video suggerito
video suggerito
14 Aprile 2023 12:00

Che cosa si mangia durante la Pasqua ortodossa? Ricette e piatti tipici della festa

Cosa si mangia durante la Pasqua ortodossa? Quali sono le preparazioni tipiche di questa festività? Agnello e uova sode, ma non solamente. Alla scoperta di alcune ricette della ricorrenza.

A cura di Alessandro Creta
149
Immagine

Che cosa si mangia a Pasqua nei Paesi di religione cristiano-ortodossa? Quali sono i piatti tipici di questa festività? C'è qualche ricetta in comune con la Pasqua cattolica? Alla scoperta delle ricette più identitarie di tale ricorrenza.

Ci siamo appena lasciati alle spalle la Pasqua cattolica e, con lei, tutte le abbuffate e i lauti pasti che la festa si è portata con sé. Mentre in molti pensano a qualche rimedio per poter smaltire le calorie in eccesso (e noi qualche consiglio, da parte di una nutrizionista, l'abbiamo anche raccolto) per tanti di fede ortodossa l'appuntamento con la Pasqua deve ancora arrivare. Domenica prossima, 16 aprile, cadrà infatti la ricorrenza che si basa sul calendario giuliano anziché su quello gregoriano, in quanto non tutte le chiese ortodosse non hanno accolto la riforma del calendario di papa Gregorio XIII del 1582.

Immagine

Fatta questa doverosa precisazione storica, insomma, quali sono i piatti simbolo della Pasqua ortodossa? Cosa si mangerà domenica prossima, ma non solamente immaginiamo, per celebrare questa ricorrenza?

Le ricette tipiche della Pasqua ortodossa

Con la Pasqua cattolica c'è la condivisione di alcune pietanze: piatti a base di agnello (cotto lentamente al forno, accompagnato da patate arrosto) e uova sode (tinte di rosso e scambiate tra i fedeli) non mancano nemmeno sulle tavole degli ortodossi, che comunque qualche specialità tipica possono vantarla.

Immagine

Dalla Grecia alla Russia non sono poche le ricette della festività: si va per esempio dagli tsigerosarmades, involtini a base di fegatini di agnello racchiusi da interiora di maiale con zucca caramellata e salsa allo yogurt, alla mageiritsa; una zuppa sempre greca composta da fegatini, lattuga e aneto. Le interiora di agnello sono ancora protagoniste nei kokoretsi, preparazione in cui la carne è insaporita con con erbe e succo di limone. Non può mancare il pane greco della festività, lo tsoureki, e tra le ricette tipiche compare anche una particolare torta alle erbe, feta e finocchietto.

Immagine

Una Pasqua serba non sarebbe tale senza lauti pasti a base di carne di maiale, agnello e formaggi. Non mancano salsicce e salumi, così come peperoni arrostiti, cavolo ripieno, formaggi come lo kajmak (non stagionato), pane bianco e l'immancabile vino rosso.

Spostandoci invece più nei Paesi dell'Europa orientale troviamo altri tipi di preparazioni, per lo più caratteristici dolci. In Ucraina per esempio è un must la paska (nome, tra l'altro, con il quale si identifica proprio la festività), una torta di ricotta dolce con frutta candita di antichissime origini immancabile sulle tavole dei fedeli in questo giorno di festa.

Immagine

C'è anche il kulic, altra preparazione dolce (un lievitato con canditi e glassa di zucchero) simile, per forma, al nostro panettone consumato solitamente il giorno successivo la Pasqua. C'è anche una particolare torta a base di semi di papavero, in russo màkovnik, il cui consumo porterebbe prosperità e fortuna.

Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
149
api url views