ricetta

Pandoro vegano: la ricetta rivisitata del celebre dessert natalizio

Preparazione: 80 Min
Cottura: 50 Min
Riposo: 27 ore
Difficoltà: Difficile
Dosi per: 1 pandoro da 750 gr
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Cookist
A cura di Ilaria Cappellacci
523
Immagine
ingredienti
Per il lievitino
Bevanda di soia
60 ml
Farina manitoba
50 gr
Zucchero semolato
25 gr
Lievito di birra fresco
12 gr
Per il primo impasto
Farina manitoba
230 gr
Bevanda di soia
90 ml
Zucchero semolato
50 gr
Lievito di birra fresco
2 gr
Per il secondo impasto
Farina manitoba
220 gr
Zucchero semolato
100 gr
Bevanda di soia
50 gr
Margarina
40 gr
Estratto di vaniglia
1 cucchiaino
Sale
1 cucchiaino
colorante alimentare giallo
q.b.
per la sfogliatura
Margarina
80 gr
ti servono inoltre
Zucchero a velo
q.b.
Farina manitoba
q.b.
Margarina
q.b.

Il pandoro vegano è la rivisitazione, in chiave vegan, del celebre lievitato veronese immancabile durante le festività natalizie, in tutte le case, insieme a panettone, torrone e altri prelibatezze tipiche del periodo. Un dolce pensato per chi segue un’alimentazione priva di ingredienti di origine animale e quindi senza latte, burro o uova, che conquisterà proprio tutti per un sapore e una consistenza fedeli all’originale.

Per confezionarlo a regola d’arte, occorrerà rispettare innanzitutto i lunghi tempi di lievitazione della ricetta classica e poi munirsi del caratteristico stampo a stella, a otto punte, da circa 750 gr di capienza.

Noi siamo partiti dalla preparazione del lievitino, un pre-impasto che dovrà riposare per circa 1 ora, ottenuto miscelando la farina, lo zucchero, la bevanda di soia (al posto del latte) e il lievito di birra sbriciolato. Quindi abbiamo realizzato un doppio impasto, necessario per garantire un’alveolatura e una resa finale soddisfacente e, infine, ci siamo occupati della sfogliatura: una tecnica che consiste nel ripiegare la pasta più volte su se stessa, come si fa per la sfoglia, stratificandola con del grasso (in questo caso la margarina anziché il burro).

Otterrai così un dessert alto e soffice, dall'inconfondibile profumo di vaniglia, da cospargere con lo zucchero a velo e inzuppare a colazione in una tazza di caffellatte o gustare a fette al termine del pasto in compagnia di amici, vegani e non.

Per un risultato ottimale ti suggeriamo di coprire il pandoro, dopo i primi venti minuti di cottura, con un foglio di carta d'alluminio: in questo modo la base non si scurirà e il successo a tavola sarà assicurato.

Scopri come preparare il pandoro vegano seguendo passo passo procedimento e consigli. Se ti è piaciuta questa ricetta, prova anche altri deliziosi dolci vegan.

Come preparare il pandoro vegano

Per realizzare il pandoro vegano si comincia per prima cosa dal lievitino, poi si procede con la preparazione del doppio impasto e con la sfogliatura e, infine, si mette il dolce in forno a 180 °C per 50 minuti.

Prepara il lievitino

Sbriciola il lievito di birra in una ciotola 1.

Aggiungi lo zucchero 2.

Versa la bevanda di soia tiepida 3.

Mescola con un cucchiaino 4 per far sciogliere il lievito e lo zucchero.

Unisci la farina 5.

Incorporala con una frusta, fino a ottenere un composto liscio e privo di grumi 6; copri con pellicola trasparente e lascia lievitare a temperatura ambiente, in un luogo caldo, per circa 1 ora.

Il lievitino sarà pronto quando avrà raddoppiato di volume e si saranno formate delle bollicine in superficie 7.

Primo impasto del pandoro vegan

Versa il lievitino nel boccale della planetaria 8.

Aggiungi lo zucchero 9.

Unisci la farina setacciata 10.

Aggiungi il lievito di birra, sciolto nella bevanda di soia tiepida 11, e amalgama gli ingredienti con il gancio.

Trasferisci l'impasto in una ciotola capiente e copri con un foglio di pellicola trasparente 12.

Lascia lievitare fino al raddoppio del volume iniziale 13: ci vorranno circa 2 ore.

Secondo impasto del pandoro vegano

Una volta lievitato, metti nuovamente l'impasto nel boccale della planetaria e aggiungi lo zucchero 14.

Profuma con l'estratto di vaniglia 15.

Versa la bevanda di soia, miscelata con il colorante alimentare giallo 16: in questo modo donerai al pandoro vegano la caratteristica colorazione giallina, solitamente data dalla presenza delle uova.

Versa la farina 17 e lavora ancora con il gancio, fino a quando l'impasto si staccherà dalle pareti della planetaria.

A questo punto aggiungi la margarina morbida 18, poca alla volta, e termina con il sale.

Prosegui a impastare fino a ottenere un composto ben incordato 19, quindi trasferiscilo su un piano di lavoro leggermente infarinato.

Forma una palla 20.

Copri con la pellicola trasparente 21 e lascia lievitare per circa 3 ore.

Laminazione o sfogliatura del pandoro vegano

Trascorso il tempo di riposo, stendi l'impasto con un matterello su un piano di lavoro infarinato 22, in modo da formare un rettangolo.

Spalma sul rettangolo d'impasto la margarina 23.

Piega il lato più lungo del rettangolo verso il centro 24.

Chiudi anche l'altro lato, facendo combaciare i due lembi d'mpasto 25.

Procedi allo stesso modo con il lato corto, fino ad arrivare a metà rettangolo 26.

Ripiega verso il centro il lembo rimanente 27.

Avvolgi il panetto ottenuto con la pellicola trasparente 28 e metti in frigo per 30 minuti.

Trascorso il tempo, riprendi l'impasto 29.

Stendilo di nuovo con il matterello 30.

Realizza nuovamente le pieghe 31 come fatto in precedenza e trasferisci in frigo per un'altra mezzora; quindi ripeti l'operazione altre due volte, sempre facendo riposare l'impasto in frigo tra una piega e l'altra.

A questo punto riprendi l'impasto e procedi con la pirlatura, roteando il composto tra le mani e formando una palla liscia e omogenea 32.

Ungi lo stampo per pandoro con la margarina e cospargilo con la farina 33.

Sistema l'impasto nello stampo con la parte della chiusura rivolta verso l'alto 34, copri con la pellicola trasparente e lascia lievitare in frigo per 1 notte.

Inforna il pandoro vegano

Il mattino seguente, riprendi l'impasto e lascialo lievitare a temperatura ambiente, in un luogo caldo e al riparo da correnti d'aria, per 6-7 ore o fino a quando il composto non raggiungerà quasi il bordo dello stampo 35. Metti quindi in forno a 180 °C e lascia cuocere per circa 50 minuti: trascorsi i primi 20 minuti di cottura, copri con un foglio di alluminio per evitare che la base del pandoro si scurisca troppo. Una volta cotto, sforna il pandoro, lascialo raffreddare completamente e sformalo su un piatto da portata.

Spolverizza il pandoro vegano con abbondante zucchero a velo 36, taglialo a fette e servi.

Conservazione

Il pandoro vegano si conserva a temperatura ambiente, ben chiuso in un sacchetto per alimenti, per 3-4 giorni massimo.

Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Dolci
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
523