ingredienti
  • patate medie 4 • 750 kcal
  • Rosmarino fresco 1 ciuffo • 29 kcal
  • Olio extravergine d’oliva q.b. • 0 kcal
  • Sale q.b. • 0 kcal
  • pepe q.b. • 79 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le patate alla piota sono un piatto appartenente alla tradizione valtellinese. Si tratta di un metodo di cottura tipico di questa cucina, particolarmente diffuso nelle malghe alpine, che prevede di grigliare i cibi su una lastra di pietra arroventata sul fuoco, chiamata appunto pioda (una sorta di pietra ollare in versione casalinga). Una tecnica dolce, che rilascia gradualmente il calore, e molto leggera, poiché il condimento viene aggiunto solo a crudo, ma che consente di ottenere delle patate dorate, croccanti e morbide all'interno, perfette da servire come contorno in accompagnamento a piatti a base di carne. Scoprite come prepararle seguendo passo passo la nostra ricetta.

Come preparare le patate alla piota

1_affetate le patate_patate alla piota©Gooduria lab

Scaldate la pietra ollare. Intanto lavate accuratamente le patate e poi tagliatele a fette non troppo sottili, senza eliminare la buccia (1).

3_distribuite le patate_patate alla piota©Gooduria lab

Cospargete la pietra con un pizzico di sale e adagiate sopra le fettine di patata, mettendole una accanto all’altra (2).

4_girate le patate_patate alla piota©Gooduria lab

Quando le patate saranno leggermente dorate, capovolgetele e fatele cuocere anche dall'altro lato, per circa 5 minuti (3).

6_irrorate olio di oliva_patate alla piota©Gooduria lab

A cottura ultimata, regolate di sale e di pepe, quindi condite con un filo di olio (4).

7_aggiungete rosmarino_patate alla piota©Gooduria lab

Profumate con abbondante rosmarino (5).

9_patate piota servite_patate alla piota©Gooduria lab

Disponete le patate in un piatto da portata, sovrapponendole leggermente, e servitele ben calde (6).

Consigli

Per un risultato impeccabile, utilizzate delle patate a pasta gialla o bianca, lasciandole con tutta la buccia. Per questa ragione, acquistate delle patate biologiche, dunque non trattate chimicamente; vi basterà lavarle accuratamente e strofinarle con un'apposita spazzolina.

Prima di procedere alla cottura, accertatevi che la pietra sia rovente e cospargetela con un pizzico abbondante di sale: in questo modo eviterete che le patate si attacchino.

Nel caso in cui non disponiate di una pietra ollare, potete utilizzare una semplice piastra antiaderente; ovviamente il risultato finale, però, non sarà lo stesso.

A piacere, potete profumare le vostre patate anche con altre erbette aromatiche fresche, tipo timo e salvia, o delle spezie, come la paprica dolce, quella affumicata o del curry piccante.

Servite le vostre patate alla piota con delle costine di maiale al forno e accompagnatele a una salsa ketchup fatta in casa o a una golosa maionese senza uova.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche le patate grigliate o le patate al forno con la buccia.

Conservazione

Le patate alla piota si conservano in frigorifero per 2 giorni, in un apposito contenitore con chiusura ermetica. Al momento del consumo, riscaldatele nuovamente sulla pietra rovente oppure in microonde per qualche secondo.