ricetta

Pasta e cavolfiore: la ricetta della tradizione napoletana cremosa e semplice

Preparazione: 35 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Genny Gallo
221
Immagine
ingredienti
Cavolfiore
350 gr
Pasta corta
300 gr
Parmigiano grattiugiato
80 gr
Vino bianco
50 ml
Olio extravergine d’oliva
4 cucchiai
Acciughe
3
Aglio
1 spicchio
Pomodorini secchi
1-2
Brodo
q.b.
Sale
q.b.
pepe
q.b.

La pasta e cavolfiore è un primo piatto tipico della tradizione campana, ormai diffuso in tutta Italia: una ricetta cremosa e saporita, molto semplice da realizzare. Il suo segreto, infatti, è la risottatura: la pasta cuoce direttamente in pentola insieme al suo condimento, per assorbire tutti i sapori. La pasta e cavolo si prepara rapidamente ed esiste in due varianti: bianca oppure con l’aggiunta di un tocco di pomodoro o, in alternativa, di qualche pomodorino secco. Un primo piatto che può essere gratinato al forno o variato aggiungendo del tonno.

Ecco come realizzarla alla perfezione.

Come preparare la pasta e cavolfiore

In un pentolino fate sciogliere le alici rosolandole nell’olio con l’aglio 1.

Sminuzzate il cavolfiore, riducendolo in fettine sottili 2.

Mettete il cavolfiore nel pentolino e lasciatelo cuocere per qualche minuto, quindi aggiungete i pomodorini secchi tritati grossolanamente 3.

Aggiungete anche la pasta e fatela tostare come fareste con il risotto 4.

Sfumate con il vino bianco, poi coprite il brodo bollente e portate a cottura, lasciando che la pasta assorba il brodo 5.

Togliete dal fuoco e mantecate con il formaggio grattugiato 6, aggiustate di sale e pepe.

Servite la pasta e cavolfiore alla napoletana caldissima 7.

Consigli

Potete realizzare questa pasta anche con il broccolo o con il broccolo romano.

Se non vi piacciono i pomodorini secchi, potete realizzare questa pasta in bianco o con i pelati: evitate invece la passata per non renderla troppo liquida. Se amate i sapori piccanti inserite nella ricetta del peperoncino tritato finemente, o del pepe nero.

Potete anche inserire delle erbe aromatiche come la menta o il basilico fresco. Infine, per un tocco di sapidità in più, sostituite il parmigiano con del pecorino.

Conservazione

Vi consigliamo di mangiare la pasta e cavolfiore appena pronta: in alternativa potete conservarla in frigo per 1-2 giorni, ben chiusa in contenitore ermetico. Se ne avete fatta troppa, potete congelarla in porzioni singole: quando la scongelate tenetela qualche ora in frigo prima di metterla a temperatura ambiente.

221
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Primi piatti
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
221