ingredienti
  • Orata 500 g • 120 kcal
  • Pomodori maturi 500 g
  • Aglio 2 spicchi • 79 kcal
  • Prezzemolo 1 manciata • 79 kcal
  • Olio d’oliva 20 ml • 901 kcal
  • Sale 1 pizzico • 21 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

L'orata all'acqua pazza è un secondo a base di pesce molto gustoso e genuino da preparare in tutte le stagioni dell'anno. L'orata si condisce con pomodori, aglio, prezzemolo, olio e sale e si cuoce in padella. L'acqua pazza è una preparazione che ha origine alla fine dell'Ottocento nelle zone marinare della Campania e del Sud Italia. Secondo alcune testimonianze scritte, la cottura all'acqua pazza era adoperata dai pescatori poveri che sostituivano il sale, allora molto costoso, con l'acqua di mare. Questo metodo di preparazione si può utilizzare anche con altri pesci bianchi di mare, come ad esempio il dentice o il branzino, ed è considerato perfetto per un pasto ipocalorico.

Come preparare l'orata all'acqua pazza

Mettete gli spicchi d'aglio in una padella con l'olio (1). Rosolate a fiamma bassa. Lavate sotto il getto d'acqua e in un colino i pomodori (2). Prendete un tagliere e affettateli (3).

Versateli nella padella (4) e girate con un mestolo di legno di frequente. Aggiungete una manciata di foglie di prezzemolo fresco, il sale e coprite con un coperchio (5). Dopo circa 15 minuti dedicatevi all'orata (6).

Tagliate sulla pancia e togliete le interiora (7). Rimuovete anche la pinna (8). Mettete l'orata in padella e continuate la cottura per altri 15 minuti (9). Servite l'orata all'acqua pazza su un piatto di portata.

Consigli

Pulire il pesce non è un'operazione molto complicata. Se non vi piace o pensate di non essere pratici chiedete in pescheria di farlo, in modo che dovrete sistemare il pesce direttamente in padella senza svuotarlo prima. Scegliete dei pomodori succosi e gustosi. Andranno bene anche i ciliegina ma dovrete aumentare le dosi visto che sono più piccoli. Anche il prezzemolo è bene che sia fresco per dare più sapore possibile.

Varianti

Cernia, branzino, dentice, merluzzo e tutti i pesci di media dimensioni sono ideali da cucinare in questo modo. Scegliete in base alle vostre preferenze quale comprare e preparare così. Molto amata anche l'orata all'acqua pazza con patate. In questo caso dovrete metterle a cuocere prima dei pomodori perché richiedono più tempo. Saranno deliziose perché prenderanno il sapore del piatto stesso. Chi ha più tempo a disposizione, oppure ha diverse bocche da sfamare, può fare l'orata all'acqua pazza in forno e non in padella. Il procedimento è lo stesso: pomodori prima, pesce dopo. Gli amanti degli aromi possono aggiungere un po' di vino bianco per sfumare il tutto.

Conservazione

L'orata all'acqua pazza si conserva all'interno di un contenitore ermetico e in frigorifero, per due giorni. Non oltre.