19 Febbraio 2020 11:00

6 errori da non fare per preparare una frolla perfetta

Avete pesato gli ingredienti, impastato apparentemente nel modo giusto ma la vostra pasta frolla non vi soddisfa? Vi state chiedendo dove avete sbagliato ma non riuscite a venirne a capo? Preparare la pasta frolla è molto semplice: ma come sempre in pasticceria ci sono piccoli grandi errori da evitare. Ecco 6 errori da non fare per preparare una pasta frolla perfetta.

A cura di Rossella Croce
3398
Immagine

Base di crostate, biscotti e torte, la pasta frolla è una della preparazioni più importanti e conosciute della pasticceria internazionale.  Pochissimi ingredienti e un po' di manualità bastano per stendere una frolla deliziosa, eppure in pasticceria gli errori sono sempre dietro l'angolo: rovinare la pasta frolla potrebbe essere più semplice di quanto pensiate. Per farla burrosa e fragrante e preparare crostate perfette, occorre fare attenzione a poche e semplice regole, evitando alcuni errori. Vediamo quali.

1. Usare il burro a temperatura ambiente

Immagine

Tenere il burro fuori dal frigo e lasciarlo ammorbidire prima di iniziare la vostra preparazione è il modo migliore per rovinare definitivamente la pasta frolla prima ancora di pesare gli ingredienti. Se non si fosse capito, il burro deve essere freddissimo: è proprio quello il trucco per la pasta frolla perfetta. Più il burro è "caldo" infatti, più la frolla sarà difficile da lavorare, risulterà priva di consistenza e con molta probabilità, finirà per impazzire: praticamente da buttare.

2. Lavorarla troppo

Immagine

Il seguente punto si collega direttamente al precedente punto uno: il segreto della frolla è nella temperatura del burro, va da sé che lavorare troppo gli ingredienti, una volta impastati, rischia di riscaldare troppo l'ingrediente che la renderà friabile e croccante allo stesso tempo. Il consiglio è: mescolate energeticamente gli ingredienti per qualche minuto in una ciotola, trasferite il composto su un piano da lavoro infarinato e impastate con i polpastrelli.

3. Sbagliare l'ordine degli ingredienti

Immagine

Non state preparando le tagliatelle della domenica, dimenticate la classica fontana di farina in cui unire tutti gli ingredienti senza ordine e senza criterio. Il primo passaggio per una frolla perfetta è la sabbiatura: in una ciotola unite zucchero, farina e burro e lavorate con le mani fino a ottenere una consistenza sabbiosa, in cui il burro si sarà ben legato agli ingredienti secchi. Solo a questo punto potrete aggiungere, una alla volta, le uova, incorporandole al vostro panetto.

4. Zucchero a velo o semolato?

Immagine

Sfatiamo subito questo mito: nella pasta frolla ci va lo zucchero a velo. La scelta non è casuale: lo zucchero semolato infatti potrebbe anche essere usato, ma renderebbe la pasta frolla meno liscia e vellutata. Il risultato sarebbe una massa più granulosa e difficile da stendere: per questo è sempre meglio preferire lo zucchero a velo al semolato classico..

5. Dimenticare il sale

Immagine

Ci siete quasi, la vostra frolla sta prendendo forma, ma manca ancora qualcosa: un pizzico di sale, che spesso in pasticceria è fondamentale. Un bel pizzico di sale nella pasta frolla non può e non deve mancare: aiuta la stabilizzazione degli ingredienti e dona quel tocco di sapore in più che renderà la vostra frolla perfetta, pronta da farcire.

6. Non lasciarla riposare

Immagine

In pasticceria come nella vita ci vuole pazienza: volete preparare una crostata all'ultimo momento per il compleanno del vostro amico che avevate completamente dimenticato? Siamo qui per aiutarvi ma, per favore, non pensate di stendere la vostra pasta frolla prima che abbia riposato in frigo per almeno 30 minuti. Una volta impastata, la frolla dovrà essere avvolta nella pellicola e messa in frigo: solo in questo modo gli ingredienti lavorati si stabilizzeranno rendendola elastica e pronta per essere tirata al matterello.

3398
Lascia un commento
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
3398