ricetta

Pasta frolla salata: la base per torte rustiche

Preparazione: 30 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Genny Gallo
2452
Immagine
ingredienti
Farina tipo 00
200 gr
Burro
100 gr
uovo
1
Sale
1 pizzico

La pasta frolla salata è una preparazione friabile e molto gustosa da usare come base per torte salate, tartellette e pizze rustiche. Il procedimento di questa ricetta ricorda molto quello della pasta frolla dolce ma, naturalmente, cambiano alcuni ingredienti: al posto dello zucchero, ad esempio, dovete usare il sale e potete sostituire il burro con l'olio extravergine di oliva. Noi usiamo il burro per rendere la frolla più compatta ma siete liberi di decidere la sua consistenza anche usando diversi tipi di farine.

Come preparare la pasta frolla salata

Raccogliete in una terrina la farina, il burro a tocchetti e un pizzico di sale 1.

Iniziate a impastare con la punta delle dita fino a ottenere un composto bricioloso 2.

A questo punto aggiungete l'uovo intero e il tuorlo al composto 3.

Lavorate velocemente il tutto fino a ottenere un panetto sodo e omogeneo 4.

Formate una palla 5, avvolgetela con un foglio di pellicola trasparente e fatela riposare in frigorifero per 30 minuti.

Trascorso il tempo di riposo, stendete l'impasto e ricavate una sfoglia spessa circa 1/2 cm 6.

Trasferite la sfoglia in una tortiera 7 e farcitela con il ripieno che preferite.

Consigli

Con queste quantità otterrete una frolla adatta a una torta salata da 24-26 cm di diametro. Una volta steso l'impasto, potete rivestire la tortiera e farcirla con il ripieno che preferite: ricotta e spinaci, zucca e provola affumicata, radicchio, taleggio e gherigli di noce. Insomma largo alla fantasia.

Per un gusto ancora più deciso, potete arricchire l'impasto anche con qualche cucchiaio di formaggio grattugiato o con delle erbette aromatiche tritate.

La pasta frolla salata si può fare anche vegan, cioè senza l'utilizzo delle uova e del burro: al posto delle uova, utilizzate una puntina di lievito istantaneo per torte salate e usate il burro vegetale. Per una versione senza glutine, basta sostituire la farina 00 con farine integrali di riso o di mais. L'unico accorgimento è quello di non far riposare la frolla ma di stenderla subito perché potrebbe spezzarsi.

Conservazione

La pasta frolla salata si conserva in frigorifero, avvolta in un foglio di pellicola trasparente, per massimo 1 giorno. Potete prepararla in quantità maggiori e congelarla, per averla a disposizione ogni volta che vorrete preparare tartellette o torte ripiene.

2452
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Preparazioni di base
Lascia un commento
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
2452