video suggerito
video suggerito
ricetta

Chashu: la ricetta del secondo piatto tradizionale giapponese

Preparazione: 30 Min
Cottura: 170 Min
Riposo: 30 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 6 persone
A cura di Simona Ciampi
55
Immagine

ingredienti

Pancia di maiale
1,5 kg
Porro
1
Salsa di soia
200 ml
Zenzero fresco
q.b.
Mirin
100 ml
Acqua
200 ml
Zucchero
50 gr
Olio extravergine di oliva
q.b.
Sale
1 pizzico

Lo chashu è una preparazione tipica della cucina giapponese, golosa e ricca di sapore. Si realizza con uno dei tagli più economici e al contempo gustosi del maiale, la pancia, arrotolata e brasata dolcemente con salsa di soia, mirin e zenzero. Spesso usata come topping del classico ramen, può essere servita anche come secondo per una cena con ospiti speciali.

Portarlo in tavola non è complicato, ma richiede un pizzico di manualità e un po' di pazienza: la carne viene prima arrotolata e legata strettamente con lo spago da cucina, poi rosolata in una padella con un filo d'olio fino a doratura. In un'ampia casseruola si raccolgono i porri, l'olio d'oliva, la salsa di soia, lo zenzero tritato, lo zucchero, il mirin e l'acqua, quindi si aggiunge la pancetta e si lascia cuocere il tutto per diverse ore.

Il risultato sarà una pietanza succulenta, tenera e aromatica, dalla crosticina esterna caramellata: tagliata a fette e proposta in accompagnamento al suo fondo di cottura, filtrato e sistemato in una ciotolina a parte, conquisterà anche i palati più scettici. Puoi abbinarla a una semplice insalatina mista o a un contorno asiatico di tuo gradimento, come il pak choi in padella o al forno, e completare il tutto con una porzione di noodles in brodo o di riso in bianco, per un piatto unico appagante e sfizioso.

Per una resa perfetta, ti consigliamo di procurarti gli ingredienti adatti, a partire dal mirin, chiamato anche hon-mirin, un condimento giapponese ricavato dal riso glutinoso. Viene solitamente venduto in negozi specializzati in alimentari etnici ma, se non dovessi trovarlo, puoi sostituirlo con sherry, marsala o saké, oppure con la stessa quantità di aceto di riso miscelato con qualche cucchiaio di zucchero.

Se desideri, puoi guarnire lo chashu con del cipollotto fresco tagliato a rondelle e dei semi di sesamo bianchi e neri, per un tocco crunchy e una nota fresca davvero irresistibili.

Scopri come preparare lo chashu seguendo passo passo procedimento e consigli. Se ti è piaciuta questa ricetta, prova anche il sukiyaki, il katsudon e gli yakitori.

Come preparare lo chashu

Stendi la pancetta su un tagliere e, con un coltello, rifila i bordi in modo da renderla perfettamente rettangolare 1.

Arrotola la carne strettamente e lega lo spago da cucina a una delle estremità 2.

Tira lo spago verso l'altra estremità e lega anche questa molto strettamente 3.

Infine, passa lo spago più volte intorno alla pancetta, stringendolo per bene ogni volta in modo da fermarla alla perfezione. Fissa lo spago con un doppio nodo all'estremità 4.

Rosola la carne a fiamma alta, sistemandola in una padella capiente con un filo d'olio e girandola spesso in modo che la superficie risulti ben dorata: occorreranno circa 15 minuti 5.

Taglia il porro a rondelle e falle stufare dolcemente in una casseruola con un filo d'olio per 3 o 4 minuti 6.

Versa la salsa di soia 7.

Unisci lo zenzero sbucciato e tritato, lo zucchero, il mirin, un pizzico di sale e l'acqua 8; la quantità di zenzero può variare in base ai gusti personali.

A questo punto, trasferisci la pancetta nella casseruola 9, copri con il coperchio e cuoci a fiamma dolcissima per 2 ore e 30 minuti, girando la carne ogni mezz'ora.

Trascorso il tempo necessario, spegni la fiamma e lascia riposare lo chashu per altri 30 minuti, coperto. Poi preleva la carne 10, appoggiala su un tagliere, ed elimina lo spago con un paio di forbici da cucina.

Filtra il fondo di cottura attraverso un colino a maglie strette 11.

Porta in tavola lo chashu, accompagnato con il suo fondo di cottura in una ciotolina a parte, o utilizzalo per arricchire altre deliziose preparazioni giapponesi 12.

Conservazione

Lo chashu si conserva in frigorifero, ben chiuso in un contenitore ermetico, per 2 giorni al massimo. Al momento di servirlo, affettalo e scaldalo per pochi minuti in una padella a fiamma dolcissima, coperto con un coperchio.

Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Ricette
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
api url views