ricetta

Sfrappole bolognesi all’arancia: la ricetta del dolce tipico di Carnevale

Preparazione: 30 minuti + riposo
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4-6
A cura di Genny Gallo
119
Immagine
ingredienti
Farina manitoba
300 gr
Uova
2
Succo di arancia
40 ml
Arancia
qualche scorzetta
Burro
30 gr
Zucchero
50 gr
Olio di semi di arachide
q.b.
Zucchero a velo
q.b.

Le sfrappole bolognesi all'arancia sono delle sfoglie fragranti e irresistibili, tipiche di Carnevale. Si tratta della variante regionale di uno dei dolci più classici del periodo che, a seconda della città italiana in cui ci troviamo, assume un nome differente. Potete chiamarle chiacchiere, cenci, crostoli, bugie… ma la base è, più o meno, sempre la stessa: un impasto realizzato con farina, burro, uova e zucchero, steso in una sfoglia sottile e poi fritto in olio bollente. Sfiziose e croccanti, portano allegria in tavola e sono perfette da offrire a fine pasto o da gustare a merenda. Scoprite come prepararle seguendo passo passo la nostra ricetta.

Come preparare le sfrappole bolognesi all'arancia

Riunite in una ciotola la farina, lo zucchero, le uova e il burro a cubetti; profumate con un po' di scorza grattugiata d'arancia 1.

Impastate gli ingredienti con la punta della dita: otterrete inizialmente tante briciole 2; versate il succo d'arancia, poco a poco, e lavorate ancora fino ad avere un panetto sodo e omogeneo.

Coprite la pasta con un telo da cucina 3 e fatela riposare per almeno mezz'ora.

Stendete la pasta con l'apposita macchinetta e ricavate una sfoglia sottilissima. Se necessario, aiutatevi con un matterello per uniformarla 4.

Ritagliate la sfoglia in rettangoli con una rotella tagliapasta 5.

Praticate un taglio al centro, parallelo al lato lungo del rettangolo, e poi passate un estremo della sfoglia nel foro, per realizzare un piccolo nodo 6.

Fate scaldare abbondante olio in una padella e friggete le sfrappole pochi minuti per lato 7, finché non saranno leggermente dorate e gonfie.

Scolate le sfrappole e fatele asciugare su un foglio di carta assorbente da cucina. Spolverizzatele con un po' di zucchero a velo e servitele immediatamente 8.

Consigli

Per ottenere delle sfrappole belle leggere e bollose, utilizzate una farina forte, ricca in glutine: la manitoba è perfetta. Tirate la pasta sottilmente, con l'apposita macchinetta, ritagliate le sfoglie e friggetele immediatamente dopo. In questo modo verranno perfette.

Aggiungete il succo di arancia un goccio alla volta: la quantità esatta dipenderà anche dalla capacità di assorbimento della farina impiegata.

Il riposo della pasta è essenziale per un risultato impeccabile: una volta formata la palla, copritela con un panno da cucina e fatela riposare per almeno una mezz'ora a temperatura ambiente. In questo modo si rilasserà, rimanendo elastica.

Per la frittura scegliete l'olio di semi di arachide: caratterizzato da un punto di fumo che supera i 200 °C, è tra gli oli che alterano meno il gusto dei cibi. La temperatura ottimale è tra i 170-180 °C (meglio munirsi di un termometro da cucina) ed è consigliabile friggere in una padella capiente o in un wok pochi pezzi per volta, proprio per evitare che la temperatura si abbassi troppo.

A piacere, potete aggiungere anche un po' di scorza di limone o le spezie e gli aromi che preferite, come la cannella in polvere, i semi di una stecca di vaniglia, un goccio di liquore e così via.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche le chiacchiere al cioccolato e quelle salate.

Conservazione

Per gustarle al meglio, il consiglio è di friggere le sfrappole bolognesi e consumarle al momento. Nel caso vi fossero avanzate, si conservano per alcuni giorni in una scatola di latta, in un ambiente fresco e asciutto.

119
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Dolci
Lascia un commento
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
119