29 Novembre 2022 10:50

Quali sono i funghi che si possono mangiare anche crudi? Porcini e non solo

Si possono mangiare i funghi crudi? La risposta è sì, purché si presti attenzione a quale tipologia vogliamo consumare. Esistono alcune varietà che possiamo mangiare anche senza cottura. Scopriamo quali.

A cura di Alessandro Creta
78
Immagine

I funghi si possono mangiare crudi? Di primo acchito a tanti verrebbe da rispondere "no": si tratta di un alimento che, se non trattato correttamente, bollito e adeguatamente cotto, può risultare nocivo anche nelle sue varietà edibili. Eppure in realtà la risposta è "sì": alcuni funghi possono essere mangiati crudi e probabilmente il numero di queste specie è superiore di quanto in molti non pensino.

Immagine

I funghi risultano tra gli alimenti che più si consiglia di consumare previa cottura, a ben vedere però ci sono alcune varietà che possiamo mangiare anche crude, magari in carpacci o insalate. Anzi, alcune di queste sembrano essere più buone da crude. Il motivo? Buona parte delle proprietà nutritive vanno perse con la cottura.

Basti pensare al tartufo, un fungo ipogeo solitamente consumato a scaglie grattato direttamente sulla pasta o sulla carne. E sì, tra le specie consumabili senza necessariamente ricorrere alla cottura ci sono pure i tanto amati porcini.

I funghi che possiamo mangiare crudi

Non ci sarebbe bisogno di specificarlo ma i funghi sono un alimento da maneggiare con estrema cura. Anche le varietà commestibili vanno trattate con la dovuta attenzione. E per consumarli crudi bisogna avere particolare accortezza alla qualità e alla tipologia di fungo.

Immagine

I funghi crudi sono comunque meno digeribili di quelli cotti, ed è quindi consigliabile evitare di assumerne in quantità esagerate. Importante, inoltre, che siano maturi e soprattutto freschi. Sia i funghi surgelati sia quelli secchi al contrario devono necessariamente essere consumati previa completa e accurata cottura.

Detto ciò, comunque, quali sono le varietà da mangiare pure crude? Come anticipato la più famosa è sicuramente il tartufo (specialmente quello bianco, sensibile alle cotture rispetto al nero), così come i tanto amati porcini: accompagnati da un filo d'olio, sale e pepe oppure protagonisti di gustose insalate. Stesso discorso vale per l'ovulo buono, utilizzato in particolar modo in carpacci e ancora insalate, preparazioni capaci di esaltare il suo delicato aroma.

Immagine

Se venisse cotto, infatti, l'ovulo buono tenderà anche a perdere la sua consistenza tenera. In questa speciale lista di funghi consumabili crudi rientrano anche lo champignon, il prataiolo e la lingua di bue, particolarmente ricca questa di vitamina C. A quanto pare nel novero rientrano anche prugnolo, cardoncello, colombina verde, specialmente nei loro esemplari più giovani.

Bene specificare come generalmente sia meglio consumare crudi questi funghi acquistati freschi dal supermercato o dal fruttivendolo di fiducia, in quanto sottoposti ai necessari controlli. Importante poi anche pulire adeguatamente i funghi, verificando che siano perfettamente sani.

78
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
78