ricetta

Minestrone alla genovese: la ricetta del piatto tipico ligure

Preparazione: 1 ora
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Carlotta Falletti
2
Immagine
ingredienti
Fagiolini
100 gr
Carota
1
Zucchine
2
Patata
1
Piselli
50 gr
biete già pulite
120 gr
Sedano
1 costa
Cipolla
1
Pomodorini
50 gr
fagioli cannellini già lessati
100 gr
Pesto di basilico
4 cucchiai
Aglio
1 spicchio
Pasta corta
250 gr
Brodo vegetale
q.b.
Olio extravergine di oliva
q.b.
Sale
q.b.

Il minestrone alla genovese è un primo piatto tipico della cucina ligure: una ricetta antica, appartenente alla tradizione contadina, che può essere gustata calda o a temperatura ambiente, dunque perfetta per qualunque clima. Si tratta di una pietanza semplice e rustica, in cui le verdure fresche di stagione si mescolano ai legumi e a un pesto di basilico fragrante e delicato, che ne esalterà tutto il sapore e le consistenze.

Tradizione vuole che il pesto da aggiungere al minestrone sia senza pinoli, per mantenerne la consistenza vellutata, liscia e non grumosa. Si raccomanda di mescolarlo alla pietanza solo poco prima di servirla e mai in cottura, poiché il calore rischierebbe di cuocerlo. Ideale per tutte le stagioni, sostituendone gli ortaggi in base alla loro disponibilità, questo minestrone, ricco e confortante, racchiude tutto il gusto e il profumo inconfondibile dei prodotti liguri.

Potete aggiungere delle scorze di parmigiano in cottura, per esaltarne la corposità e renderlo ancora più saporito, o una bella spolverizzata di pecorino grattugiato una volta arrivato in tavola. A piacere, potete sostituire le conchigliette, il formato proposto in ricetta, con un'altra tipologia di pasta corta che amate o avete a disposizione in dispensa (pasta mista, ditalini, spaghetti spezzati); vi sconsigliamo solo la pasta all'uovo, che non si addice a questa preparazione. Completatelo anche con crostini di pane, foglioline di basilico fresco e un bel filo di olio extravergine a crudo: conquisterà grandi e piccini. Seguite passo passo la nostra semplice ricetta.

Come preparare il minestrone alla genovese

Tagliate la carota, il sedano e la cipolla 1.

Quindi tritateli finemente 2.

Raccogliete il trito di odori in una casseruola con un filo di olio 3.

Aggiungete lo spicchio di aglio, mondato 4, e fate soffriggere a fuoco dolcissimo.

Spuntate i fagiolini 5 e lavateli accuratamente.

Lavate le zucchine, spuntatele e tagliatele a cubetti 6.

Sbucciate le patate e fate anche queste a dadini 7.

Lavate i pomodorini e tagliateli a metà 8.

Pulite le biete e tagliatele grossolanamente 9.

Aggiungete tutte le verdure, tranne le biete, al soffritto 10 e poi mescolate.

Aggiungete i fagioli 11, i piselli lessi e infine le biete.

Condite con un pizzico di sale 12.

Coprite il tutto con il brodo vegetale caldo 13 e lasciate cuocere a fiamma dolce per circa 35 minuti.

Aggiungete la pasta 14 e poi mescolate. Portatela a cottura, aggiungendo se necessario altro brodo vegetale caldo.

Una volta a cottura, spegnete il fuoco e completate con il pesto 15.

Impiattate e servite 18.

Conservazione

Si consiglia di consumare il minestrone al momento; nel caso in cui fosse avanzato, conservatelo in frigorifero in un apposito contenitore ermetico per massimo 1-2 giorni. Se non avete aggiunto la pasta, potete anche surgelarlo.

2
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Primi piatti
Lascia un commento
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
2