ricetta

Spritz analcolico: la ricetta e le dosi del cocktail fresco senza alcol

Preparazione: 5 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 2 persone
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Cookist
A cura di Raffaella Caucci
500
Immagine

Lo spritz analcolico è la variante senza alcol del classico spritz, l'aperitivo italiano più famoso di sempre: in ogni pausa aperitivo o happy hour che si rispetti, infatti, questo drink non può mancare e, accompagnato da snack, gustosi finger food o preparazioni sfiziose, allieta i pomeriggi e i palati degli italiani.

Mentre lo spritz è un aperitivo alcolico a base di prosecco, Aperol (o Campari) e Seltz, noi ti proponiamo la variante analcolica, preparata con succo d'arancia bitter al posto di Aperol e prosecco, perfetta per chi preferisce gustare un aperitivo con gli amici senza bere alcolici.

Farlo in casa è davvero semplicissimo: ti basterà mescolare tutti gli ingredienti nei singoli bicchieri o in una caraffa, guarnire con le fettine d'arancia e servire con una cannuccia colorata.

Scopri subito la ricetta e le dosi dello spritz analcolico, e prova anche gli altri mocktail come il Mojito analcolico, il San Francisco cocktail e il cocktail all'anguria.

ingredienti
Succo di arancia
400 ml
bitter rosso
200 ml
Acqua tonica
200 ml
Ghiaccio
12-15 cubetti
Per decorare
Fettine di arancia
q.b.

Come preparare lo spritz analcolico

Prima di iniziare la preparazione dello spritz analcolico, metti i calici da vino in freezer per una decina di minuti, in modo che siano ben freddi quando li andrai a utilizzare. Nel frattempo, lava e asciuga bene l'arancia, quindi tagliala a fette sottili 1.

Trasferisci i calici ben freddi sul piano da lavoro, dividi equamente i cubetti di ghiaccio in ogni bicchiere e distribuisci il succo di arancia 2.

Aggiungi poi il bitter 3.

Termina con l'acqua tonica 4. Mescola il tutto con un cucchiaino o un bar spoon, girando delicatamente dal basso verso l'alto.

Completa ogni spritz guarnendo con una fetta di arancia e servi immediatamente aggiungendo una cannuccia 5.

Variante: spritz alla melagrana

Per un aperitivo ancora più saporito e fruttato, puoi realizzare lo spritz alla melagrana: ti basterà unire agli ingredienti dei chicchi di melagrana frullati in un mixer e dello zucchero di canna, diminuendo la quantità di succo d'arancia.

Storia e curiosità

Quella dello Spritz è una storia piuttosto antica e curiosa: questo aperitivo, dal gusto dolciastro e dalla gradazione alcolica piuttosto bassa, infatti, affonda le sue radici tra la fine del Settecento e l'inizio dell'Ottocento nelle zone del Lombardo-Veneto, dominate a quel tempo dal governo austriaco.

Si tramanda che gli eserciti asburgici considerassero i vini veneti "troppo forti" e che per questo motivo usassero aggiungervi dell'acqua gassata. Da qui l'origine del nome, dal verbo tedesco spritzen, che significa appunto "spruzzare". Nel tempo l'acqua frizzante è stata sostituita da acqua di Selz e solo negli anni '20 del Novecento è stato aggiunto il bitter alla ricetta originale.

Oggi al vino bianco si preferisce il prosecco a cui, nelle varianti più famose, si aggiunge il Campari Spritz e l'Aperol Spritz.

Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Ricette
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
500