Cucinare dei petti di pollo perfetti non è cosa da poco: il petto, infatti, è un taglio spesso osteggiato da chi ama la cucina, a causa della sua capacità di seccarsi velocemente, se non trattato a dovere. Ma basterebbe seguire alcuni piccoli accorgimenti per avere dei petti di pollo morbidi e succosi: un prodotto così versatile, inoltre, si sposta con tantissimi condimenti differenti. Ecco quindi 4 segreti per cucinare un petto di pollo alla perfezione: seguiteli e questo taglio non avrà più segreti per voi.

1. Marinare il petto di pollo prima di grigliarlo

La marinatura è un ottimo modo per esaltare il sapore della carne e allo stesso tempo mantenerla umida. Immergere la carne in un liquido prima della cottura significa già cominciare a “cucinarla”, e a rendere la carne più morbida. Per il petto di pollo basterà una marinatura di circa 30 minuti.

Per una marinata veloce, mettete insieme ⅓  di tazza di olio extravergine d'oliva, 3 cucchiai di succo di limone, 3 cucchiai di salsa di soia, 2 cucchiai di aceto balsamico, 1 cucchiaio di salsa Worcestershire, 50 grammi di zucchero di canna, 2 spicchi d'aglio schiacciati, sale e pepe. Immergete i petti di pollo nella marinatura e lasciate riposare in frigorifero. Dopo 30 minuti, saranno pronti per la griglia.

2. Ammorbidire il petto di pollo prima di saltarlo in padella

bicarbonato di sodio

Il petto di pollo è un taglio ottimo da saltare in padella, ma gli straccetti spesso rischiano di venire troppo secchi. Un buon modo per prevenire questo problema è ammorbidire prima il pollo: una sorta di marinatura a secco molto usata nella cucina cinese che viene fatta con il bicarbonato. Per seguire questo metodo basta mettere gli straccetti in una ciotola di medie dimensioni e cospargerli con del bicarbonato di sodio. Usate 2,5 grammi di bicarbonato di sodio per ogni 230 grammi di pollo. Mescolate bene e assicuratevi che tutti gli straccetti di pollo siano ricoperti di bicarbonato di sodio. Metteteli infine in frigorifero per circa 30 minuti. Una volta trascorso il tempo di riposo, risciacquate bene e asciugate gli straccetti con carta assorbente. I pezzi di pollo sono ora pronti per saltarli in padella.

3. Non cuocere a lungo la carne

Dato che i petti di pollo sono un tipo magro di carne, tendono a seccarsi piuttosto rapidamente. Se avete deciso di cuocerli interi, fate attenzione a non cuocerli troppo a lungo: in questo caso avere a portata di mano un termometro da cucina può davvero cambiare il pasto. Non appena la carne di pollo avrà raggiunto i 74 gradi centigradi, infatti, la cottura sarà perfetta.

4. Tirare fuori dal frigo il pollo in anticipo

Se prendete il petto di pollo direttamente dal frigorifero per poi cucinarlo, allora ci sarà bisogno di più tempo per cuocerlo e la carne finirà per essere troppo secca. La cosa migliore è estrarlo prima dal frigo e lasciarlo a temperatura ambiente per circa 15 minuti prima di cucinarlo (ma non oltre!). Naturalmente la cosa più importante è fare attenzione alla temperatura esterna che non deve essere troppo elevata a causa della possibile proliferazione dei batteri.