ingredienti
  • Per il poolish
  • Farina 0 200 gr • 750 kcal
  • Acqua a temperatura ambiente 200 ml
  • Lievito di birra fresco 4 gr • 750 kcal
  • Per l'impasto (Dosi per 3 filoncini)
  • Farina 0 350 gr • 750 kcal
  • Acqua a temperatura ambiente 200 ml
  • Sale fino 10 gr • 21 kcal
  • Lievito di birra fresco 4 gr • 750 kcal
  • Malto 1 cucchiaino
  • Farina di semola q.b.
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il pane ciabatta è una tipologia di pane di origine veneta caratterizzata da una croccante crosta esterna e da una mollica morbida e molto alveolata all'interno. La tipica forma lunga e piatta ricorda quella della ciabatta, da qui il suo nome. L'impasto della ciabatta è caratterizzata da un'alta idratazione: viene infatti utilizzato il poolish, un pre impasto ricco di acqua che viene fatto lievitare per almeno 2 ore e che sarà poi la base per un secondo impasto. Verranno poi praticate delle pieghe e l'impasto sarà diviso in panetti e allungato. Infine sarà cotto in forno con un pentolino di acqua sulla base del fondo.

Le origini del pane ciabatta si possono ricondurre alla città di Adria, in provincia di Rovigo. Fu qui che Arnaldo Cavallari, figlio di mugnai, insieme a un esperto panificatore, Francesco Favaron, misero a punto il procedimento di questo particolare pane che registrarono nel 1982 con il nome di "Ciabatta d'Italia". Oggi la ciabatta è diffusa in tutto il modo e consumata al posto del classico pane oppure per la preparazione di squisiti panini farciti. Ma ecco come prepararla a casa.

Come preparare il pane ciabatta

Cominciate con la preparazione del poolish: mettete in una ciotola l'acqua, il lievito e la farina e impastate. Coprite la ciotola con un panno di cotone pulito e lasciate lievitare per 2 ore (1). Trascorso il tempo necessario, unite il resto del lievito, la farina, l'acqua e il malto e cominciate a impastare, aggiungendo anche il sale (2). Impastate fino a quando il composto non sarà morbido e appiccicoso. Mettete il composto su una spianatoia cosparsa con della semola. Piegate l'impasto in 3 parti, arrotolatelo e formate un panetto. Sistematelo in una ciotola oliata e fate lievitare per altre 2 ore (3).

Trascorso il tempo necessario capovolgete di nuovo l'impasto sulla spianatoia cosparsa di semola (4) e dividete il pane in 3 parti aiutandovi con una stecca. Sistemate delicatamente i filoncini su una teglia ricoperta di carta forno (5) e cuocete il pane in forno già caldo a 230° per 10 minuti, mettendo sul fondo un pentolino pieno d'acqua. Togliete il pentolino d'acqua, abbassate il forno a 200° e continuate la cottura per altri 10 minuti o fino a doratura. Una volta pronto, lasciate intiepidire. Il vostro pane ciabatta è pronto per essere portato in tavola (6).

Consigli

Il pane ciabatta può essere preparato anche con la biga, al posto del poolish. Si tratta di due pre impasti fermentati e preparati con acqua, lievito di birra e farina. La biga, però, presenta l’impasto in uno stato solido mentre il poolish lo presenta liquido: ciò è dovuto a proporzioni di acqua e farina differenti. Il poolish ha però un tempo di fermentazione inferiore, rispetto alla biga, permettendo una lavorazione più veloce.

Per la preparazione del pane ciabatta è importante la cottura per i primi 10 minuti a 230° con il pentolino pieno d'acqua sul fondo del forno, così da creare la giusta percentuale di vapore. La cottura dovrà poi continuare per 10-15 minuti senza l'acqua sul fondo e con il forno a 200°.

Conservazione

Potete conservare il pane ciabatta fino a 3 giorni all'interno di un sacchetto di carta. Una volta raffeddato bene, potete anche tagliarlo a fette e congelarlo, scongelandolo all'occorrenza.