ricetta

Risotto sgombro e carciofi: la ricetta del piatto gustoso e fragrante

Preparazione: 30 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 2 persone
A cura di Gooduria lab
3
Immagine
ingredienti
Riso carnaroli
160 gr
Carciofi
2
Cipollotto
1
sgombro sott’olio
1
Brodo vegetale
1 l
Limone
1
Parmigiano grattugiato
20 gr circa
Prezzemolo fresco
1 ciuffo
Olio extravergine d’oliva
q.b.
Sale
q.b.
pepe
q.b.

Il risotto sgombro e carciofi è una pietanza semplice e appetitosa. Scegliete i carciofi più teneri e gustosi, fateli saltare velocemente in padella con cipollotto e olio, quindi uniteli a dei filetti di sgombro sott'olio, scolati e spezzettati grossolanamente. L'incontro con il riso della varietà Carnaroli, tra le più indicate, e la cottura lenta e graduale con il brodo vegetale caldo ci regalerà una preparazione ricca, avvolgente e al profumo di limone. Scoprite come realizzarla seguendo passo passo la nostra ricetta e servitela come primo di un pranzo a base di pesce o come piatto unico di una cena più veloce ma ugualmente appagante.

Come preparare il risotto sgombro e carciofi

Mondate il cipollotto, lavatelo e tagliatelo a fettine sottili 1.

Mondate i carciofi: eliminate i gambi e le foglie esterne più dure; tagliategli a metà, rimuovete l'eventuale peluria interna e poi fateli a spicchi sottili. Tuffateli man mano in una ciotola con acqua fredda, acidulata con succo di limone.

In una casseruola fate rosolare il cipollotto con 2 cucchiai di olio; aggiungete i carciofi a fettine, salate, pepate e lasciate insaporire il tutto a fiamma vivace per qualche minuto.

Unite anche lo sgombro, sgocciolato e spezzettato grossolanamente, 4 e mescolate.

Versate il riso nella casseruola 5 e lasciate tostare i chicchi per qualche minuto, finché non diventeranno translucidi.

Versate un mestolo di brodo bollente 6 e portate a cottura il risotto, bagnandolo con altro brodo man mano che questo viene assorbito.

Una volta a cottura, togliete il risotto dal fuoco, aggiungete il parmigiano grattugiato, il succo e la scorza grattugiata di limone 7 e mantecate per bene.

Distribuite il risotto nei piatti individuali, profumate con il prezzemolo tritato e servite 8.

Consigli

Per evitare che i carciofi anneriscano, man mano che li pulite, raccoglieteli in una ciotola con acqua fredda acidulata con succo di limone (potete aggiungere anche un pizzico di bicarbonato). Durante le operazioni di pulizia potete anche indossare dei guanti in lattice: in questo modo le mani non si macchieranno. Non buttate gli scarti, ma sfruttateli per realizzare queste ricette.

Per un risotto realizzato a regola d'arte, si consiglia di utilizzare un riso superfino: dal chicco grosso e allungato, si mantiene perfettamente al dente ed è il più indicato per questo genere di preparazioni. Tra le varietà più famose vi sono il Carnaroli, utilizzato nella nostra ricetta, ma anche l'Arborio, il Roma e il Baldo.

Una volta tostato il riso, abbassate la fiamma e iniziate la cottura vera e propria, aggiungendo poco brodo alla volta, man mano che viene assorbito. Il brodo deve essere tenuto sul fuoco in continua ebollizione: questo metodo permette di mantenere una temperatura di cottura costante. Per questa ricetta il consiglio è di utilizzare un buon brodo vegetale fatto in casa.

In sostituzione dello sgombro sott'olio, potete utilizzare anche dei filetti di pesce fresco, cotti al vapore o semplicemente grigliati su una piastra antiaderente con un filo di olio. Se preferite, potete sostituire il cipollotto con uno scalogno o mezza cipolla, che renderà più dolce il soffritto.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche il risotto con carciofi e salsiccia e lo sgombro alla griglia.

Conservazione

Il risotto sgombro e carciofi può essere conservato in frigorifero per 1 giorno, in un apposito contenitore con chiusura ermetica.

3
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Primi piatti
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
3