ingredienti
  • Calamari 300g • 70 kcal
  • Tuorlo d’uovo 1
  • Acqua frizzante 200ml
  • Farina 00 100g • 43 kcal
  • olio di semi per friggere q.b.
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La tempura di calamari è un secondo piatto di pesce tipico della tradizione culinaria giapponese dove, con la parola tempura, si intende un particolare tipo di frittura molto leggera e allo stesso tempo croccante e golosa in cui gli anelli di calamari vengono avvolti da una spumosa pastella a base di farina ed acqua frizzante e poi cotti in olio bollente. In tempura si gustano diversi tipi di pesce azzurro spesso accostati a verdure e il suo segreto è tutto nello sbalzo termico tra la pastella ghiacciata e l'olio bollente: il risultato è una frittura delicata e facilissima da preparare. 

Come preparare la tempura di calamari

Pulite i calamari tagliando le teste (1) e, dopo aver eliminato le interiora e la pelle esterna (2), sciacquateli sotto acqua fredda corrente e tagliateli ad anellini spessi circa un centimetro (3).

Preparate la vostra pastella per la tempura riempiendo una ciotola di ghiaccio. Mettete una seconda ciotola più piccola in quella più grande in modo tale che si raffreddi. Aprite l'uovo e versate solo il tuorlo nella ciotola più piccola. Sbattetelo con una forchetta aggiungendo poco alla volta l'acqua frizzante (4). In ultimo unite la farina setacciata sbattendo con le fruste così da formare una pastella cremosa e senza grumi (5). In un tegame dai bordi alti versate l'olio di semi per friggere e portatelo sul fuoco. Non appena l'olio inizierà a friggere, infarinate grossolanamente gli anelli di calamari, immergeteli nella pastella con l'aiuto di una pinza e poi versateli subito nell'olio caldo (6). Friggete girandoli delicatamente con una schiumarola per qualche minuto fino a quando risulteranno ben dorati. Scolateli, posateli su un foglio di carta assorbente per eliminare l'olio in eccesso e servite subito la tempura di calamari.

Consigli

Friggete i vostri anelli di calamari in tempura due alla volta in modo tale da non far raffreddare l'olio che rovinerebbe la vostra frittura.

Per la riuscita di una tempura croccante e delicata al punto giusto è fondamentale che tutti gli ingredienti della pastella siano freddissimi.

Se la pastella dovesse risultare troppo liquida, aggiungete altra farina setacciata, se invece dovesse risultare troppo densa, potete aggiungere altra acqua frizzante fredda.

Conservazione

La tempura di calamari è un piatto che va servito subito, è sconsigliata la conservazione che rovinerebbe la consistenza della frittura.