ingredienti
  • Riso Arborio 340 gr
  • Castagne (bollite o arrostite) 250 gr
  • Cipolla bianca 1/2 • 661 kcal
  • Pancetta a cubetti 150 gr • 661 kcal
  • Burro 60 gr • 45 kcal
  • Vino bianco 80 ml • 21 kcal
  • brodo vegetale caldo q.b. • 43 kcal
  • Parmigiano grattugiato 50 gr • 899 kcal
  • Erba cipollina q.b. • 30 kcal
  • Sale q.b. • 0 kcal
  • pepe q.b. • 79 kcal
  • Alloro q.b.
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il risotto alle castagne e pancetta è un primo piatto saporito e molto facile da realizzare che vede protagoniste le castagne, immancabili sulla tavola d'autunno. Scegliete un riso della varietà Arborio, o Carnaroli, che, caratterizzati dall'elevata quantità di amido, tengono perfettamente la cottura e rendono la preparazione cremosa. I chicchi, una volta tostati in padella con burro, cipolla e pancetta, vengono cotti lentamente e a fuoco dolce, aggiungendo prima le castagne e poi un mestolo di brodo vegetale caldo alla volta, man mano che viene assorbito; al termine di cottura, quando è ancora al dente, viene mantecato con parmigiano grattugiato e una noce di burro, per un risultato finale all'onda e super avvolgente.

L'aggiunta finale dell'erba cipollina renderà la pietanza fresca e fragrante. La sapidità della pancetta viene equilibrata dalla dolcezza delle castagne e del riso, ottenendo così una ricetta raffinata e dal piacevole contrasto di sapori, perfetta per un'occasione importante, un pranzo in famiglia o una cena di festa. Potete lessare le castagne in acqua bollente, aromatizzando l'acqua con una fogliolina di alloro, ma potete anche arrostirle in forno o sul fuoco nell'apposita padella: quelle lessate saranno più dolci e doneranno maggiore cremosità; quelle arrosto, al contrario, più croccantezza e un leggero sentore di affumicatura.

Potete aromatizzare il piatto con timo o maggiorana al posto dell'erba cipollina e mantecare il risotto con un formaggio saporito, come il taleggio o il gorgonzola, eliminando una parte di burro. Scoprite come preparare il risotto in maniera impeccabile seguendo passo passo le nostre indicazioni e, se amate le castagne, provate queste dieci ricette semplici e golose.

Come preparare il risotto alle castagne e pancetta

incidere

Procedete alla cottura delle castagne: sciacquatele per bene e incidetele con un coltello (1).

incidere

Dovrete praticare un taglio sulla parte bombata della castagna (2).

bollire

Trasferite le castagne in una pentola con un foglia di alloro, ricopritele di acqua (3) e cuocetele per circa 45 minuti. Scolatele e sbucciatele.

arrostire

In alternativa, potete arrostirle o cuocerle in forno, in questo modo risulteranno un po' più secche. Eliminate la buccia (4).

spellare

Spellatele accuratamente (5) e poi tenetele da parte.

tritare

Tritate grossolanamente le castagne con un coltello affilato (6).

tagliare pancetta

Tagliate la pancetta a cubetti (7).

preparare soffritto

In una casseruola dai bordi bassi mettete la cipolla, tritata finemente, e il burro (8).

soffritto pancetta

Aggiungete anche la pancetta a cubetti (9) e fate soffriggere dolcemente.

unire riso

Versate il riso (10) e fatelo tostare per bene: i chicchi dovranno essere leggermente trasparenti.

sfumare

Bagnate con il vino bianco (11).

far evaporare

Lasciate evaporare il vino (12), mescolando delicatamente.

aggiungere castagne

Aggiungete anche le castagne (13).

aggiungere brodo

Portate il risotto a cottura versando un mestolo di brodo caldo (14), man mano che questo viene assorbito.

mescolare

Regolate di sale e mescolate delicatamente (15); quando il riso sarà cotto, ma ancora al dente, spegnete il fuoco.

mantecare

Mantecate con una noce di burro (16).

mantecare

Aggiungete anche il parmigiano grattugiato (17) e mescolate.

tritare erba cipollina

Tritate finemente al coltello l'erba cipollina (18).

unire erba cipollina

Aggiungete l'erba cipollina al risotto (19).

pepare

Profumate con una macinata di pepe (20).

Risotto alle castagne

Impiattate il risotto e servite immediatamente (21).

Conservazione

Il risotto alle castagne va consumato al momento. In alternativa, può essere conservato in frigorifero, in un contenitore di vetro, e consumato entro un giorno.