video suggerito
video suggerito
ricetta

Pancake di patate: la ricetta della variante salata veloce e gustosa

Preparazione: 15 Min
Cottura: 6 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Silvia Ferrau
101
Immagine

ingredienti

Patate
500 gr
Farina 00
25 gr
cipolla bianca piccola
1
uovo
1
Olio extravergine di oliva
q.b.
pepe
q.b.
Sale
q.b.

I pancake di patate sono una ricetta veloce e molto gustosa, la variante saporita dei classici pancake dolci, perfetta da portare in tavola come antipasto o aperitivo in abbinamento a un tagliere di salumi e formaggi, e a un calice di bollicine.

Si tratta di  deliziose frittelle, molto diffuse negli Stati Uniti soprattutto grazie alla tradizione ebraica: infatti, vengono chiamate anche potato latkes e preparate tipicamente in occasione della festa delle luci, l'Hanukkah.

Per realizzarli, ti basterà frullare le patate a cubetti con la cipolla, tritata al coltello, filtrare poi la purea ottenuta con un colino a maglie strette, in modo da eliminare il liquido in eccesso, e amalgamare quindi bene il tutto con l'uovo, la farina, un pizzico di sale e una macinata di pepe. A questo punto non ti rimarrà che cuocere l'impasto preparato a cucchiaiate in una padella antiaderente dove avrai scaldato un filo d'olio, e il gioco è fatto: il risultato saranno dei dischetti leggermente croccanti fuori e morbidi al cuore, ideali da proporre anche per il brunch della domenica insieme a fettine di salmone affumicato, a un dressing allo yogurt o a della panna acida.

Scopri come preparare i pancake di patate seguendo passo passo procedimento e consigli. Se ti è piaciuta questa ricetta, prova anche i pancake agli asparagi, quelli alle zucchine e le frittelle di patate con ripieno filante di mozzarella.

Come preparare i pancake di patate

Sbuccia le patate e tagliale a tocchetti 1.

Raccogli la dadolata di patate nel boccale di un mixer insieme alla cipolla 2, tritata grossolanamente al coltello.

Frulla accuratamente il tutto 3.

Trasferisci la purea ottenuta in un colino a maglie strette e lasciala sgocciolare per bene, mescolando con un cucchiaio 4, in modo da eliminare tutto il liquido in eccesso.

A questo punto sistema il composto asciutto in una terrina e unisci l'uovo 5.

Versa la farina setacciata e aggiusta di sale 6.

Spezia con una macinata di pepe 7.

Amalgama perfettamente gli ingredienti 8.

Scalda un filo d'olio extravergine di oliva in una padella antiaderente 9.

Versa 3 cucchiai d'impasto e forma altrettanti dischetti circolari 10, quindi cuocili per 2-3 minuti per lato o fino a doratura.

Man mano che sono pronti, disponi i pancake di patate su un piatto da portata 11, porta in tavola e servi.

Consigli

Se desideri, puoi omettere il pepe e la cipolla, e consumare i pancake al mattino con il prosciutto crudo, per una colazione salata ricca e sostanziosa, oppure puoi personalizzare la preparazione secondo il gusto personale e unire al resto degli ingredienti cubetti di speck o di pancetta croccante, un rametto di timo sfogliato, qualche stelo di erba cipollina, un pizzico di peperoncino in polvere o della mortadella sminuzzata.

Per una resa filante, puoi arricchire i pancake con cubetti di scamorza o di provola affumicata, mentre se intendi utilizzare la mozzarella, ricordati di farla sgocciolare per bene per non compromettere il buon esito finale. Al momento dell'acquisto, prediligi poi patate a pasta gialla, con polpa soda, compatta e poco acquosa, ti garantiranno una riuscita ottimale.

Per ottenere un risultato più rustico, puoi grattugiare le patate e affettare finemente le cipolle prima di unirle al resto degli ingredienti e formare i tuoi pancake con l'aiuto di un cucchiaio.

I pancake di patate si conservano in frigo, in un contenitore a chiusura ermetica, per 1 giorno massimo. Ti consigliamo di scaldarli qualche minuto al microonde prima del servizio.

Curiosità

I pancakes di patate sono una delle tante varianti delle frittelle di patate che, a seconda dei diversi Paesi, sono caratterizzate denominazioni e preparazioni differenti.

Apprezzate e consumate nella cucina americana ed ebraica, possiamo trovarle anche in Germania, sia in versione dolce sia salata, e in Italia, dove sono conosciuti come tortel nella zona del Trentino e come frittelle alla tarantina in Puglia. Molto amate nei paesi scandinavi, sono note in Svizzera come rösti e vengono realizzate senza uova e senza farina.

Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Antipasti
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
101
api url views