Il congelatore è uno degli elettrodomestici più utili che abbiamo in casa: a pensarci bene, non riusciamo neanche a immaginare come si vivesse prima della sua invenzione. Grazie al congelatore potete conservare la carne cruda per mesi, avere verdure già pronte a portata di mano e persino congelare piatti già cotti, evitando sprechi inutili. Ecco quali sono le regole da seguire per utilizzare al meglio il congelatore di casa.

1. Come confezionare il cibo per congelarlo

Prima di mettere gli alimenti in freezer, la cosa importante è confezionarli nel modo giusto. Assicuratevi sempre di avvolgere bene il cibo, rimuovendo quanta più aria possibile. Questo eviterà quei tanto temuti cristalli di ghiaccio e bruciature da congelamento. Sebbene questo non influisca sulla salubrità del cibo, ne influenza comunque la qualità, in modo negativo. Ancora meglio, utilizzate i sacchetti gelo, che sono fatti appositamente, richiudendoli il loro laccetto, e facendo uscire il più possibile l'aria.

2. Attenzione ai tempi

Un'altra regola fondamentale è scrivere sempre la data di congelamento. Lo ripetiamo ancora una volta, il cibo potrà essere conservato (e poi mangiato) per un lungo periodo nel congelatore, ma ciò non significa che rimarrà in condizioni ottimali. Annotate dunque la data (e magari il contenuto) dei vostri cibi congelati utilizzando un'etichetta adesiva e consumateli sempre in ordine cronologico.

Ricordate, in oltre, che la durata dei vari alimenti in freezer varia. Ad esempio la carne di pollo, tacchino e bovino dura dai 6 ai 12 mesi, mentre la carne di suino dai 4 ai 6; infine, le carni lavorate vanno da 1 a 2 mesi nel caso di salumi e salsicce, e fino a 3-4 mesi per hamburger e carne trita. Il pesce fresco, invece, può stare in freezer per 3-4 mesi, tempi che per i piatti pronti si abbassano a 2-3 mesi. Capitolo frutta e verdura: si possono tenere in freezer fino a 10-12 mesi. Ricordate, inoltre, che non tutto si può congelare.

3. Come congelare piccole porzioni

Ogni volta che volete alimenti piccoli come ad esempio le polpette, adagiateli su una teglia che entri in freezer e lasciateli congelare prima di riporli insieme in un sacchetto. In questo modo eviterete che si congelino l’uno sull’altro: una volta congelati riponeteli in un sacchetto ben chiuso e rimetteteli nel freezer. Inoltre, potere recuperare spazio congelando salse e stufati in sacchetti appositi: riempite un sacchetto con il prodotto, appiattitelo mettendolo sul tavolo della cucina e chiudetelo. In questo modo potrete congelare ordinatamente i sacchetti uno sopra l'altro, risparmiando molto spazio.

4. Congelate quando il cibo è fresco

surgelare, congelare, abbattere: differenze

Spesso facciamo l'errore di mettere in congelatore alimenti che sono quasi al fine vita: niente di più sbagliato, perché il congelamento non renderà il cibo più fresco, ma la qualità si deteriorerà nel tempo. Quindi, se prevedete di congelare determinati alimenti, assicuratevi di congelarli quando sono all'apice della loro freschezza. Anche per il congelamento dei cibi cotti vale la stessa regola: fateli raffreddare per bene ma poi metteteli subito in freezer, senza lasciarli a temperatura ambiente per ore o, peggio, giorni.

5. Impostate la temperatura corretta

Per il comparto congelatore, la temperatura varia da -24 °C a -18 °C, a seconda del modello. Spesso, però, alcuni congelatori sono impostati a una temperatura più alta di quella consigliata: controllate quindi che il congelatore sia impostato almeno a -20°C (in modo che gli alimenti siano a -18 °C) ed eventualmente impostate voi manualmente la temperatura giusta.

6. Riempite il congelatore ma non troppo

surgelare-congelare-abbattere: differenze

Una cosa che potrebbe non sembrare ovvia alla maggior parte di noi, ma un congelatore pieno è in realtà è molto più efficiente di uno semi-vuoto o proprio vuoto. Tutti gli alimenti congelati lavorano insieme per conservare il freddo e il vostro congelatore non dovrà lavorare più duramente per raffreddare uno spazio vuoto ogni volta che aprite lo sportello. Allo stesso tempo, però, non riempite alla massima capienza il freezer: gli alimenti attaccati alle pareti del congelatore, infatti, stimoleranno la produzione di ghiaccio, che poi dovrete eliminare manualmente.

7. Sbrinate ogni tanto il congelatore

Sbrinare e pulire il congelatore è un ‘operazione che ogni tanto si deve fare, per far sì che il vostro elettrodomestico duri più a lungo e al massimo delle sue funzionalità. In particolare, conviene sbrinare il freezer quando si parte per una vacanza e si sa già che non lo si aprirà per diverso tempo: in questo modo eviterete formazioni di ghiaccio sovrabbondanti che creerebbero una pressione dannosa sulle pareti del frigo. La cosa importante è farlo nel modo corretto.