ingredienti
  • Per la tartare di tonno
  • Tonno fresco, 500 gr • 103 kcal
  • Arancia 1 per succo • 34 kcal
  • Sale marino q.b • 0 kcal
  • Olio extravergine di oliva q.b. • 21 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La tartare di tonno è un antipasto a base di tonno crudo e fresco e condito con olio e sale, molto simile al sashimi giapponese. Può essere servito in monoporzioni in modo da poter gustare al meglio il tonno rosso fresco condito solo con olio extravergine di oliva, succo di arancia o di limone e un pizzico di sale.

La ricetta è perfetta per un antipasto estivo ma dovete stare attenti a scegliere il tonno, che deve essere sempre fresco e abbattuto per non contrarre infezioni a causa dell'anisakis. Se il tonno non è stato abbattuto, va tenuto in freezer per almeno 48 ore.

Per fare la tartare di tonno si sceglie il filetto, che è la parte più magra. Il taglio deve essere fatto al coltello, dapprima in fettine molto sottili e, infine, a pezzetti.

Potete, infine, optare per due tipi di marinatura: una semplice con olio e sale (e limone, se lo preferite) e un'altra con la salsa di soia.

Come preparare la tartare di tonno

Tagliate il tonno rosso fresco già sfilettato in tanti piccoli quadratini e fatelo riposare in un'emulsione, a base di succo di arancia o di limone, olio extravergine di oliva e sale, per sei ore.

Impiattate con l'aiuto di un coppapasta e guarnite con foglie di basilico. Potete anche preparare dei cestini di pasta frolla o pasta brisée da riempire con la tartare.

Altre tipologie di tartare

Che vino abbinare alla tartare di tonno?

Abbinate un vino bianco sapido, di media struttura, come ad esempio un Vermentino di Gallura, mentre per la tartare di tonno e salmone è consigliabile un vino bianco più morbido e aromatizzato come un Pinot bianco.