ingredienti
  • Per il tonkatsu
  • fetta di lonza di maiale (spessa 2 cm circa) 1
  • Uova 1-2 • 380 kcal
  • Panko (o pangrattato) q.b.
  • Farina tipo 00 q.b. • 750 kcal
  • Olio di semi di arachide q.b. • 380 kcal
  • Sale q.b. • 0 kcal
  • Per il katsudon
  • fetta di “tonkatsu” 1
  • Cipollotto fresco 1
  • Uova 1-2 • 380 kcal
  • brodo dashi 80 ml
  • Salsa di soia 1 cucchiaio (circa 20 ml) • 750 kcal
  • Mirin (o sakè dolce) 1 cucchiaio
  • Zucchero semolato 1 cucchiaio • 146 kcal
  • riso bianco 80 gr
  • Cipolla 1/2 • 21 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il katsudon è un piatto unico particolarmente ricco e sostanzioso, tipico della tradizione gastronomica giapponese. È una delle versioni più apprezzate di donburi, letteralmente "scodella", ovvero una pietanza a base di pesce, carne e verdure, servita su un letto di riso bianco (il gohan). In questa preparazione in particolare il riso viene sormontato da una croccante cotoletta di maiale (il tonkatsu), panata e poi fritta, ricoperto con uova sbattute, lasciate morbide e cremose, e infine guarnito con un cipollotto fresco. Una ricetta golosa e veloce da realizzare, considerata anche un portafortuna: katsu significa "vittoria" in giapponese e per questa ragione viene consumato prima di eventi importanti, competizioni ed esami. Scoprite come realizzarlo seguendo passo passo procedimento e consigli.

Come preparare il katsudon

1_preparate riso gohan_katsudon©Gooduria lab_katsudon©Gooduria lab

Sciacquate accuratamente il riso sotto il getto dell’acqua fredda; trasferitelo in una pentola e versate l'acqua, fino a coprirlo di oltre un dito (1). Chiudete con il coperchio, mettete sul fuoco e portate a ebollizione a fiamma vivace; a questo punto, abbassate al minimo e proseguite la cottura per 18 minuti, senza mai aprire il coperchio. Spegnete e tenete da parte.

2_panatura carne _katsudon©Gooduria lab

Passate la fettina di lonza nella farina, poi immergetela nell’uovo sbattuto e infine panatela con il panko (2).

3_2_frittura cotoletta_katsudon©Gooduria lab

Fate scaldare abbondante olio in un'apposita padella, portandolo alla temperatura di 180 °C; immergete la fettina di lonza e friggetela, girandola più volte. Quando sarà ben dorata e croccante, scolatela (3) e fatela asciugare su un foglio di carta assorbente da cucina.

4_soia per la salsa_katsudon©Gooduria lab

Scaldate il brodo dashi in una padella antiaderente, quindi aggiungete il mirin e la salsa di soia (4).

5_zucchero per la salsa salsa_katsudon©Gooduria lab

Versate lo zucchero (5), portate a ebollizione e lasciate sobbollire per qualche minuto.

6_aggiungete cipolla__katsudon©Gooduria lab

Aggiungete la cipolla, sbucciata e tagliata a fettine (6), e lasciatela ammorbidire per 1-2 minuti.

8_insaporite cotoletta_katsudon©Gooduria lab

Tagliate la cotoletta a striscioline larghe circa 2 cm, mettetele nella padella con la cipolla e lasciate insaporire per qualche minuto (7).

9_versate uova sbattute_katsudon©Gooduria lab

Sbattete le uova in una ciotola e poi versatele nella padella con la carne, senza coprire e mescolare (8).

10_riso gohan cotto_katsudon©Gooduria lab

Distribuite il riso in una ciotola (9).

11_katsudon pronto__katsudon©Gooduria lab

Quando le uova inizieranno a rapprendersi, ma saranno ancora morbide, togliete dal fuoco e adagiate la cotoletta sopra il riso. Guarnite con il cipollotto a striscioline e servite fumante (10).

Consigli

Per questa ricetta si consiglia di utilizzare un riso della varietà Sant'Andrea, dal chicco medio e particolarmente ricco di amido. Sciacquatelo abbondantemente sotto l'acqua corrente fredda, finché questa non risulterà perfettamente limpida.

È importante non cuocere troppo le uova: dovranno rimanere morbide e un po’ liquide, per avvolgere completamente la cotoletta di maiale.

La lonza di maiale viene panata con il panko, una panatura tipica giapponese realizzata con la mollica di pane bianco, tipo quello per i tramezzini. Nel caso in cui non lo troviate, potete sostituirlo con il classico pangrattato, meglio se di grana non troppo fine.

Il dashi è un brodo tipico della cucina giapponese, realizzato con acqua, alga kombu e katsuobushi, fiocchi di tonnetto striato essiccato, fermentato e affumicato. Viene utilizzato soprattutto per conferire una particolare sapidità, chiamata umami (ovvero quello che viene considerato il "quinto sapore"). Potete acquistarlo online oppure nei negozi specializzati in alimenti asiatici.

Per una versione più leggera, evitate di friggere la cotoletta e cuocetela in forno a 180 °C per circa 15 minuti, irrorandola con un filo di olio prima di infornarla.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche il tamagoyaki con cipollotti e alghe nori e il tofu dorato con cipollotti.

Conservazione

La cotoletta di maiale e il riso si conservano in frigorifero, in un apposito contenitore ermetico, per massimo 1 giorno. Il piatto già composto con le uova va consumato immediatamente.