ingredienti
  • Pancarré 16 fette
  • Scamorza 100 gr
  • Zucchine grosse 2
  • Uova 2 • 380 kcal
  • Latte 50 ml • 42 kcal
  • Farina • 360 kcal
  • Pangrattato • 21 kcal
  • Olio di semi • 690 kcal
  • Sale • 0 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le zucchine in carrozza sono la reinterpretazione creativa e super golosa del grande classico della gastronomia partenopea: la mozzarella in carrozza. In questa ricetta le fettine di pancarré avvolgono un saporito ripieno a base di zucchine e scamorza e, una volta fritte nell'olio bollente, si trasformano in paninetti da gustare caldi e filanti. Facilissime da realizzare, le zucchine in carrozza sono una vera e propria leccornia: perfette come sfizioso appetizer o irresistibile piatto unico, in accompagnamento a una bella insalata fresca e colorata.

Come preparare le zucchine in carrozza

zucchine in carrozza

Lavate le zucchine, spuntatele e tagliatele a metà, quindi con un coltello affilato affettatele a un'altezza di circa 3 mm (1).

zucchine in carrozza

Tagliate la scamorza a fettine della stessa dimensione delle zucchine (2).

zucchine in carrozza

Disponete 8 fette di pancarré su un piano di lavoro e sistemate sopra ciascuna 2 fettine di zucchina (3).

zucchine in carrozza

Coprite con la scamorza a fettine (4).

zucchine in carrozza

Chiudete con le fette di pancarré restanti e pressate leggermente (5).

zucchine in carrozza

Versate la farina in un piatto fondo e infarinate i panini (6).

zucchine in carrozza

Sbattete le uova con il latte e mettete i panini infarinati in questo composto (7).

zucchine in carrozza

Una volta che saranno ben ricoperti dal composto a base di uova e latte, scolateli con due cucchiai (8).

zucchine in carrozza

Passateli infine nel pangrattato (9) e premete bene per fare aderire la panatura.

zucchine in carrozza

Scaldate abbondante olio di semi in una padella, quindi disponete i panini, 2 per volta, e friggeteli a fuoco medio su entrambi i lati (10).

zucchine in carrozza

Una volta ben dorati, scolate i paninetti e fateli asciugare su carta assorbente da cucina. Salateli, impilateli in un piatto da portata e serviteli caldissimi (11).

Consigli

Se la stagione lo consente, scegliete le zucchine della varietà "romanesca": più piccole, tenere e dolci, doneranno un gusto unico alla preparazione. Le zucchine vanno tagliate in fettine piuttosto sottili: per ottenere un risultato quanto più preciso e uniforme, potete utilizzare una mandolina.

Per ottenere una panatura ancora più consistente e compatta, il segreto è passare ciascun paninetto nella farina, nelle uova, sbattute con il latte, e infine nel pangrattato per due volte, premendo bene e delicatamente per farla aderire.

Per una frittura impeccabile il primo passo è la scelta dell'olio giusto: tra i migliori, oltre all'olio extravergine di oliva (che ha, però un sapore più accentuato), c'è l'olio di semi di arachide. Caratterizzato da un punto di fumo che supera i 200 °C, inodore e limpido, è tra quegli oli che alterano meno il gusto dei cibi durante la frittura. La temperatura ottimale dell'olio è tra i 160-180 °C (meglio munirsi di un termometro da cucina) e friggere in una padella capiente o un wok.

Ultimata la cottura, sgocciolate bene gli alimenti dal grasso e lasciateli asciugare su carta assorbente da cucina, senza coprirli, per evitare la formazione di umidità.  Servite i cibi immediatamente, salandoli solo poco prima di portarli in tavola.

Per rendere la preparazione ancora più ricca e golosa, potete aggiungere al ripieno anche due fette di prosciutto cotto o di salame piccante. Per una variante più leggera, invece, provate la mozzarella in carrozza al forno.

Al posto della scamorza, potete utilizzare del fiordilatte: essendo più acquoso, però, tagliatelo a fettine e poi mettetele a scolare in un colapasta per almeno una mezz'ora. In questo modo perderanno parte del loro liquido. In alternativa alle zucchine, potete utilizzare anche delle fettine di melanzana: in questo caso, però, andranno precedentemente grigliate su una piastra ben calda da entrambi i lati.

Curiosità

Le zucchine in carrozza traggono ispirazione dalla mozzarella in carrozza, celebre ricetta della cucina napoletana.  Oggi viene preparata con pancarré e fiordilatte ma la tradizione vorrebbe pane raffermo del tipo campano e mozzarella di bufala: il risultato finale è molto diverso. Nella versione romana, invece, vengono aggiunte al ripieno anche le acciughe sott'olio.

Conservazione

Le zucchine in carrozza andrebbero mangiate al momento, appena fritte e ancora bollenti. Qualora fossero avanzate, potete chiuderle in un contenitore ermetico e conservarle in frigorifero per un giorno al massimo. Prima di consumarle, passatele per qualche minuto in forno caldo, giusto il tempo di far sciogliere il ripieno.