video suggerito
video suggerito
ricetta

Filetto al roquefort: la ricetta del secondo piatto succulento e gustoso

Preparazione: 15 Min
Cottura: 10 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 2 persone
A cura di Silvia Ferrau
31
Immagine

ingredienti

Filetti di manzo
2
Burro
15 gr
Olio extravergine di oliva
2 cucchiai
Sale
q.b.
pepe
q.b.
per la salsa
Roquefort
50 gr
Brandy
1/2 tazzina
Panna
80 ml

Il filetto al roquefort è un secondo raffinato e prelibato, ideale per un'occasione speciale o di festa. Si prepara con uno dei tagli più teneri del manzo, lo stesso utilizzato per la versione alle erbe, scottato in padella e accompagnato da una salsa al roquefort, formaggio erborinato francese simile al gorgonzola nostrano, dal gusto persistente, sapido e deciso.

A dispetto di quanto si potrebbe pensare, la preparazione è molto semplice, ma è fondamentale rispettare esattamente le tempistiche di cottura della carne: in caso contrario, risulterebbe dura e stoppacciosa, e comprometterebbe la buona riuscita del piatto. Per portarlo in tavola, ti basterà rosolare il filetto con olio e burro fuso, non più di 3 minuti per lato, poi metterlo da parte coperto; al fondo rimasto in padella si aggiungono il brandy, la panna e il roquefort, ridotto a tocchetti.

Non ti rimarrà che servire i medaglioni, ben irrorati dalla gustosissima salsina di accompagnamento: otterrai così una pietanza succulenta e saporita, da accompagnare con un'insalatina mista, un contorno di verdure gratinate o una porzione di patate al forno, insieme a delle fettine di pane casereccio e un calice di vino rosso. Sarà perfetta da proporre per un pranzo in famiglia o una cena con gli amici più cari.

Per questa ricetta, prediligi il manzo (o, in alternativa, il vitello) e scegli, se ti è possibile, lo chateaubriand, un taglio particolarmente pregiato, ricavato dal cuore del filetto; la testa, invece, è più indicata per realizzare il roast beef. Per una resa ottimale, ricordati di legare con cura la carne utilizzando lo spago da cucina, in modo da trattenere i succhi all'interno e favorirne la morbidezza.

Scopri come preparare il filetto al roquefort seguendo passo passo procedimento e consigli. Se ti è piaciuta questa ricetta, prova anche il filetto al pepe rosa, lo chateaubriand con salsa bernese e il filetto alla Wellington.

Come preparare il filetto al roquefort

Metti il burro, tagliato a tocchetti, in una padella antiaderente 1.

Aggiungi l'olio extravergine di oliva 2 e lascia fondere a fiamma dolce.

Taglia il filetto in fette spesse da 3 a 5 centimetri, quindi legale con lo spago da cucina, in modo da trattenere i succhi all'interno della carne e favorire la morbidezza 3.

Condisci con un pizzico di sale 4.

Spezia con un po' di pepe macinato al momento 5.

Quando l'olio e il burro saranno ben caldi, trasferisci i due pezzi di filetto in padella 6.

Falli rosolare circa 3 minuti per lato a fiamma media 7; ti raccomandiamo di rispettare le tempistiche di cottura e non prolungarle troppo, altrimenti la carne risulterà secca e stopposa.

Sposta i filetti su un piatto 8.

Coprili con un coperchio per evitare che si raffreddino eccessivamente 9 e tienili da parte.

Per preparare la salsa, versa il brandy nel fondo di cottura della carne 10.

Unisci la panna da cucina 11.

Amalgama la panna per pochi istanti, in modo da farla sciogliere 12.

A questo punto, riduci il roquefort a cubetti 13.

Trasferisci il formaggio nella padella con la panna e il brandy 14.

Lascia fondere il tutto a fiamma dolcissima, mescolando continuamente 15.

Sposta i filetti di carne su un tagliere ed elimina lo spago 16.

Tagliali a fettine spesse circa 1 centimetro: all'interno dovranno risultare ancora rosei e succosi 17. Disponili su un piatto da portata.

Irrora la carne con la salsa e porta subito in tavola il tuo filetto al roquefort 18.

Consigli

In alternativa al filetto di manzo o di vitello, puoi utilizzare la lonza di maiale: in quest'ultimo caso, ricava dei medaglioni spessi circa 3 centimetri e, se desideri, arricchiscili con una fogliolina di salvia e una fettina di pancetta tesa, prima di legarli con lo spago. Inoltre, puoi sostituire il brandy con cognac, whiskey, rum scuro o vino bianco secco.

Conservazione

Una volta pronto, si consiglia di consumare il filetto al roquefort al momento, per gustarlo in tutta la sua tenerezza ma, se dovesse avanzare, puoi conservarlo in frigorifero, ben chiuso in un contenitore ermetico, per 1 giorno al massimo. La salsa al roquefort può essere conservata in frigo, in un contenitore chiuso, fino a 2 giorni.

Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Ricette
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
api url views