ingredienti
  • Riso Venere 320 gr
  • gamberi o mazzancolle 300 gr
  • Pomodorini Pachino 300 gr
  • Coste di sedano 3
  • Aglio 4 spicchi • 79 kcal
  • Basilico 1 ciuffo • 15 kcal
  • Olio extravergine di oliva 4 cucchiai • 29 kcal
  • Sale q.b. • 0 kcal
  • pepe q.b. • 79 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il riso venere con gamberi e pomodorini è un piatto unico fresco, leggero e assolutamente perfetto per la stagione estiva. Protagonista è questa particolare varietà di riso color ebano che, nata da un incrocio tra un riso bianco della zona padana e uno nero di origine asiatica, si caratterizza per un gusto e un aroma straordinari e davvero unici. Qui viene condito con gamberi e pomodorini pachino e dà origine a un'insalata raffinata e molto golosa, perfetta per essere gustata in spiaggia o in ufficio sia tiepida sia fredda.

Come preparare il riso venere con gamberi e pomodorini

Riso venere con gamberi e pomodorini

Lessate il riso venere in acqua bollente e salata per 35-40 minuti, quindi scolatelo, raccoglietelo in una ciotola (1) e lasciatelo intiepidire.

Riso venere con gamberi e pomodorini

Pulite i gamberetti, eliminando il guscio e il filamento scuro dell'intestino (2).

Riso venere con gamberi e pomodorini

Intanto pulite e tagliate a tocchetti il sedano. Scaldate l’olio con l’aglio in una padella capiente, unite il sedano (3) e lasciate soffriggere per qualche minuto.

Riso venere con gamberi e pomodorini

Aggiungete anche i gamberetti (4) e fateli saltare per 5-6 minuti.

Riso venere con gamberi e pomodorini

Unite anche il riso (5) e lasciate insaporire il tutto per pochi minuti, quindi spegnete.

Riso venere con gamberi e pomodorini

Intanto tagliate a metà i pomodorini e aggiungete anche questi al riso (6). Aggiustate di sale e profumate con una macinata di pepe.

Riso venere con gamberi e pomodorini

Distribuite l'insalata di riso nei piatti individuali, profumate con il basilico e servite tiepida o fredda (7).

Consigli

Nato a Vercelli nel 1997, da un incrocio tra una varietà asiatica di riso nero e una di riso bianco della Pianura Padana, il riso venere si caratterizza per un gusto e un profumo davvero unici. Questa tipologia di riso non si adatta alla preparazione del classico risotto ma è ideale per tutti quei piatti che richiedono che il chicco rimanga croccante e ben sgranato (come appunto le insalate di riso). Si fa semplicemente lessare in acqua bollente e leggermente salata e, essendo una varietà di riso integrale, richiede un tempo di cottura più lungo: circa 35-40 minuti. Il riso venere si presta soprattutto ad essere condito con i crostacei, le verdure appena saltate in padella oppure con i ceci lessati e poi uniti a peperoni o zucchine croccanti.

Dal momento che il chicco si mantiene sempre leggermente al dente, questa insalata di riso può essere anche preparata in anticipo e conservata in frigorifero fino al momento di portarla in tavola (tiratela comunque fuori almeno una mezz'oretta prima).

Per un risultato sempre diverso e ugualmente goloso e ricco, potete divertirvi ad aggiungere anche altre verdure: ottimi i peperoni, le zucchine e le carote. Potete realizzare una dadolata da lasciare a crudo oppure spadellarla velocemente in padella per lasciarla croccante e dal colore brillante.

Per dare maggiore croccantezza al piatto, potete aggiungere anche delle mandorle intere tostate in padella.

Gustoso e versatile, con il riso venere è possibile realizzare anche dei golosissimi e creativi arancini farciti con mozzarella e verdure.

Conservazione

Il riso venere con gamberi e pomodorini si conserva in frigorifero per massimo 1-2 giorni, chiuso in un apposito contenitore con chiusura ermetica.