video suggerito
video suggerito
ricetta

Marmellata di rabarbaro: la ricetta della confettura originale e profumata

Preparazione: 30 Min
Cottura: 50 Min
Macerazione: 3 Ore
Riposo: 2-3 Settimane
Difficoltà: Facile
Dosi per: 3 barattoli da 250 gr
A cura di Ilaria Cappellacci
21
Immagine

ingredienti

Rabarbaro (al netto degli scarti)
1 kg
Zucchero semolato
400 gr
Limone (succo e scorza)
1
Per accompagnare
Fette di pane
q.b.

La marmellata di rabarbaro è una conserva dolce originale e golosa, perfetta da spalmare sul pane per la colazione e la merenda, ma anche da utilizzare per crostate, strudel e crumble. Tecnicamente, come definito dalle direttive dell'Unione Europea, si tratta di una confettura: è realizzata, infatti, non con gli agrumi, ma con il rabarbaro, una pianta erbacea perenne di origine asiatica dal retrogusto acidulo e pungente, tipica della cucina britannica.

Per confezionarla, abbiamo usato le coste del rabarbaro, dal caratteristico colore rosa brillante: sarà sufficiente eliminare i filamenti esterni più coriacei, tirandoli via con l'aiuto di un coltello, tagliarle a tocchetti e raccoglierle in una ciotola con lo zucchero, la scorza grattugiata e il succo di limone. Si lascia quindi macerare il tutto per circa 3 ore, poi si procede alla cottura in una pentola d'acciaio dai bordi alti, fino a ottenere un composto denso e ben caramellato.

Non sarà necessario aggiungere pectinaaltri addensanti artificiali, ma la cosa importante è non variare la percentuale di zucchero contenuta nella ricetta, necessaria a evitare la proliferazione di muffe e batteri. Una volta pronta, la confettura può essere trasferita, ancora bollente, negli appositi vasetti di vetro con tappo a chiusura ermetica: con le nostre dosi riuscirai a ottenere tre barattoli da 250 grammi di prodotto l'uno.

A quel punto, sarà sufficiente capovolgere i vasetti per avviare il processo di sottovuoto, fino al completo raffreddamento: trascorso il tempo di riposo, la marmellata di rabarbaro sarà ideale per accompagnare formaggi freschi o stagionati, per dare un tocco in più a salsicce e costine di maiale, per arricchire torte soffici o da gustare semplicemente spalmata su fette di pane tostate, per una pausa genuina.

Scopri come preparare la marmellata di rabarbaro seguendo passo passo procedimento e consigli. Se ti è piaciuta questa ricetta, prova anche la marmellata di cetrioli, la marmellata di uva spina e la marmellata di ananas.

Come preparare la marmellata di rabarbaro

Monda le coste del rabarbaro, sfilando i filamenti esterni più coriacei 1.

Taglia il rabarbaro a tocchetti 2, poi sciacqualo sotto l'acqua fredda e scolalo per bene.

Raccogli il rabarbaro in una ciotola capiente 3.

Aggiungi lo zucchero 4.

Grattugia la scorza di un limone biologico 5.

Versa il succo spremuto e filtrato del limone 6.

Mescola accuratamente gli ingredienti 7.

Copri la ciotola con un foglio di pellicola trasparente 8 e lascia riposare il rabarbaro per circa 3 ore.

Trascorso il tempo necessario, trasferisci il rabarbaro con tutto il suo liquido di vegetazione in una pentola di acciaio dai bordi alti 9.

Cuoci il rabarbaro a fiamma dolce per circa 40-50 minuti, finché non otterrai un composto caramellato, morbido e di colore uniforme 10.

Riempi i vasetti di vetro precedentemente sterilizzati con la marmellata di rabarbaro ancora bollente 11, facendo attenzione a non scottarti.

Chiudi i vasetti con gli appositi tappi nuovi 12.

Capovolgi i vasetti, così da avviare il processo di sottovuoto 13, e lascialo capovolto fino al completo raffreddamento. Trascorso il tempo necessario, premi leggermente con un dito al centro del tappo: se non senti alcun "clic-clac", la procedura è avvenuta correttamente. A quel punto, riponi i vasetti in dispensa per almeno 2-3 settimane.

Trascorso il tempo necessario, la tua marmellata di rabarbaro è pronta per essere gustata 14.

Consigli

Nel caso in cui la confettura dovesse risultare troppo liquida, puoi ottenere una consistenza più densa aggiungendo 1/2 mela tagliata a cubetti prima della cottura. In alternativa, puoi miscelare circa 20 grammi di fecola di patate con due cucchiai del liquido di macerazione del rabarbaro e versare il tutto al resto del composto.

Il gusto caratteristico del rabarbaro si sposa alla perfezione con la delicatezza delle fragole: puoi unirne qualcuna, per un risultato più dolce e goloso, ma anche per un colore più rosso intenso.

Conservazione

La marmellata di rabarbaro si conserva a temperatura ambiente e al riparo da fonti di luce e di calore per circa 3 mesi. Una volta aperto il vasetto, si consiglia di consumarla in 4 giorni al massimo.

Ricorda di seguire sempre le linee guida del Ministero della Salute per la corretta preparazione e conservazione delle conserve.

Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Ricette
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
api url views