ingredienti
  • Zucchine 300 gr • 17 kcal
  • Melanzane 300 gr • 25 kcal
  • pomodori tondi ramati 2
  • Peperone rosso 1 • 15 kcal
  • erbe provenzali essiccate 2 cucchiai
  • timo e origano freschi q.b.
  • Olio extravergine di oliva q.b. • 0 kcal
  • Sale q.b. • 0 kcal
  • pepe q.b. • 79 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La ratatouille è un contorno tipico della cucina provenzale, in particolare della città di Nizza, in cui viene chiamata appunto ratatouille niçoise. Il nome rievoca il gesto di rimestare le verdure, che deriva dal francese touiller e dall’occitano ratatolha. Si prepara con le verdure tipicamente estive che, una volta tagliate a fettine, vengono disposte ordinatamente in padella, profumate con erbette aromatiche e infine stufate a fuoco dolce per pochi minuti, mantenendole così colorate e croccanti. Una preparazione semplice e veloce, che potete arricchire anche con cipolle e patate, perfetta per accompagnare qualunque secondo di carne o pesce alla griglia. Potete anche servirle su fettine di pane tostato, insieme a un formaggio morbido, per un aperitivo sfizioso o un spuntino veloce. Scoprite come fare seguendo passo passo la nostra ricetta.

Come preparare la ratatouille

ratatouille

Lavate la melanzana, asciugatela e tagliatela a rondelle spesse circa 3 mm (1).

ratatouille

Lavate la zucchina e affettatela; mondate il peperone, eliminando i semi e le coste bianche interne, e tagliatelo in falde (2).

ratatouille

Trasferite le verdure in una ciotola e conditele con un filo di olio, le erbe provenzali essiccate e un pizzico di sale e di pepe (3).

ratatouille

Lavate il pomodoro e tagliate anche questo a fettine (4).

ratatouille

Disponete le verdure in una padella da 24 cm di diametro, alternandole tra di loro e sistemandole in modo ordinato (5).

ratatouille

Condite con un altro filo di olio e poi versate circa 30 ml di acqua (6).

ratatouille

Coprite con un coperchio (7) e fate cuocere per circa 20 minuti, a fuoco basso: le verdure dovranno rimanere leggermente croccanti.

ratatouille

A fine cottura, profumate con il timo e l'origano freschi e servite (8).

Consigli

La ratatouille è ancora più gustosa se lasciata riposare per diverse ore: il consiglio è di mangiarla il giorno successivo, insieme a un secondo di carne o di pesce, e qualche fettina di pane casereccio tostato leggermente.

A piacere, potete aggiungere anche delle zucchine gialle, dal gusto particolarmente dolce, e la cipolla, rossa o bianca, sempre tagliata a fettine.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche la caponata, specialità tipica siciliana.

Conservazione

La ratatouille si può conservare in frigorifero, in un apposito contenitore ermetico, per 2-3 giorni. Si sconsiglia la congelazione.