29 Agosto 2023 11:16

Vermi nella frutta: cosa sono e cosa fare in caso di ingestione accidentale

Cosa fare se si trova un verme nella frutta? E se lo abbiamo ingerito per sbaglio, dobbiamo preoccuparci? Ecco tutto quello che devi sapere sulle larve di mosca nella frutta.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Cookist
A cura di Redazione Cucina
3510
Immagine

La frutta in avanzato stato di maturazione può creare qualche problema: non solo a livello digestivo, ma di sicurezza alimentare vera e propria. Ti è mai capitato di trovare un "verme" in frutta come pesche, fichi, mele e così via? E cosa ne hai fatto? Oggi ti raccontiamo cosa sono quei vermetti bianchi che ogni tanto si trovano nella frutta quasi guasta e cosa comporta ingerirli.

Larve di mosca nella frutta: cosa fare

Quei vermetti bianchi che capita di trovare nella frutta quasi guasta altro non sono che larve di mosca: nella gran parte dei casi si tratta delle larve della mosca mediterranea della frutta, un insetto fitofago dell'ordine dei Ditteri Brachiceri; lo sviluppo di queste piccole larve è uno dei problemi principali della produzione di frutta estiva in contesti mediterranei. La sua presenza all'interno del frutto è la prova che questo è stato contaminato e che, quindi, non è più buono da mangiare: si sviluppa nel frutto in avanzato stato di maturazione, dopo eccessivi sbalzi di temperatura o anche per problemi di mal conservazione a fronte di temperature elevate o ambienti umidi.

Ma cosa può provocare una sua ingestione accidentale? In parole povere, se lo mangiamo per sbaglio, dobbiamo preoccuparci e andare al pronto soccorso oppure no?

Immagine

Le larve delle mosche sono un veicolo per i batteri che provengono dall'ambiente esterno, compresi quelli che provengono da rifiuti o feci di animali: fra i batteri più comuni trasportati dalle larve di mosca ci sono quelli dell’Escherichia coli, della miasi e della Salmonella. Questi batteri provocano soprattutto infezioni intestinali che, a loro volta portano sintomi come:

  • crampi addominali
  • diarrea
  • febbre
  • vomito
  • presenza di sangue nelle feci
  • presenza di larve nelle feci.

Se ingeriamo per sbaglio una larva non è però automatico essere infettati, per cui rivolgiti al medico solo nel caso compaia uno o più sintomi sopra elencati. Se i sintomi sono aggressivi ti suggeriamo di andare al pronto soccorso, se invece senti un "semplice" mal di pancia non sottovalutarlo comunque e chiama il tuo medico curante.

Immagine

Come individuare i casi di larve

Le larve si sviluppano nella frutta già parzialmente guasta, proprio nelle parti in cui il processo di maturazione è più avanzato: se un frutto non presenta macchie, ammaccature, parti di colore diverso non c'è da preoccuparsi. Se invece la tua frutta presenta questi difetti, anche in questo caso non è detto che sia già partito il processo di contaminazione: suddividi il frutto in varie parti ed elimina tutte quelle che sono in stato di maturazione avanzato. Infine, il caso in cui il frutto è in gran parte guasto si commenta da sé: butta via tutto senza remore, cercando di eliminare l'umido il prima possibile per evitare una ulteriore contaminazione che potrebbe causare presenza di mosche e altre larve.

Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
3510
api url views