La borragine è una pianta erbacea che cresce spontaneamente nelle zone del mediterraneo, una pianta dalle origini antichissime, amata ed utilizzata già ai tempi dei romani per le sue proprietà benefiche. Ricca di sali minerali, omega 3 e proprietà disintossicanti, la borragine viene utilizzata anche in cucina per primi piatti, tisane o sfiziose frittate. Le sue foglie possono infatti essere cotte ed utilizzate per arricchire di sapore i vostri piatti mentre i fiori, con il loro caratteristico colore blu, vengono molto spesso usate per guarnire i piatti più gourmet. La tisana a base di borragine viene utilizzata come antidolorifico naturale: i semi di questa pianta infatti hanno proprietà antinfiammatorie e possono anche essere trasformati in olio, ottimo per bruciori e scottature. Vediamo i modi migliori per utilizzare questa pianta straordinaria in cucina!

Come utilizzare la borragine in cucina

Ravioli alla ligure

La borragine è un ottimo ingrediente per farcire la pasta ripiena e la ricetta è davvero semplicissima. Pulite la borragine eliminando le foglie più dure, sciacquatela più volte così da eliminare ogni residuo di terra e nel pulirla utilizzate dei guanti in lattice. Portate a bollore una pentola piena di acqua e cuocete per 5/10 minuti le foglie della borragine, quindi scolatele e fatele raffreddare. Una volta cotta sminuzzate la borragine. In una padella fate rosolare il macinato di manzo e maiale per 10 minuti mescolando spesso. In una ciotola unite la carne, la borragine, un uovo, il parmigiano grattugiato, sale e pepe e lavorate con le mani fino ad ottenere una farcia omogenea. Farcite i vostri ravioli e conditeli con un sugo leggero di pomodoro.

Pasta asciutta con la borragine

Una ricetta semplicissima per utilizzare questa erba spontanea è la pasta asciutta! Pulite accuratamente la borragine tenendo solo le foglie che dovrete passare più di una volta sotto acqua fredda corrente. Pelate le patate e tagliateli a dadini. Portate a bollore una pentola piena di acqua con un pizzico di sale, versate e cuocete insieme le foglie della borragine, le patate e la pasta: dopo dieci minuti, quando avranno raggiunto una cottura omogenea, scolate tutti gli ingredienti insieme e saltateli in padella per due minuti con un peperoncino tritato ed un filo di olio evo. Servite subito con qualche scaglia di parmigiano!

Borragine in padella

La borragine in padella è un contorno semplicissimo tipico della tradizione culinaria della Campania, regione in cui questa pianta viene addirittura coltivata per essere poi consumata. Per preparare la borragine in padella occorrono poche mosse: indossate dei guanti monouso e lavate accuratamente le foglie della borragine così da eliminare ogni residuo di terra, quindi scolatele e asciugatele con un panno da cucina. In una padella antiaderente fate dorare uno spicchio di aglio insieme ad peperoncino tritato finemente, una volta dorato togliete l'aglio ed unite la borragine, aggiustate di sale e pepe e portate a cottura per 10 minuti aggiungendo a metà cottura mezzo bicchiere di acqua calda. Potete insaporire questo contorno con l'aggiunta di pinoli o di uva passa.

Frittata con borragine

Una ricetta sfiziosa per un secondo alternativo: la frittata con la borragine è facilissima da preparare. Pulite la borragine, per questa ricetta dovrete utilizzare sia i fiori che le foglie, scolatela e asciugatela con un panno da cucina. Sbollentatela in acqua calda per 10 minuti, in questo modo la borragine perderà la sua caratteristica "pungente", scolatela e strizzatela bene così da eliminare l'acqua in eccesso. A questo procedete come per una normale frittata: aprite le uova e sbattetele con una forchetta, unite la borragine, il parmigiano grattugiato, sale e pepe e mescolate. Scaldate un filo di olio in padella, una volta a temperatura unite il composto di uova sbattute e cuocete 5 minuti per lato. Fate intiepidire leggermente la vostra frittata prima di servirla.

Tisana alla borragine

La borragine contiene proprietà depurative, antinfiammatore e disintossicanti: perfetta per una tisana da gustare sia fredda che calda. Pulite i fiori della borragine borragine e sistemateli in una ciotola. Scaldate mezzo litro di acqua e versatela sulla borragine ricoprendola completamente. Lasciate gli ingredienti in infusione per 5 minuti quindi filtrate la tisana con un colino a maglie molto strette. Per mezzo litro di acqua, la quantità di fiori consigliata è due o tre cucchiai pieni. Potete gustarla sia calda che fredda, non più di un bicchiere al giorno.