ricetta

Tartare di tonno: la ricetta del piatto semplice e dal sapore raffinato

Preparazione: 10 minuti
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Genny Gallo
112
Immagine
ingredienti
tonno fresco
500 gr
Arancia
1
Cipollotto
1
Semi di sesamo
q.b.
Olio extravergine di oliva
q.b.
Sale
q.b.
pepe
q.b.

La tartare di tonno è una pietanza leggera e molto gustosa, ideale da servire durante la stagione estiva. Il tonno, che deve essere rigorosamente freschissimo, di ottima qualità e precedentemente abbattuto, viene tagliato a cubetti piccoli, condito con un'emulsione a base di succo di arancia, olio extravergine di oliva, sale e pepe, quindi servito in eleganti monoporzioni. Cosparso con semi di sesamo e cipollotto fresco a rondelle, è un antipasto fresco e fragrante, perfetto per una cena a base di pesce. Scoprite come realizzarlo seguendo passo passo le nostre semplici indicazioni.

Come preparare la tartare di tonno

Con un coltello affilato tagliate il tonno fresco a fettine per il lungo 1.

Riducete le fettine in tanti piccoli quadratini 2.

Tagliate l'arancia e ricavatene il succo 3.

Condite la tartare con il succo dell'arancia 4.

Aggiungete un filo di olio 5, salate, pepate e mescolate accuratamente.

Aiutandovi con un coppapasta, distribuite la tartare nei piatti individuali 6.

Completate con i semi di sesamo, il cipollotto a rondelle e una fettina di arancia, quindi portate in tavola e servite 7.

Consigli

Per un risultato impeccabile, è fondamentale che il tonno sia freschissimo e di ottima qualità. Acquistatelo dal vostro pescivendolo di fiducia e assicuratevi che sia stato abbattuto, per evitare di contrarre infezioni a causa dell'anisakis (un parassita intestinale presente soprattutto nel pesce azzurro). Nel caso in cui il tonno non sia stato abbattuto, si raccomanda di metterlo in freezer (a -18 °C) per almeno 96 ore.

Per realizzare la tartare di tonno, preferite il filetto, che è la parte più magra del pesce. Il taglio deve essere fatto al coltello, dapprima in fettine molto sottili e, infine, a pezzetti.

A piacere, potete aggiungere alla marinatura anche della scorza di arancia, oppure sostituirla con il limone; potete profumare la tartare con le erbette aromatiche che preferite. Con il salmone è particolarmente indicata l'erba cipollina, ma anche l'aneto o il prezzemolo andranno benissimo.

Potete anche realizzare dei cestini di pasta frolla salata o brisée, quindi farcirli con la tartare; oppure utilizzarla per arricchire una poke bowl, un'insalata o una pasta fredda.

Conservazione

La tartare di tonno può essere conservata in frigorifero, all'interno di un apposito contenitore ermetico in vetro, per massimo 1 giorno.

112
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Antipasti
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
112