zucchina alla volta sul tagliere e con la parte bassa del coltello incidetele formando delle "fettine" sottili, meglio se tutte dello stesso spessore. Attenzione alle dita: tenete ferma la zucchina con una mano tenendo le nocche chiuse e usatele per guidare la lama così da non correre il rischio di tagliarvi.

Se utilizzate zucchine piccole e tonde, vi consigliamo di tagliarle a fettine spesse poco meno di un centimetro: ottime al forno gratinate, eccezionali impanate e fritte.

2. A fette

Un taglio semplice, perfetto per preparazioni alla griglia o per preparare degli involtini sfiziosi è quello a fette. Sistemate la zucchina sul tagliere, eliminate le estremità e con un coltello ben affilato tagliate a fette nel senso della lunghezza, ottenendo fettine più o meno sottili a seconda del piatto che volete preparare.

A partire da questo taglio potete facilmente ottenere anche dei bastoncini di zucchine: vi basterà suddividere ciascuna fettina in 4-5 striscioline nel senso della lunghezza, spesso non più di 5 millimetri.

3. Barchetta

Se volete farcire delle zucchine, capirete bene che dovrete prima svuotarle. Come fare? Eliminate la testa e tagliate le zucchine a metà nel senso della lunghezza, quindi delicatamente con uno strumento chiamato sgorbia, oppure con un cucchiaino, eliminate la polpa facendo attenzione a non rompere la buccia. Alla fine, avrete davanti a voi una piccola barchetta: ma non buttate la polpa, usatela per la farcia o per preparare delle deliziose polpette.

4. Julienne

Se si parla di tagli non si può non parlare di julienne: dei piccoli fiammiferi, così piccoli da non superare i 2 millimetri di spessore.  Per ottenere queste sottilissime striscioline dovrete tagliare la zucchina a metà, effettuare dei tagli trasversali fino a ottenere dei piccoli bastoncini. Potete facilitarvi il lavoro tagliando prima i 4 lati nel senso della lunghezza, così da avere un formato più regolare e semplice da tagliare. Cosa farne di una zucchina a julienne? Ottima cruda in una ricca insalata mista oppure appena scottata in padella.