ricetta

Vellutata di cavolfiore: la ricetta del confort food dell’inverno

Preparazione: 30 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 2 persone
A cura di Gooduria lab
18
Immagine
ingredienti
Cavolfiore
300 gr
Cipolla
1
Olio extravergine d’oliva
q.b.
succo di limone o aceto di vino bianco
q.b.
Sale
q.b.
pepe
q.b.

La vellutata di cavolfiore è una pietanza leggera e appagante, perfetta per coccolarsi in una fredda serata d'inverno. Questa ricetta si realizza tipicamente con cavolo bianco, le cui cimette di colore chiaro regalano una crema vellutata color panna. Noi invece vi proponiamo il cavolfiore viola, un ortaggio dalle innumerevoli proprietà benefiche, che si contraddistingue per il caratteristico colore violetto, dovuto alla presenza di antociani. Il trucchetto di aggiungere a fine cottura un elemento acido, come il succo di limone, consentirà di ottenere una vellutata dal colore brillante e di grande effetto. Potete gustarla così com'è, aggiungendo semplicemente un filo di olio a crudo e una macinata di pepe, oppure arricchendo il tutto con qualche dadino di formaggio: il calore della preparazione lo renderà filante e irresistibile. Scoprite come realizzarla seguendo passo passo la nostra ricetta.

Come preparare la vellutata di cavolfiore

Mondate il cavolfiore, lavatelo accuratamente e ricavatene le cimette 1.

Sbucciate la cipolla, affettatela e fatela appassire in una padella con un filo di olio; aggiungete il cavolfiore 2, salate e lasciate rosolare il tutto per qualche minuto.

Versate 1/2 bicchiere di acqua calda 3, coprite e lasciate cuocere per circa 15-20 minuti.

Quando il cavolfiore sarà morbido, frullatelo con un mixer a immersione 4. Al termine dovrete ottenere una crema morbida e omogenea.

Aggiustate di sale e spruzzate con un goccio di succo di limone 5.

Distribuite la vellutata di cavolfiore nelle fondine individuali, ultimate con un filo di olio a crudo e una macinata di pepe, e servite immediatamente 6.

Consigli

Per rendere il piatto ricco e goloso, potete aggiungere qualche pezzetto di gorgonzola piccante, che si scioglierà con il calore della vellutata; in alternativa, potete lavorare la ricotta con un filo di olio e un pizzico di sale, quindi guarnire il piatto con una, due quenelles della crema ottenuta.

Per ottenere una consistenza ancora più cremosa, aggiungete anche una patata lessa: donerà grande morbidezza. In alternativa, potete frullare il tutto anche con qualche tocchetto di avocado o un goccio di latte di cocco, per un gusto esotico e originale.

Se amate le vellutate, non potete perdervi i trucchi e i consigli per realizzarle a regola d'arte.

Conservazione

La vellutata di cavolfiore può essere conservata in frigorifero per massimo 2 giorni in un apposito contenitore ermetico.

18
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Primi piatti
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
18