Da un intramontabile Martini Dry a un gettonatissimo Aperol Spritz, passando per i cocktail preferiti di Hemingway e James Bond: se pensate che l'aperitivo sia una cosa seria, un momento da onorare con shaker e cubetti di ghiaccio, allora siete nel posto giusto. Freschi e dissetanti, più o meno alcolici: se volete preparare un aperitivo fatto in casa o non sapete mai cosa scegliere nel menù del vostro bar preferito, possiamo consigliarvi 10 ricette di cocktail ideali per essere sorseggiati prima di cena, tra grandi classici e divertenti leggende.

1. Negroni sbagliato

La versione più leggera del classico Negroni, a base di spumante, bitter Campari e Martini rosso: il Negroni sbagliato è certamente uno dei cocktail più amati e serviti del momento, un vero e proprio classico dell'ora dell'aperitivo. Nato letteralmente da un errore del bar man Mirko Stocchetto in un locale milanese negli anni 60, il Negroni sbagliato è quello che fa per voi se cercate un cocktail dal sapore deciso e dal gusto leggermente, ma piacevolmente amarognolo.

2. Vodka martini

Il drink più amato da Ernest Hemingway e Francis Scott Fitzgerald, il vodka martini è una pietra miliare, un simbolo del "buon bere". Diventato famoso per i film di James Bond che lo ordinava "agitato" e mai mescolato, il vodka martini è un cocktail pre dinner a base di vodka e vermut, da servire con qualche cubetto di ghiaccio e della profumata scorza di limone. Il tasso alcolico del vodka martini non è tra i più bassi: occhio a sorseggiarlo con attenzione.

3. Daiquiri

Direttamente dai Caraibi, un cocktail pre dinner fresco ed elegante, ideale per chi predilige i cocktail "sour": il Daiquiri è un long drink a base di di rum bianco, succo di lime e sciroppo di zucchero. Una ricetta semplice e profumata da sorseggiare durante l'aperitivo, dal gusto deciso e incredibilmente rinfrescante. Amato da Hemingway, il Daiquiri è un cocktail dissetante e molto semplice da preparare, nato da un'idea di giovani ingegneri che, per riprendersi dal duro lavoro in miniera pensarono bene di shakerare quel poco che avevano a disposizione senza sapere che avrebbero inventato un grande classico.

4. Japanese slipper

Il japanese slipper è un drink fresco e amabilmente fruttato a base di Midori, Cointreau e succo di limone, un cocktail pre dinner ideale per l'estete, nato pochi anni fa, nel 1984 a Melbourne, da un'idea di Jean-Paul Bourguignon. Il japanese slipper è un drink dal sapore pieno in cui il liquore al melone è predominante ma allo stesso tempo equilibrato e smorzato dall'aroma del Cointreau e dalla nota acida del succo di limone: da gustare e assaporare lentamente.

5. Vodka sour

Un cocktail secco da servire rigorosamente ghiacciato, il vodka sour è un drink fresco e dissetante, un pre dinner per veri intenditori. Variante del più antico whiskey sour, questo cocktail a base di vodka, succo di limone, sciroppo di zucchero e albume d'uovo ha un tasso alcolico che definiremmo importante, da sorseggiare con pazienza e attenzione, per gustarne tutte le note e gli equilibri di profumi e sapori.

6. Moscow mule

moscow-mule-vodka

Uno dei cocktail più apprezzati e conosciuti del momento, grazie alla sua nota fresca e dissetante: il Moscow mule è il drink che fa al caso vostro se state pensando a un aperitivo tra amici, magari nei caldi pomeriggi estivi. Vodka, ginger beer e lime: tre ingredienti bastano per far salire questo cocktail nell'olimpo della bartenderie, da servire nella caratteristica tazza di rame. Una curiosità: Mosca non c'entra proprio nulla, se non per l'utilizzo della vodka; il Moscow Mule, infatti, nasce in un bar di New York, dall'incontro tra un rappresentante di vodka e un imprenditore decisamente fortunato.

7. Spritz

Forse non tutti lo sanno che lo spritz, cocktail simbolo del pre dinner, nasce tra la fine del Settecento e l'inizio dell'Ottocento, quando i soldati austriaci avevano bisogno di diluire il vino bianco veneto per poterlo "reggere", con l'acqua di seltz, particolarmente gassata. Ok, ora sapete come è nato, ma non occorre spiegarvi perché lo abbiamo inserito nella lista dei drink da sorseggiare prima di cena: prosecco, Aperol, soda e arancia, un trio perfetto che non necessita di presentazione. Per chi ama i gusti più forti, consigliamo la variante a base di Campari.

8. Midori sour cocktail

Buono da sorseggiare e bello da vedere, il Midori suor è un cocktail fresco, fruttato e dal sapore amabilmente dolciastro a base di melone, succo di limone e soda. Un drink semplicissimo da preparare, di origine giapponese, da servire per un pre dinner profumato e non troppo alcolico. Il suo nome significa "verde brillante" e vi dà già un'idea di quanto possa essere scenografico portarlo in tavola: tutto quello che dovrete fare è unire gli ingredienti e aggiungere una ciliegina al maraschino.

9. Martini cocktail

Altro grande classico intramontabile, il Martini cocktail è un drink a base di gin, vermut dry e scorza di limone. Una ricetta dall'alto tasso alcolico, con un gusto forte e asciutto: perfetto per un aperitivo ma non adatto a tutti i palati, specialmente i più deboli. Conosciuto anche come Dry Martini, questo cocktail dal sapore internazionale nasce a New York dove, secondo i racconti, un barman di nome Martini lo preparò per la prima volta per un "tal" J.D. Rockfeller nel lontano 1910: da allora, non ha mai smesso di essere protagonista di aperitivi e pre dinner eleganti e raffinati.

10. Cocktail all'anguria

Una proposta fresca e profumata, per dissetarsi davanti a un buon aperitivo estivo: il cocktail all'anguria è una ricetta semplice e poco alcolica a base di polpa di anguria, prosecco, acqua e succo di lime. Semplicissimo da preparare, incredibilmente gustoso e profumato, il cocktail all'anguria può essere preparato anche in versione analcolica, adatto a grandi e piccini.