Il pesto alla genovese è una preparazione simbolo della nostra tradizione culinaria, una ricetta semplice e genuina che non passa mai di moda. In casa avete una rigogliosa pianta di basilico e state pensando di invitare i vostri amici per cena? Avete preparato un pesto da leccarsi i baffi, ma avete esagerato con le quantità e non sapete cosa farne? Niente paura: la soluzione è congelarlo, magari in piccole porzioni, così da averlo sempre lì a portata di mano (e di trofie). Sempre più spesso scegliamo il freezer per conservare per lungo tempo i nostri ingredienti preferiti e il pesto non fa eccezione, vediamo passo passo come congelarlo.

Come congelare il pesto

Per avere sempre a disposizione del pesto pronto fatto in casa vi basteranno poche e semplici mosse:

  • Munitevi di mortaio o, al limite, di mixer, basilico fresco e olio di gomito, oltre che extravergine di oliva, e preparate il vostro pesto fatto in casa;
  • prendete i contenitori del ghiaccio, lavateli e asciugateli con cura e riempiteli fino all'orlo con il pesto: ogni cubetto corrisponderà a una porzione valida per una persona;
  • sistemate i contenitori nel ripiano intermedio del freezer facendo attenzione a riporli in posizione orizzontale così che il pesto non fuoriesca;
  • lasciate il pesto a congelare per una notte intera così che i cubetti si solidifichino del tutto;
  • riprendete i contenitori e con l'aiuto di un coltello tirate via i cubetti, sistemateli in una busta adatta al congelamento e riponeteli nuovamente in freezer, in questo modo potrete conservare il vostro pesto fino a un massimo di sei mesi.

Per evitare che il vostro pesto congelato assuma un sapore troppo pungente, potete diminuire leggermente le dosi di parmigiano nella ricetta.

Come scongelare il pesto

Se avete congelato il pesto sotto forma di cubetti, scongelarli sarà semplicissimo: vi basterà tirarli fuori dal freezer al momento del bisogno, riporli in padella con un filo d'acqua e attendere qualche minuto prima di utilizzare il pesto proprio come se fosse appena fatto. Fate attenzione, il pesto non deve cuocere quindi riponetelo in padella solo poco prima di unire la pasta che, con il calore, continuerà il processo di scongelamento.

Se avete congelato il pesto utilizzando dei piccoli vasetti in vetro, per scongelarlo correttamente dovrete tirarlo via dal freezer circa 24 ore prima del momento dell'utilizzo e lasciarlo fuori, a temperatura ambiente: anche se occorrerà più tempo, i vostri piatti e i vostri ospiti ne saranno felici.  Meglio invece evitare il microonde che potrebbe, anche nella funzione defrost, iniziare un processo di cottura e alterare le proprietà organolettiche del vostro pesto.