ingredienti
  • Amarene fresche 1 Kg
  • Zucchero semolato 500 gr • 470 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le amarene sciroppate sono una conserva fatta in casa, ideale da preparare in estate: le amarene, infatti, giungono a maturazione tra giugno e luglio. Sono ottime per guarnire dolci e gelati, per arricchire la crema pasticciera o da gustare così come sono: per realizzarle vi occorreranno solo amarene fresche e zucchero, proprio come nella preparazione delle ciliegie sciroppate. Potete realizzare le amarene sciroppate con cottura, una preparazione più veloce che richiede un paio di giorni, oppure le potete lasciarle macerare con lo zucchero al sole diretto per 40 giorni. Ecco il procedimento per realizzarle a casa con cottura.

Come preparare le amarene sciroppate

Lavate le amarene, eliminate il nocciolo e il picciolo e mettetele in un contenitore ampio (1). Aggiungete lo zucchero sulle amarene e coprite la ciotola con un canovaccio. Lasciate riposare per tutta la notte. Trascorso il tempo necessario, scolate le amarene dal succo e conservatele in un contenitore. Versate il succo in un tegame dal fondo spesso e cuocete a fuoco medio fino a quando non comparirà una schiumetta in superficie. A questo punto togliete la pentola dal fuoco e versate il succo sulle amarene. Coprite con un canovaccio e fate riposare ancora per una notte (2). Ripetete la stessa operazione il giorno dopo. Versate le amarene in vasetti sterilizzati e aggiungete sopra lo sciroppo bollente. Chiudete i vasetti caldi, capovolgeteli per formare il sottovuoto e lasciateli raffreddare. Le vostre amarene sciroppate sono pronte per essere gustate (3).

Consigli

Per la preparazione utilizzate preferibilmente amarene biologiche e assicuratevi che abbiamo raggiunto il giusto livello di maturazione e che siano senza difetti.

Chi preferisce, potrà procedere con la bollitura dei vasetti: versate le amarene e il succo nei barattoli di vetro sterilizzati e batteteli sul tavolo, così da eliminare eventuali bolle di aria. Chiudete ermeticamente i vasetti e sistemateli incastrati con i canovacci all'interno di una pentola capiente. Ricoprite con acqua fredda e portate a bollore: fate bollire l'acqua per una ventina di minuti. Lasciate raffreddare i vasetti nella pentola e poi riponeteli in un luogo fresco e al riparo dalla luce.

Potete aromatizzare le amarene sciroppate con cannella, vaniglia, anice stellato o scorza grattugiata di arancia o di limone. Inoltre potete aggiungere anche 1 cucchiaio di liquore, da versare poco prima di chiudere i vasetti sterilizzati.

Se amate questo frutto estivo dal sapore acidulo e leggermente amarognolo, preparare anche lo sciroppo di amarene, ideale per realizzare bevande fresche e dissetanti, e la marmellata di amarene, da consumare per la colazione o per la preparazione di dolci e crostate.

Conservazione

Potete conservare le amarene sciroppate per qualche mese in un luogo fresco e al riparo dalla luce. Una volta aperto il barattolo, va conservato in frigo per 3-4 giorni.