Bianca, raffinata, integrale o 00, la farina è l'ingrediente che non manca mai nelle nostre cucine. Base indiscussa di pasta, pane, pizze e dolci di ogni tipo, la farina è uno degli alimenti cardine della nostra tradizione culinaria, in grado di salvarci anche quando il frigo piange e la dispensa è deserta. Per averla sempre a disposizione però, occorre conservarla nel modo corretto ed evitare spiacevoli intrusi come insetti e farfalline, che trovano nella farina un habitat più che naturale. Quale contenitore usare? Dove riporla? E quali trucchi usare per averla sempre fresca come appena acquistata? Vediamolo insieme.

1. Dove conservare la farina

La farina è un alimento abbastanza umido che predilige ambienti asciutti e lontani da luce e fonti di calore, fattori in grado di comprometterne le proprietà organolettiche e accelerarne il deterioramento. Per conservarla nel modo corretto quindi occorre riporla in dispensa oppure su uno scaffale della cucina, lontano da fonti di calore, naturali o artificiali. Durante i mesi freddi è quindi più facile conservare la farina senza correre il rischio di trovare fastidiose farfalline mentre, nei mesi più caldi, il consiglio è di acquistarla in piccole quantità e di utilizzarla nell'arco di poche settimane.

2. Quale contenitore utilizzare

La acquistiamo in contenitori di carta ma, se volete conservare in modo sicuro e duraturo la vostra farina, il consiglio è utilizzare un barattolo a chiusura ermetica, meglio se di vetro. Una volta tornati a casa e svuotato le buste della spesa, riponete la farina in un contenitore di vetro e sistematela in dispensa lontano da alimenti molto profumati o speziati, così non dovrete temere che la farina assorba aromi e odori esterni. Questione sacchetti di lino: molto belli da vedere ma decisamente poco amici della farina, assorbono umidità e in poco tempo la rendono inutilizzabile.

3. Come farla durare più a lungo possibile

Anche il contenitore migliore del mondo dovrà essere riposto in un luogo pulito oltre che asciutto perché solo in questo modo potrete essere sicuri di non trovare farfalline e fastidiosi insetti. Per assicurarvi una corretta conservazione della farina e di tutti gli alimenti che riponete in dispensa, fate vostra la buona abitudine di pulire una volta ogni 7-10 giorni la dispensa anche con una semplice soluzione di acqua e aceto. Un trucco, più che un consiglio, per tenere lontane le farfalline del cibo è riporre in dispensa un sacchetto con della lavanda o qualche foglia di alloro.