estrattori di frutta e vrdura

Un estrattore di succo è un elettrodomestico da cucina sempre più apprezzato negli ultimi anni perché permette di prepara succhi di frutta e verdura completamente naturali, mantenendo inalterate le proprietà benefiche delle materie prime, senza l'aggiunta di zuccheri o di altre sostanze chimiche. Grazie a questo piccolo elettrodomestico è più facile seguire un'alimentazione sana. I succhi naturali, infatti, ricchi di vitamine, sono una valida alternativa a quelli industriali, pieni di conservanti e zuccheri. In questo modo, anche i più piccoli riusciranno ad assumere la dose giornaliera di frutta e verdura consigliata, indispensabile per assicurare diversi benefici all'organismo fondamentali per il benessere fisico e mentale.

Ma come funziona un estrattore di succo? La coclea, una particolare vite posta nel boccale, viene azionata dal motore che lavora ad una velocità molto bassa. Questo sistema di rotazione lento consente di pressare la frutta contro il filtro senza creare calore e, di conseguenza, rallentando il processo di ossidazione dei vegetali: i succhi di frutta e verdura riescono così a conservare una quantità superiore di nutrienti. È proprio questa la differenza con una centrifuga, il cui motore lavora ad una velocità molto più elevata e che, surriscaldando le lame che sminuzzano i pezzi di frutta e verdura, produce un succo meno nutriente e più schiumoso.

In commercio sono disponibili diversi modelli ed è molto facile trovare quello giusto per tutte le esigenze. Ci sono estrattori che si sviluppano in orizzontale e modelli, più moderni e professionali, verticali. Scopriamo insieme quali sono i migliori estrattori di succo a freddo del 2021 realizzati da brand come Hurom, Philips, Moulinex, Panasonic e Kenwood, aziende specializzate nella produzione di elettrodomestici.

I 10 migliori estrattori di succo a freddo del 2021

Di seguito troverete la classifica dei migliori estrattori di succo a freddo disponibili su Amazon, selezionati in base alla struttura, alle prestazioni, al prezzo e alle opinioni degli utenti che hanno acquistato online. Scopriamoli insieme.

1. HUROM H-100-EBDA01

estrattore hurom

L'estrattore di succo a freddo Hurom H-100-EBDA01 è un modello dal design più sofisticato ed è realizzato in polimeri senza BPA. Anche la pulizia è più semplice con il nuovo filtro a maglie strette che può essere diviso in due per eliminare i residui più grossi. È stato progettato con un nuovo sistema di uscita che permette, premendo solo un bottone, di lasciar passare oppure no, i residui come i filamenti, in base alla consistenza che si desidera bere.

È un modello che si sviluppa in verticale, quindi, è poco ingombrante ma abbastanza pesante (5,6 kg). Il motore da 150 watt ha un sistema di rotazione che lavora ad una velocità di 43 giri al minuto.

2. Oscar Neo XL

estrattore

Per chi cerca un estrattore di succo a freddo professionale, la soluzione è Oscar Neo XL Whole Slow Juicer. È un piccolo elettrodomestico con un motore più potente rispetto agli altri di cui abbiamo già parlato, infatti ha una potenza di 250 watt e lavora ad una velocità di 40 giri al minuto. Quindi, riesce comunque a garantire un'estrazione lenta e a freddo.

La struttura, che si sviluppa in verticale e pesa 6,5 kg, è realizzata in acciaio inox privo di BPA ed ha due diverse imboccature: una per la frutta rotonda ed un'altra per la verdura lunga. Nel prezzo sono inclusi un ricettario, 2 filtri, uno spazzolino per facilitare la pulizia e due recipienti dove raccogliere il succo per conservarlo in frigo.

3. Aicok 3 in 1

estrattore aikook

L'estrattore di succo a freddo di Aicok è un modello economico in grado di preparare estratti di frutta e verdura, succhi di frutta e gelati per tutta la famiglia. Il motore da 150 watt gira ad una velocità molto bassa, solo 60 giri al minuto, che non lo fa surriscaldare e quindi gli alimenti non si alterano così come le vitamine e le proteine.

L'estrattore ha un peso di 6,5 kg e dei pratici piedini antiscivolo che lo rendono molto stabile sul piano di appoggio. Nella confezione sono inclusi 3 filtri: un filtro a maglia fine per i succhi di frutta e verdure, un filtro a maglia grossa per preparare il cibo per i bambini e i succhi con la polpa, e, infine, un accessorio per il gelato.

4. Panasonic MJ-L500

estrattore panasonic mj-l500

Continuiamo la nostra classifica con l'estrattore di succo a freddo Panasonic Slow Juicer MJ-L500, perfetto per l'utilizzo domestico, che riesce ad estrarre le vitamine e i principi nutritivi senza alterarli. Questo è possibile grazie al sistema di estrazione che funziona a bassa velocità, solo 45 giri al minuto. Il punto di forza di questo estrattore è che può lavorare sia la frutta fresca che quella congelata.

Questo piccolo elettrodomestico, che pesa solo 4 kg, può essere smontato e lavato comodamente in lavastoviglie. Inoltre, ha due comodi accessori, che sono il beccuccio e il tappo anti-goccia, per non far gocciolare il succo sul bancone.

5. Kenwood PureJuice

estrattore di frutta

L'estrattore PureJuice  JMP601SI estrae fino al 84% di succo dalla polpa pressando e spremendo i pezzi di frutta che possono essere inseriti comodamente dal tubo che ha un diametro di 19 cm. Inoltre, ha un comodo contenitore per raccogliere la polpa con una capacità di ben 1,3 L e una caraffa con capienza di 1L per conservare il succo.

Anche in questo caso abbiamo un sistema di pressatura che lavora ad una bassa velocità, 60 rpm. In questo modo il motore, da 150 watt, non si surriscalda e riesce a lavorare anche in maniera molto silenziosa. Infine, ha una comoda funzione di pre-lavaggio e risciacquo del boccale che serve ad eliminare i residui più grossi.

6. Philips HR1894/80

estrattore philips

Continuiamo con questo estrattore a freddo auto-pulente Philips modello Microjuicer HR1894/80. Questo elettrodomestico da cucina funziona con una tecnologia all'avanguardia chiamata MicroMasticating che prevede un processo suddiviso in 3 fasi: taglia la frutta in pezzetti molto piccoli, omogeneizza e spreme per estrarre la quantità maggiore possibile di succo. È possibile anche utilizzare la frutta congelata per realizzare dei gustosi sorbetti ricchi di principi nutritivi e vitamine.

Il motore ha una potenza di 200 watt che mette in funzione un sistema di pressatura ad una velocità di 30 giri al minuto. Sia il contenitore per la polpa che la caraffa per il succo hanno una capienza di 1 L  e sono realizzati in plastica così come l'intera struttura esterna.

7. Imetec Succovivo Pro 2000

estrattore imetec

Imetec SuccoVivo PRO 2000 è un estrattore di succo e verdura a freddo davvero innovativo e multi-funzione. Oltre alle classiche bevande ricche di vitamine e proteine, è possibile preparare delle maschere di bellezza per il viso e per il corpo, naturali al 100%. Il motore da 300 watt lavora ad una velocità di 48 giri/min e può estrarre il succo dalla frutta per 30 minuti consecutivamente senza pause. La struttura è realizzata con materiali BPA free ed è piuttosto pesante, infatti, pesa 8 kg.

Nella confezione sono inclusi: un filtro a maglia stretta per realizzare succhi vellutati, un filtro a maglia larga per estratti con fibre, un accessorio per le granite e  sorbetti, un ricettario e il filtro Beauty. Questo filtro è realizzato in acciaio inox e Tritan senza BPA e permette di raccogliere la polpa con cui realizzare i trattamenti.

8. Moulinex ZU1508

estrattori moulinex

L'estrattore di succo Juiceo ZU1508 è dotato di una tecnologia di spremitura a freddo che garantisce succhi ricchi di vitamine e proteine perché non vi è calore che altera gli alimenti e la loro composizione. Il motore, da 150 watt, lavora a velocità costante di 60 giri al minuto e, grazie alla funzione inversa, è in grado di sbloccare eventuali pezzi di frutta e verdura incastrati nella coclea.

Il design è molto pratico e compatto perché la struttura si sviluppa in verticale e le sue dimensioni sono 25.8 x 19.4 x 42 cm. Inoltre, grazie al beccuccio anti-goccia il bancone da lavoro resta sempre pulito e non si macchia. Tutte le componenti amovibili possono essere lavate in lavastoviglie.

9. RGV 110900

estrattore rgv

Juice Art Slow Juicer è un estrattore a freddo con un motore estremamente silenzioso, facile da pulire, grazie anche allo spazzolino dato in dotazione, e versatile. Infatti, con questo elettrodomestico da cucina è possibile realizzare succhi, bevande detox, sorbetti e gelati.

Ha un motore molto potente da 400 watt ed un sistema di pressione che lavora lentamente, solo 60 giri al minuto, che consente di mantenere freddi i vegetali spremuti. Inoltre, è estremamente silenzioso con 1 bB e può essere utilizzato in qualsiasi momento della giornata.

10. Macom Perfect Juice

estrattore di frutta e verdura

L'ultima proposta della nostra classifica è questo estrattore a freddo Macom 859 in grado di realizzare succhi di frutta e verdura senza alterarne la composizione nutritiva perché è un estrattore a freddo. Il motore aziona una lenta spremitura, con una velocità di 60 giri al minuto, che non ossida né riscalda gli alimenti.

La struttura è realizzata in acciaio spazzolato senza BPA e l'imboccatura ha un diametro di 75mm, tale da consentire di inserire la frutta anche se non è tagliata a pezzi piccolissimi.

È meglio scegliere un estrattore o una centrifuga? Le differenze

Centrifuga ed estrattore sono due elettrodomestici abbastanza diversi e presentano delle differenze soprattutto per quanto riguarda il funzionamento. L'estrattore ha un motore che aziona un sistema di rotazione molto lento, per cui la coclea non si surriscalda e le proprietà nutritive dei vegetali non si alterano, proprio per questo si parla di estrattore di succo a freddo.

Al contrario, il motore della centrifuga, lavorando ad una velocità molto elevata, si surriscalda e questo velocizza il processo di ossidazione dei succhi. Da qui deriva un'altra differenza: i centrifugati devono essere consumati appena realizzati mentre i succhi dell'estrattore possono essere conservati in frigo anche per 48 ore. L'estrattore, lavorando molto lentamente, risulta anche più silenzioso e, quindi, può essere utilizzato anche di prima mattina mentre gli altri dormono, cosa che non è possibile fare con la centrifuga che è molto rumorosa. Per quanto riguarda la pulizia e la manutenzione, per alcuni la centrifuga risulta più semplice da smontare e lavare ma è una questione prettamente soggettiva, ciò che è oggettivo, invece, è che l'estrattore costi molto di più. Il consiglio, però, è di non soffermarsi solamente sul prezzo ma di fare una valutazione di tutti gli elementi che abbiamo menzionato e capire qual è l'elettrodomestico che meglio risponde alle proprie esigenze personali.

Cos'è, come è fatto e come utilizzare un estrattore di succo

L'estrattore di succo è un piccolo elettrodomestico da cucina in grado di separare la polpa dalla buccia della frutta e della verdura per ricavare dei succhi nutrienti, salutari e completamente naturali. In genere presente una struttura che si sviluppa in verticale: nel boccale ci sono la coclea ed il filtro, mentre nel corpo della struttura c'è il motore (nei modelli più compatti è possibile trovare anche il contenitore per la polpa, che altrimenti si trova all'esterno). Sopra il boccale c'è l'imboccatura dove viene inserita la frutta e la verdura e che, in alcuni casi, può terminare con un piccolo vassoio dove appoggiare i pezzi prima di inserirli. Infine dispone di un comodo beccuccio che serve per versare il succo preparato all'interno di un recipiente.

Il funzionamento di un estrattore è molto semplice ed intuitivo. La frutta o la verdura, lavata e tagliata a pezzi, viene inserita all'interno dell'elettrodomestico e spinta giù da un pressino. A questo punto si azione la coclea che, ruotando su se stessa, pressa i pezzi di frutta per ricavare la maggior quantità di succo e separarlo dalla polpa. La coclea gira ad una velocità molto bassa ed è proprio questa caratteristica che le permette di non surriscaldarsi e di non alterare gli alimenti, rallentare il processo di ossidazione. A questo punto il succo, corposo e denso, scivolerà attraverso il beccuccio anti-goccia all'interno della caraffa e potrà essere consumato al momento o conservato in frigo.

In alcuni modelli è prevista la presenza di un contenitore per la polpa scartata che può essere utilizzata per la preparazione di altre ricette così da non avere sprechi.

Perché acquistare un estrattore di succo? I vantaggi

Un estrattore può preparare gustosi succhi di frutta e verdura senza conservanti, in grado di arricchire la nostra alimentazione con la giusta dose di proteine e vitamine. Scopriamo insieme quali sono i vantaggi che derivano dall'acquisto di questo piccolo elettrodomestico.

  • Le fibre contenute nella frutta e della verdura fanno molto bene al nostro corpo, regolarizzano l'intestino ed hanno effetti benefici anche sulla pelle e sui capelli. Infatti, a differenza dei succhi industriali sono totalmente naturali e privi di qualsiasi sostanza nociva;
  • aiutano a seguire un'alimentazione corretta ma, soprattutto, a seguire la dieta senza troppi sacrifici. Infatti, la possibilità di assumere la frutta e la verdura sotto forma di bevande è molto più accattivante;
  • è un buon metodo per convincere i bambini a mangiare la frutta e la verdura senza fare capricci. Inoltre, è possibile coinvolgerli nella preparazione dei succhi così da rendere tutto più divertente;
  • sostituire le merendine e gli altri snack con gli estratti di succo e verdura, ci aiuta a consumare le 5 dosi giornaliere di frutta e verdura, indispensabili per godere di una buona salute.

Come scegliere il miglior estrattore di succo

L'estrattore di succo può influenzare positivamente le abitudini alimentare dell'intera famiglia. Proprio per questo è importante sceglierne uno che sia adatto alle esigenze di tutti. Le caratteristiche da valutare prima dell'acquisto sono la struttura, la potenza e la praticità d'uso. Scopriamole insieme.

Tipologie di estrattori di succo

Gli estrattori possono avere due forme differenti e svilupparsi, quindi, in verticale o in orizzontale. I primi modelli erano quelli in orizzontale ma anche oggi è possibile trovarne ancora sul mercato. Questi hanno la coclea più grossa e, per questo, sono perfetti per premere e pressare la frutta piccola e la verdura a foglia piccola. Le verdure a foglia piccola sono le più nutrienti perché ricche di fitonutrienti, amminoacidi essenziali e enzimi. Inoltre, questi modelli sono i più versatili perché possono essere utilizzati anche per realizzare zuppe, gelati, omogeneizzati e sorbetti. Per quanto riguarda gli estrattori di succo verticali, sono i modelli più moderni e anche meno ingombranti e la coclea è più lunga che larga. Sono in grado di miscelare perfettamente i succhi grazie al tappo che chiude il bocchettone. Essendo più moderni sono in grado di lavorare qualsiasi tipo di frutta e verdura, di qualsiasi dimensione e forma e non è necessario tagliare i vegetali in pezzi piccolissimi.

Struttura

Oltre alla forma, bisogna valutare anche altri parametri come le dimensioni ed il peso. Le misure da prendere sono l'altezza e la larghezza per assicurarci che l'estrattore sia adatto allo spazio disponibile in cucina. Il peso, che varia dai 3 ai 6 kg, è un altro elemento da considerare se decidiamo di non stabilire una postazione fissa per l'estrattore ma ogni giorno dovremo prenderlo e riporlo. C'è da dire, però, che un elettrodomestico più pesante sarà più stabile e si muoverà di meno sul bancone. Infine, misuriamo la grandezza del tubo e del vassoio posto alla sua estremità. Optare per un tubo più largo ci permetterà di lavorare più velocemente perché non dovremo tagliare la frutta a pezzi piccoli.

Capienza

La capacità dell'estrattore fa riferimento a due componenti diversi. Il primo riguarda la capacità della brocca dove viene versato il succo una volta estratto. In genere, queste caraffe hanno una capacità tra i 300 ml e i 500 ml, ma i modelli più grandi possono raccogliere fino ad 1 L.

Anche la capienza del contenitore degli scarti va valutata perché una volta riempito dovremo svuotarlo prima di procedere ad un nuova estrazione. Proprio per questo, per chi necessita di un utilizzo veloce è meglio sceglierne uno grande che non richieda di fermasi in continuazione.

Prestazioni del motore

Il motore di un estrattore non deve essere necessariamente molto potente, infatti, in generale la sua potenza, espressa in watt, varia dai 150 watt ai 500 watt. La cosa importante da valutare, invece, è il sistema di rotazione e quanti giri fa al minuto. Negli estrattori di succo a freddo, il sistema fa all'incirca 60 giri al minuti perché lavora, per l'appunto, ad una velocità bassa. Questo consente di non surriscaldare la coclea e di non alterare le proprietà nutritive dei vegetali. Nei modelli di fascia più alta, è quasi sempre possibile selezionare il livello di velocità desiderato anche in base al tipo di frutta e verdura che dobbiamo lavorare. Ci sono, infatti, alcune verdure più fibrose che necessitano di una velocità superiore.

Possiamo distinguere, comunque, tre tipologie:

  • dai 40 ai 60 giri al minuto;
  • dai 60 agli 80 giri al minuto;
  • dagli 80 ai 100 giri al minuto.

Una funzione molto utile che hanno alcuni modelli è di invertire il verso di rotazione della coclea così da farla girare in senso opposto. In questo modo, nel caso in cui alcuni pezzi dovessero rimanere incastrati, sarebbe possibile sbloccarli.

Tempi di lavoro

Gli estrattori di succo più performanti possono lavorare fino a 30 minuti consecutivamente senza andare sotto sforzo mentre i modelli più economici lavorano per circa 10 minuti e poi necessitano di pause. Questa differenza dipende soprattutto dalla qualità delle componenti interne dell'estrattore e dalla robustezza della struttura della macchina.

Ovviamente, i modelli più performanti sono anche i più costosi e, considerato che non sempre sono necessari, è il caso di valutare le esigenze personali e le abitudini del proprio nucleo familiare. Infatti, se abbiamo bisogno di un estrattore che la mattina prepari il succo per tutti i componenti della famiglia, sarà il caso di optare per un modello che riesca a lavorare più a lungo senza pause, in caso contrario, un modello economico andrà benissimo.

Praticità d'uso

L'estrattore è un elettrodomestico da cucina, generalmente, utilizzato con frequenza giornaliera. Per questo motivo, è il caso di sceglierne uno che sia comodo e pratico da usare. Ci sono degli elementi che possiamo valutare affinché l'estrattore che andremo ad acquistare abbia queste caratteristiche.

  • Beccuccio e tappo antigoccia: il beccuccio permette di versare il succo nel bicchiere o nell'estrattore senza farlo schizzare ovunque mentre il tappo contribuisce a mantenere inalterate le proprietà nutritive del succo e, ovviamente, a non farlo gocciale sul piano di lavoro. Infatti, alcuni frutti e verdure lasciano delle macchie che sono molto difficili da eliminare e rischiano di rovinare i banconi;
  • rumorosità: i decibel raggiunti da un estrattore, in genere, non superano i 30dB. Questo elemento è molto importante e va tenuto in considerazione perché potrebbe limitare l'utilizzo del nostro elettrodomestico. Invece, se scegliamo un modello piuttosto silenzioso potremmo utilizzarlo a qualsiasi orario senza disturbare nessuno;
  • piedini antiscivolo: permettono di ridurre il rischio che l'estrattore si muova eccessivamente o, addirittura, cada dal bancone;
  • facilità di assemblaggio: un estrattore facile da montare è sicuramente preferibile perché sarà più pratico e comodo da utilizzare e anche da lavare.

Pulizia e manutenzione

L'estrattore è un elettrodomestico da cucina che deve essere lavato ogni volta che è utilizzato. Considerato che può rivelarsi un'attività noiosa e lunga, è importante scegliere un modello che ci faciliti la vita. A tal proposito, deve essere facile da montare e da smontare e, ancora meglio, se una volta smontati i pezzi possono essere inseriti in lavastoviglie. Alcuni modelli hanno una funzione apposta di pre-lavaggio che permette di eliminare i residui più grandi di polpa e filamenti con l'acqua mettendo in funzione la coclea.

Materiali

I materiali utilizzati per la costruzione dell'estrattore devono essere atossici e privi di BPA o altre sostanze nocive. Per quanto riguarda le componenti interne, come il filtro e la coclea, nei modelli più economici sono realizzate in acciaio inox che comunque assicura una certa resistenza Nei modelli più sofisticati, invece, è preferita l'ultem, una resina molto resistente.

Le brocche e le caraffe, invece, possono essere in plastica o in vetro. Le prime sono più sicure ma tendono ad opacizzarsi con il tempo, le seconde sono più soggette a rotture ma se trattate con i giusti prodotti appaiono sempre come nuove.

Accessori

Alcuni estrattori hanno in dotazione degli accessori che possono aumentare la loro versatilità. Vediamo quali sono gli accessori che troviamo con più frequenza:

  • contenitori: servono sia per raccogliere il succo quando è pronto che per raccogliere gli scarti come la polpa dopo la spremitura. In genere, sono trasparenti così da permettere di controllare durante la lavorazione come si riempiono;
  • filtri: sono gli accessori che più influiscono sul risultato finale. Si dividono principalmente in due tipologie, maglia fine e maglia grossa. I primi servono per i succhi più liquidi mentre i secondi per i succhi più densi. In genere, sono venduti insieme all'estrattore ma possono anche essere acquistati separatamente. Esistono anche altri filtri che permettono di preparare sorbetti, gelati o, addirittura, maschere di bellezza;
  • beccuccio anti-goccia: è una componente che si attacca all'estremità dove fuoriesce il succo per far si che non scivoli ovunque;
  • spazzolino: utile per pulire il filtro e la coclea in maniera più veloce ed eliminare qualsiasi residuo di polpa o filamenti;
  • ricettario: non sempre è presente, anzi, il più delle volte non è dato in dotazione. C'è da dire che non è un accessorio indispensabile considerato che su Internet è possibile trovare tantissime ricette.

Prezzo

L'estrattore di succo è un piccolo elettrodomestico piuttosto caro che non sempre è accessibile per tutti. In genere, il costo varia dai 100 euro e può superare anche i 500 euro. Ovviamente, i modelli più costosi sono quelli più performanti perché lavorano per più tempo senza pausa, spremono anche frutti duri senza incepparsi e sono realizzati con materiali di qualità migliore. Ma, se non avete bisogno di un estrattore di succo da utilizzare tutti i giorni, potere trovare un buon prodotto che non richieda un investimento economico eccessivo.

Marca

La marca dell'estrattore di succo non andrebbe scelta solo in base al prezzo ma piuttosto considerando l'affidabilità di quell'azienda. Gli elettrodomestici hanno una vita media piuttosto lunga, per questo motivo sarebbe opportuno garantirci la possibilità di usufruire di una buona garanzia e di un'assistenza al cliente affidabile. Tra i marchi top di gamma c'è sicuramente Horum, che produce estrattori di succo a freddo di ottima qualità. Poi, subito dopo ci sono Philips, Kenwood, Clatronic, Panasonic e Imetec che producono estrattori con un buon rapporto qualità/prezzo.

Quale frutta e verdura si può mettere nell'estrattore di succo?

L'estrattore è in grado di pressare molti tipi di frutta e verdura. Per quanto riguarda la frutta può lavorare diverse consistenze, più o meno dure. Lo stesso vale anche per la verdura a foglia che, in genere, non è utilizzabile nella centrifuga perché molto fibrosa. L'estrattore, avendo la coclea che spinge i pezzi di frutta e verdura sul filtro, riesce ad estrarre il succo anche dai vegetali che hanno meno polpa e più buccia. Un suggerimento è quello di valutare con attenzione il tipo di filtro da inserire, che può essere a maglia larga o a maglia fine. I primi vengono utilizzati per la frutta e la verdura con consistenza più morbida, composta principalmente dalla polpa, come il mango, i kiwi, le banane e la papaya. Al contrario, quelli a maglia fine sono più indicati per la lavorazione di frutta e verdura dura e semi-dura, come le mele, le pere e le carote.

Le ricette da fare con un estrattore

Gli estratti di frutta e verdura oltre a garantire il giusto apporto di vitamine e proteine sono anche buoni e gustosi, perfetti per dissetarsi soprattutto in estate, quando arriva il caldo. Scopriamo insieme alcune delle ricette semplici e veloci da preparare con un estrattore di succo a freddo.

  • Succo depurativo: lattuga, mela, miele millefiori e acqua, sono questi gli ingredienti per realizzare una bevanda detox per purificare ed eliminare le tossine dall'organismo. È ottima soprattutto per eliminare il senso di gonfiore dopo una cena ricca.
  • Smoothies al latte di cocco: un'idea nutriente e fresca per la merenda, sia per i più piccini che per gli adulti. Noi vi proponiamo questa con banane, fragole, latte di cocco, miele e yogurt, ma è possibile sostituire la frutta e creare tantissime varianti.
  • Estratto di succo perdi-peso: tre diverse bevande per aiutarvi a perdere peso, bruciando i grassi, senza rinunciare al gusto. I tre estratti sono realizzati con differenti vegetali che hanno proprietà differenti tra di loro ma tutti assicurano il giusto apporto di sostanze nutrienti.
  • Bevanda ai kiwi: succo naturale, ideale da consumare dopo una sessione di allenamento durante la quale si sono persi tanti liquidi. Infatti, il kiwi è un frutto ricco di vitamina C, potassio e sali minerali.

Dove acquistare un estrattore di succo a freddo

L'estrattore di succo può essere acquistato in qualsiasi negozio di elettrodomestici come Expert, Mediaworld o Lidl, oppure sugli e-commerce come Amazon. Infatti, nella sezione dedicata, troverete tanti modelli con le relative schede tecniche dove poter prendere tutte le informazioni necessarie per fare l'acquisto migliore. Inoltre, è possibile anche farsi un'idea del prodotto leggendo le recensioni degli utenti che ne hanno già acquistato uno.