ricetta

Vellutata di carote: la ricetta base leggera e tante idee per arricchirla

Preparazione: 5 Min
Cottura: 20 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 2 persone
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Cookist
A cura di Maria Matichecchia
11
Immagine

La vellutata di carote è un primo piatto leggero e genuino preparato con pochissimi ingredienti: carote, patate, olio extravergine di oliva e qualche foglia di alloro fresco a dare profumo. Morbida, delicata e dal gusto leggermente dolce, si tratta di una ricetta vegana ricca di vitamine e poco calorica, dunque ideale anche per chi segue un'alimentazione sana o priva di cibi di origine animale.

Prepararla è davvero facile e veloce: basta raccogliere in una casseruola carote a rondelle e patate a cubetti, aggiungere le foglie di alloro e iniziare la cottura, che dev'essere lenta e a fiamma dolce, versando un bicchiere d'acqua calda. Una volta che le verdure saranno morbide, non resta che frullare tutto con un mixer a immersione così da ottenere una crema perfetta per qualsiasi pranzo o cena di famiglia, perché piace molto anche ai bambini (ed è un modo furbo per far mangiare loro le verdure).

Noi ti proponiamo una vellutata di carote e patate light, senza soffritto e con l'acqua al posto del brodo vegetale, una versione di base che a piacere puoi arricchire con altri ingredienti di tuo gusto, così da realizzare varianti sempre diverse.

Scopri come prepararla seguendo passo passo procedimento e consigli: è ottima sia calda che tiepida e, se dovesse avanzare, ancora più buona il giorno dopo. Non dimenticare di accompagnarla con semi e crostini di pane tostato per conferire al piatto una piacevole nota croccante.

Se questa ricetta ti è piaciuta, prova altre deliziose vellutate tra cui la vellutata di zucca e quella di zucca e carote.

ingredienti
Carote
4
Patate
2 medie
Acqua calda
1 bicchiere
Alloro
2 foglie
Sale
q.b.
Olio extravergine di oliva
q.b.
Per guarnire
crostini di pane tostato
q.b.
semi di sesamo neri
q.b.
Olio extravergine di oliva
q.b.

Come preparare la vellutata di carote

Inizia a preparare la vellutata di carote sciacquando queste ultime sotto l'acqua corrente, poi pelale 1 e spuntale.

Tagliale quindi a rondelle non troppo spesse 2 e tieni da parte.

Prosegui sbucciando le patate 3.

Tagliale a tocchetti il più possibile regolari 4.

A questo punto versa un filo d'olio in una pentola dal fondo spesso e unisci le carote a rondelle e la dadolata di patate 5. Aggiungi poi un bicchiere abbondante di acqua calda e le foglie di alloro, copri con un coperchio e lascia cuocere su fiamma bassa per circa 20 minuti (nel caso fosse necessario, unisci man mano qualche mestolino di acqua bollente).

Quando le verdure saranno morbide, spegni il fuoco, aggiusta di sale, elimina l'alloro e frulla il tutto con un mixer a immersione 6.

Al termine dovrai ottenere un composto cremoso e privo di grumi 7.

La vellutata di carote è pronta: prima di portarla in tavola irrora ogni piatto con un filo d'olio a crudo e guarnisci con qualche crostino di pane e una manciata di semi di sesamo 8.

Consigli

La presenza delle patate, ricche di amido, permette di ottenere la giusta cremosità, ma se preferisci puoi ometterle: la vellutata di carote senza patate è altrettanto saporita, anche se leggermente più liquida. Per renderla comunque cremosa puoi aggiungere qualche cucchiaio di yogurt greco, un formaggio morbido a scelta tra caprino, robiola e ricotta oppure del latte di cocco, che donerà al piatto un aroma irresistibile.

Per una variante più ricca e saporita, ti suggeriamo di rosolare le carote e le patate con un fondo di olio e cipolla, e unire qualche cubetto di guanciale o pancetta. Se invece vuoi solo un rendere la vellutata più profumata, aggiungi un po’ di zenzero grattugiato, della paprica affumicata o un pizzico di noce moscata subito prima di servirla.

Puoi, infine, trasformarla in un piatto completo accompagnandola a una porzione di cereali – ottimi ad esempio il riso e il farro – o legumi cotti.

Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Primi piatti
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
11