ingredienti
  • Aperol 1/3
  • Vino bianco secco 1/3
  • Acqua frizzante 1/3

Lo spritz è un aperitivo alcolico a base di selz, vino bianco e bitter che si serve in un calice di vino oppure in un tumbler. Lo spritz ha origine nel Triveneto, tra la fine del Settecento e l'inizio dell'Ottocento, quando i soldati austriaci univano al vino veneto, particolarmente intenso, l'acqua di Selz, un'acqua molto gassata che aveva la caratteristica di diluirlo. Il termine spritz deriva, infatti, dal tedesco "spritzen" che significa spruzzare e, in alcune zone d'Italia, ancora si serve così. L'IBA l'ha riconosciuto ufficialmente come cocktail nel 2011 anche perché, negli ultimi tempi, è tornato di moda.

Come si prepara lo spritz

Per preparare uno spritz, tagliate l'arancia a spicchi e, in un tumbler o in un calice di vino, aggiungete del ghiaccio. Versate il vino bianco, aggiungete un terzo di Aperol e ricoprite con acqua gassata. Guarnite il bicchiere con una fetta d'arancia e servite subito.

Consigli

Al posto dell'aperol potete usare il bitter e sostituire l'acqua frizzante con il seltz.

Se volete fare lo spritz alla maniera trevigiana, utilizzate il Prosecco, al posto del vino bianco secco, con Aperol o Campari rosso e una fetta d'arancia o un'oliva.

Se volete preparare uno spritz analcolico, usate in un calice di vino una parte di bitter analcolico, due di succo di arancia e uno spruzzo di soda.

Abbinamenti

Lo spritz si abbina perfettamente agli stuzzichini salati come tartine, formaggi e olive, ma è sconsigliato l'abbinamento con le carni rosse.