ricetta

Cavolfiore arrosto: la ricetta del contorno gustoso e di grande effetto

Preparazione: 70 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Gooduria lab
125
Immagine
ingredienti
Cavolfiore (da circa 400 gr)
1
Senape
2 cucchiai
Aceto di vino bianco
1 cucchiaino
Paprica
1/2 cucchaino
Semi di cumino
1 cucchiaino
origano secco
1/2 cucchiaino
Prezzemolo
1 ciuffo
Olio extravergine d’oliva
3 cucchiai circa
Sale
q.b.
pepe
q.b.

Il cavolfiore arrosto è un contorno semplice ma insolito e di grandissimo effetto. Solitamente viene ridotto in cimette, mentre nella nostra ricetta questo gustoso ortaggio viene lasciato intero, cosparso con una salsa a base di senape, spezie ed erbette aromatiche, quindi cotto in forno: il risultato è una pietanza che mantiene intatte tutte le sostanze nutritive, grazie alla cottura al cartoccio, tenero al cuore e dalla crosticina dorata e croccante. Scoprite come realizzarlo seguendo passo passo gli step fotografici e servitelo in accompagnamento a un secondo di carne o pesce, in occasione di un bel pranzo di famiglia: il successo sarà più che garantito.

Come preparare il cavolfiore arrosto

 

Mondate il cavolfiore, eliminando le foglie esterne più grandi 1, e poi lavatelo accuratamente sotto l'acqua corrente fredda.

In una ciotolina emulsionate la senape con un filo di olio, i semi di cumino, la paprica, l’origano e l’aceto 2; aggiungete infine un pizzico di sale e di pepe.

Mettete il cavolfiore in una pirofila che lo contenga anche in altezza (circa 25 cm di diametro) e cospargete la superficie con la salsa preparata in precedenza, aiutandovi con un pennello da cucina 3.

Irrorate con un filo di olio 4.

Coprite il cavolfiore con un foglio di alluminio 5 e infornate a 200 °C per circa un'ora. Trascorso questo tempo, levate l'alluminio e proseguite la cottura per altri 5 minuti, finché la superficie non sarà leggermente dorata.

Sfornate il cavolfiore arrosto, cospargetelo con un po' di prezzemolo tritato e servite immediatamente 6.

Consigli

Potete realizzare questa pietanza utilizzando diverse tipologie di cavolfiore, come quello romanesco, viola o anche giallo. Al momento dell'acquisto, osservate le foglie, indice di freschezza, e assicuratevi che il vostro ortaggio non presenti macchie scure sulle infiorescenze.

Nel caso in cui il cavolfiore avesse una dimensione eccessiva, potete anche tagliarlo a fette, cospargerle con la salsa preparata e poi infornare: in questo modo ridurrete i tempi di cottura.

A piacere, potete variare le spezie e le erbette aromatiche utilizzate per la preparazione della salsa: potete aggiungere curry, curcuma, timo, santoreggia… Insomma, largo alla fantasia. Se non amate l'aceto di vino bianco, potete sostituirlo con quello di mele o melagrana.

Il cavolfiore arrosto è un contorno ideale da servire in accompagnamento a un buon pollo al forno o a un arrosto di vitella.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche questa versione di cavolfiore al forno e il cavolfiore sabbioso in padella.

Conservazione

Il cavolfiore arrosto può essere conservato in frigorifero per massimo 2 giorni, in un apposito contenitore con chiusura ermetica.

125
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Contorni
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
125