Le castagne sono le regine dell'autunno: presenti solo per un breve periodo da fresche, spesso si fanno seccare in modo da averle a disposizione tutto l'anno. Molti però non sanno che le castagne si possono anche congelare, sia da crude sia da cotte, evitando così l'operazione di essiccatura, che richiede tempo e, in alcuni casi, è anche dispendiosa. Oggi vi spieghiamo tutto quello che dovete sapere su come congelare le castagne da crude o da cotte, in modo da averle a disposizione tutto l'anno.

Operazioni preliminari per congelare le castagne

Dopo aver capito come scegliere e comprare le castagne, valutandone aspetto e consistenza, ora vediamo quali sono le operazioni preliminari da fare prima di congelarle. Se avete scelto bene, le operazioni si ridurranno di molto: dovrete infatti controllare che tutte le castagne abbiamo un guscio integro, liscio e rigido, senza tracce di buchi; buttate quelle ammaccate, che presentano parti anomale, di diverso colore, o che risultano mollicce.La seconda fase delle operazioni preliminari consiste nel mettere le castagne in ammollo, con acqua fredda, per qualche ora: piano piano quelle vuote affioreranno e dovrete naturalmente disfarvene. Una volta fatto questo potrete decidere se congelare le castagne da crude o se cuocerle prima, in base alle vostre esigenze e alle ricette che preferite cucinare.

Come congelare le castagne crude

Congelare le castagne crude è un'operazione molto semplice: in questo modo dureranno 10-12 mesi in freezer, giusto il tempo di approdare a un nuovo autunno. Per congelare le castagne crude potete scegliere fra tre metodi:

  • Inciderle tutte, praticando un taglio sulla parte più "panciuta" di ogni castagna. Si tratta di un metodo ideale per castagne che andranno poi cotte alla brace, al forno o in padella, come le caldarroste;
  • non inciderle per niente, congelandole intere: questo è il metodo migliore per congelare le castagne che andranno poi bollite;
  • nel caso della bollitura, se preferite, potete anche rimuovere del tutto il guscio, lasciando intatta la pellicina; quando dovrete lessarle tuffatele in acqua bollente per 5-6 minuti, senza scongelarle, in modo da ammorbidire la pellicina e toglierla facilmente. Questo metodo vi permetterà di risparmiare dunque tempo in un secondo momento.

Una volta scelto il metodo più congeniale, potete mettere le castagne in sacchetti per il freezer e riporle in congelatore; quando le scongelate, considerate comunque che i tempi di cottura si allungheranno un po'.

Come congelare le castagne da cotte

Le castagne possono essere congelate anche già cotte, sia arrosto sia bollite, con un notevole risparmio di tempo. Per farlo dovrete solo cuocerle, sbucciarle e, quando si saranno raffreddate completamente, riporle nei sacchetti per freezer: in questo modo dureranno circa 6 mesi. Potete congelarle intere, oppure anche schiacciarle prima, in modo da ottenere una purea da usare in ricette dolci.