ingredienti
  • Riso carnaroli 320 gr • 45 kcal
  • Porri 3
  • Zafferano 1 bustina • 310 kcal
  • Parmigiano grattugiato 80 gr • 899 kcal
  • Vino bianco 1 bicchiere • 21 kcal
  • Olio di semi di arachide q.b. • 690 kcal
  • Olio extravergine di oliva q.b. • 21 kcal
  • Sale q.b. • 0 kcal
  • per il brodo vegetale
  • Carota 1 • 21 kcal
  • Cipolla 1 • 21 kcal
  • Acqua 2 l • 0 kcal
  • Sale q.b. • 0 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il risotto porri e zafferano è un primo piatto raffinato e dal sapore delicato. Stufato velocemente in padella e poi frullato, il porro si trasforma in una crema morbida e avvolgente con cui condire una delle varietà di riso più adatte a questo genere di preparazioni, il Carnaroli: dai chicchi grossi e affusolati, assorbe perfettamente il condimento, mantenendo una consistenza sempre impeccabile. Lo zafferano, aggiunto a metà cottura, dona alla preparazione un tocco di colore e piacevole aromaticità. Semplice e veloce, preparatelo in occasione di un pranzo domenicale in famiglia e servitelo con delle striscioline di porro fritte in olio bollente: saranno la nota croccante e assolutamente irresistibile del vostro piatto. Scoprite come realizzarlo seguendo passo passo la nostra ricetta.

Come preparare il risotto porri e zafferano

risotto porri e zafferano

Preparate il brodo vegetale: pulite gli odori e trasferiteli in una piccola casseruola (1); coprite con acqua fredda, salate e fate cuocere per circa 30 minuti.

risotto porri e zafferano

Mondate i porri, lavateli accuratamente sotto l'acqua corrente fredda e tagliateli a fettine sottili (2). Tenetene da parte qualcuna per la guarnizione finale.

risotto porri e zafferano

Fate scaldare un filo di olio in una pentola, aggiungete i porri e un mestolino di brodo (3) e lasciateli cuocere finché non saranno ben morbidi.

risotto porri e zafferano

Togliete i porri dalla pentola, rimettetela sul fuoco e versatevi il riso; fatelo tostare per bene, quindi sfumate con il vino bianco (4).

risotto porri e zafferano

Frullate i porri fino a ottenere una crema liscia e densa. Aggiungetela al riso (5) e portate a cottura, versando il brodo vegetale caldo man mano che viene assorbito: ci vorranno circa 15 minuti.

risotto porri e zafferano

A metà cottura, unite lo zafferano (6) e mescolate per bene.

risotto porri e zafferano

Intanto fate scaldare l'olio di semi in una padella e friggetevi le striscioline di porro tenute da parte. Quando saranno dorate e croccanti, scolatele (7) e fatele asciugare su carta assorbente da cucina.

risotto porri e zafferano

Appena il riso sarà cotto, spegnete il fuoco e mantecate con il parmigiano grattugiato (8). Aggiustate eventualmente di sale.

risotto porri e zafferano

Distribuite il risotto nei piatti individuali, guarnite con qualche strisciolina di porro fritta e servite (9).

Consigli

Per ottenere un risotto impeccabile, il consiglio è di utilizzare un riso della varietà Carnaroli; in alternativa, potete utilizzare l'Arborio oppure il Vialone nano.

Potete scegliere di preparare il risotto lasciando le fettine di porro intere oppure, come suggerito nella ricetta, di frullarle in un mixer da cucina: in questo caso il risultato finale sarà più setoso e cremoso.

Se desiderate ottenere una mantecatura ancora più avvolgente, oltre al parmigiano grattugiato, aggiungete anche una noce di burro. Se, invece, non volete aggiungere ulteriori grassi alla preparazione, provate con un cucchiaio di robiola o di ricotta.

Per donare un tocco di piacevole croccantezza, il suggerimento è di servirlo con delle striscioline di porro appena fritte in olio bollente; potete aggiungere anche delle nocciole tostate, tritate grossolanamente al coltello, o delle mandorle a lamelle, fatte leggermente dorare in padella antiaderente.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche il risotto porri e salsiccia e il risotto allo zafferano. Nel caso in cui vi sia avanzato del risotto, potete preparare anche dei golosi arancini.

Conservazione

Il risotto porri e zafferano può essere conservato in un contenitore ermetico per 1-2 giorni in frigorifero.