25 Dicembre 2021 15:00

Alleggerirsi dopo un pasto pesante: 7 consigli essenziali da seguire per digerire meglio

La tavola delle feste è una gioia per gli occhi e per la gola, un po' meno per il vostro stomaco: ecco sette buone azioni da compiere per rimettere in modo la vostra digestione dopo un pasto abbondante e sentirvi più leggeri.

A cura di Redazione Cucina
51
Immagine

Uno dei momenti più belli delle feste natalizie è quando ci si siede a tavola con amici e parenti: dopo questi pasti luculliani, però, può capitare di sentirsi molto appesantiti e di avere difficoltà a digerire. Esistono però delle "buone azioni" da prendere in considerazione per sentirsi più leggeri dopo un pasto abbondante: ecco 5 cose da fare per alleggerivi e stimolare la digestione dopo aver lasciato la tavola della festa.

1. Fate una passeggiata dopo il pasto

Immagine

Uno degli errori più comuni è quello di lasciarsi andare sul divano o sul letto dopo aver mangiato abbondantemente: non c'è azione più deleteria per bloccare o rallentare molto la digestione. Molto meglio fare una passeggiata, senza sforzarsi troppo, o stare comunque in piedi, magari dando una mano a sistemare la tavola, per almeno un'oretta.

2. Amari e caffè non fanno digerire

Immagine

Luogo comune molto diffuso, quello che amari, o caffè, aiutino a digerire. Niente di più sbagliato: l'alcol, in generale, non ha nessun effetto positivo sul processo digestivo ma, al contrario, tende a rallentarlo; stessa cosa vale per il caffè: chiudere un pasto troppo abbondante con "caffè e ammazzacaffè", come si dice nel nostro Paese, non vi aiuterà a digerire meglio.

3. Bevete molta acqua

Immagine

Una delle cose più semplici da fare per aiutare la digestione è bere molta acqua. L'acqua vi aiuterà a rimanere idratati e ad eliminare i prodotti di scarto indesiderati dal vostro organismo attraverso la produzione di urina e sudore. Inoltre, bere acqua darà una scossa al vostro metabolismo, aiutandovi a digerire meglio i pasti. E no, non deve essere sempre acqua naturale: potete anche bere tisane e mangiare frutta ricca di acqua.

4. Mangiate cibi ricchi di fibre

Immagine

Anche se fare un digiuno dopo una grande festa sembra il modo migliore per uniformare l'apporto calorico, non sempre è una cosa che funziona. Piuttosto, mangiate cibi ricchi di fibre. Il macronutriente promuove efficacemente la rimozione dei prodotti di scarto attraverso i reni e il fegato. Favorisce anche la crescita di batteri intestinali buoni e aiuta a migliorare la funzione della barriera intestinale.

5. Mangiate cibi crudi e fermentati

Immagine

Aggiungete cibi crudi e fermentati nella vostra dieta quotidiana per migliorare la salute dell'intestino. I cibi fermentati, infatti, hanno grandi pregi: migliorano la funzione intestinale e promuovono la crescita di batteri buoni. Alcuni esempi sono lo yogurt, il kefir, il kimchi coreano, i crauti, la salsa di soia, il té kombucha, ma anche la colatura di alici di Cetara, una vera e propria eccellenza del nostro panorama gastronomico.

6. ​​Infusi e tisane

Immagine

Uno dei metodi più antichi per alleggerirsi dopo i pasti natalizi è il così detto "canarino": una preparazione molto diffusa, soprattutto al Sud, che prende il nome dal colore giallo del limone; viene utilizzata come rimedio naturale per avviare la digestione: il limone, infatti, sia nella polpa sia nella buccia, contiene preziosi elementi con proprietà depurative, antibiotiche, detossinizzanti. Inoltre, è capace di aiutare il lavoro dello stomaco grazie alla presenza di pepsinogeno, un enzima che favorisce la digestione delle proteine. 

Non è naturalmente l'unico rimedio da poter utilizzare: dalla menta allo zenzero, dalla genziana al classico finocchio, potete infatti scegliere fra diversi tipi di tisane da prepararvi dopo pranzo o dopo cena, utili a sgonfiarsi e avviare la digestione

7. La colazione del giorno successivo

Immagine

Il giorno successivo a un'abbondante abbuffata fate colazione con della frutta fresca, senza aggiungere grassi e zuccheri raffinati: in questo modo riuscirete a smaltire meglio le calorie, ma soprattutto, le tossine in eccesso. Ma quale tipologia scegliere? Avete l'imbarazzo della scelta: agrumi, kiwi, ananas, mirtilli e frutti di bosco, pere.

51
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
51