La lavastoviglie è un elettrodomestico capace di lavare grandi quantità di stoviglie con il massimo risparmio energetico, diventato indispensabile per rendere più veloce e meno faticosa la pulizia degli utensili da cucina. Utilizzandolo, infatti, è possibile lavare posate, bicchieri, pentole, padelle e taglieri che presentano qualsiasi livello di sporco. Le prime macchine lavastoviglie comparvero a metà 800, quando si iniziarono a fare i primi per rendere automatico il lavaggio delle stoviglie. Il successo commerciale ci fu esattamente nel 1886, quando  Josephine Cochrane, un'inventrice statunitense, brevettò la prima lavastoviglie meccanica.

In commercio sono attualmente disponibili lavastoviglie a libera installazione, da incasso o da incasso a scomparsa totale prodotti da marchi celebri come Electrolux, Bosh, Beko, Miele e Whirpool, anche se sono tanti i brand di elettrodomestici che producono questo tipo di macchine con un ottimo rapporto qualità/prezzo. I migliori modelli, capaci di concedere ottimi risultati, hanno classe di efficienza energetica A+++, A++ e A+, indispensabili per ottenere stoviglie sempre pulite senza consumare troppo.

Scopriamo insieme quali sono le migliori di quest'anno e come sceglierle in base alle proprie esigenze quotidiane.

Come funziona una lavastoviglie

Il funzionamento di una lavastoviglie è abbastanza semplice. L'acqua viene prelevata direttamente dall'impianto idrico domestico e viene incanalata all'interno di una vasca presente alla base dell'elettrodomestico. L'acqua, poi, viene riscaldata grazie ad una resistenza elettrica fino a raggiungere la temperatura idonea al programma selezionato per il lavaggio.  A questo punto lo sportello contenente il detersivo si apre e si miscela con l'acqua. La soluzione di acqua e detersivo viene sottoposta ad un processo di pressurizzazione e indirizzata verso le stoviglie tramite i due bracci diffusori, che hanno anche il compito di risciacquarle per eliminare i residui di schiuma e sapone. Il risciacquo dei piatti avviene con lo stesso procedimento appena descritto, ovviamente senza l'aggiunta del detergente. Dopo questi passaggi c'è lo scarico dell'acqua sporca che avviene attraverso una pompa. Infine, se è presente l'apposito programma, viene avviato anche un ciclo di asciugatura.

Vantaggi e svantaggi di una lavastoviglie

Anche la lavastoviglie, come tutti gli elettrodomestici, ha dei pro e dei contro. Scopriamo insieme quali sono i vantaggi.

  • Lavare le stoviglie senza fatica: utilizzare una lavastoviglie per chi ha una famiglia numerosa o per chi cucina spesso e si ritrova con parecchie stoviglie accumulate, vuol dire risparmiare tempo e fatica.
  • Lavaggio accurato: se viene utilizzato il giusto detergente e gli utensili da cucina vengono caricati correttamente all'interno dei cestelli, il lavaggio risulterà sicuramente più approfondito rispetto a quello a mano.
  • Stoviglie perfettamente igienizzate: dal momento che viene utilizzata acqua ad una temperatura molto più elevata, i batteri vengono efficacemente rimossi da posate, pentole, padelle e contenitori.
  • Risparmio sui consumi d' acqua: la lavastoviglie è un elettrodomestico che è capace di utilizzare la giusta quantità d'acqua, senza sprechi, e di lavare un carico intero impiegandone sicuramente meno rispetto a quella utile per un lavaggio a mano.

Ecco, invece, quali sono gli svantaggi.

  • Non tutte le stoviglie possono essere lavate in lavastoviglie: basti pensare a quelle in legno o a quelle con rivestimento antiaderente. Il lavaggio, infatti, potrebbe danneggiarle irrimediabilmente.
  • Sconsigliata per chi vive da solo o per le coppie: utilizzare un elettrodomestico di questo tipo è sicuramente vantaggioso per le famiglie numerose ma non per i single, per chi cucina poco o per poche persone.
  • Può essere ingombrante: a meno che non si decida di acquistare un modello slim, una lavastoviglie richiede spazio all'interno della cucina.
  • Il costo iniziale: come abbiamo detto precedentemente una lavastoviglie che concede buone prestazioni ha un prezzo minimo di 300 Euro.

Le migliori lavastoviglie del 2020

Ecco quali sono le migliori lavastoviglie di quest'anno. Abbiamo stilato una lista contenente i modelli più apprezzati dagli utenti che hanno acquistato online e con un buon rapporto qualità/prezzo.

Electrolux TT404L3 da incasso

Electrolux TT404L3 è un modello da incasso con un ottimo rapporto qualità/prezzo. Si tratta di un modello capiente che può contenere fino a 13 coperti e che concede ottime prestazioni di lavaggio con il massimo risparmio energetico, grazie alla classe di efficienza energetica A+. Dispone di 5 programmi di lavaggio capaci di pulire con ottimi risultati sia le stoviglie molto sporche, sia quelle che non presentano incrostazioni o sporco ostinato. Dispone di sistema di sicurezza antitrabocco e di un sistema che riduce gli sprechi energetici.

Classe di efficienza energetica: A+

Dimensioni: 59,6 x 57 x 81,8 cm

Pro: è una lavastoviglie prodotta da uno dei migliori marchi, facile da utilizzare e dal buon rapporto qualità/prezzo.

Contro: alcuni utenti avrebbero preferito una maggiore efficacia per quanto riguarda l'asciugatura delle stoviglie.

Bosch Serie 2 SMV25EX00E da incasso a scomparsa

Modello a scomparsa particolarmente adatto per coloro che non vogliono che l'elettrodomestico sia visibile, Bosch Serie 2 SMV25EX00E è una lavastoviglie con una capacità di carico di 13 coperti e con classe di efficienza energetica A+, una delle più alte presenti sul mercato. Tra i 5 programmi di lavaggio di cui è dotata segnaliamo "Eco", che consente di risparmiare acqua ed energia elettrica, e quello dedicato alla pulizia di bicchieri e stoviglie in cristallo. Inoltre, grazie al sensore di carico, la lavastoviglie è capace di intuire da sola qual è il programma di lavaggio più efficace da avviare.

Classe di efficienza energetica: A+

Dimensioni: 59,8 x 55 x 81,5 cm

Pro: dispone di motore senza spazzole che non solo è veloce ed efficiente, ma rende l'elettrodomestico assolutamente silenzioso.

Contro: stando a quanto emerge secondo alcune recensioni presenti online, i lavaggi hanno tempi leggermente lunghi.

Beko DFN05311W a libera installazione

Modello a libera installazione con classe di efficienza energetica A+, Beko DFN05311W è una lavastoviglie che concede ottime prestazioni di lavaggio con consumi energetici ridotti. Si tratta di una tipologia adatta per le famiglie, avendo una capacità di carico di 13 coperti. I programmi i lavaggio sono 5 e sono adatti per rimuovere qualsiasi tipologia di sporco. Tra le sue caratteristiche segnaliamo il ridotto livello di rumorosità, 49 dB, e la presenza del sistema di sicurezza antitrabocco. Può effettuare lavaggi anche quando non è completamente carica.

Classe di efficienza energetica: A+

Dimensioni: 59,8 x 60 x 85 cm

Pro: è un elettrodomestico con un buon rapporto qualità/prezzo perfetto per un utilizzo quotidiano. Risulta molto efficace anche per la pulizia di stoviglie che presentano un alto livello di sporco.

Contro: non dispone della funzione extra che consente di attivare la partenza ritardata dei lavaggi.

Indesit DIF 14 B1 da incasso

Con classe di efficienza energetica A+, Indesit DIF 14 B1 è una lavastoviglie da incasso che può contenere e lavare ben 14 coperti, adatta ad un nucleo familiare composto da 4/5 membri. Dispone di ben 6 programmi di lavaggio, tra i quali segnaliamo quello "Economy" e quello adatto per pulire le stoviglie particolarmente sporche. Il suo punto di forza è sicuramente il risparmio energetico che è capace di concedere ed il rapporto qualità/prezzo. Il livello di rumorosità di 49 dB, la rende particolarmente silenziosa.

Classe di efficienza energetica: A+

Dimensioni: 82 x 59,5 x 55,5 cm

Pro: è un modello molto capiente che contiene anche un cestello portaposate che ottimizza ulteriormente lo spazio utilizzabile.

Contro: non è dotata della funzione extra che consente di avviare la partenza ritardata.

Candy CDCP 6/E da tavolo

Un modello da tavolo dalle dimensioni compatte e adatto per una coppia o per chi vive da solo, Candy CDCP 6/E è una lavastoviglie che, seppur piccola, concede ottimi risultati di lavaggio con il minimo spreco di risorse idriche ed energetiche, grazie alla classe di efficienza energetica A+. Può contenere fino a 6 coperti, dispone di 6 programmi di lavaggio con 5 diversi livelli di temperatura e solo 7 litri di consumo d’acqua a ciclo. Segnaliamo la presenza del ciclo "Eco" che  assicura risultati di lavaggio impeccabili con il minimo impiego di acqua ed energia.

Classe di efficienza energetica: A+

Dimensioni: 55 x 50 x 43 cm

Pro: si tratta di un modello che può essere utilizzato anche da chi non dispone di ampi spazi, grazie alle sue dimensioni compatte.

Contro: il livello di rumorosità di 51 dB è leggermente elevato.

Whirlpool WFC3C26P a libera installazione

Caratterizzata da un design moderno e da un elegante colore acciaio inox, Whirlpool WFC3C26P è un modello a libera installazione di ottima qualità. Si caratterizza per la classe di efficienza energetica A++, che permette di utilizzarla quotidianamente senza spendere troppo, la classe di efficienza di asciugatura A e per il basso livello di rumorosità, che raggiunge solo 46 dB. La capienza è di 14 coperti, mentre i programmi di lavaggio disponibili sono 8, ideali per qualsiasi tipologia di lavaggio.

Classe di efficienza energetica: A++

Dimensioni: 60 x 60 x 85 cm

Pro: è dotata della funzione extra che consente di ritardare la partenza del lavaggio fino a 24 ore.

Contro: il costo è leggermente più elevato rispetto a quello di altri modelli, ma il prezzo è giustificato dalle ottime prestazioni che è capace di concedere.

Candy 32001121

Ideale per le famigli numerose, capace di contenere e di lavare ben 16 coperti, CANDY 32001121 è un modello molto intuitivo e facile da utilizzare grazie alla presenza del display touch. Dispone di ben 9 programmi di lavaggio, ideali per trattare qualsiasi tipologia di sporco, e di filtro antibatterico, caratteristica che garantisce igiene e sicurezza. Tra le sue caratteristiche segnaliamo il basso livello di rumorosità, 43 dB, e la presenza di ben 3 cestelli per il carico delle stoviglie.

Classe di efficienza energetica: A++

Dimensioni: è larga 60 cm

Pro: oltre ad essere particolarmente silenziosa, consuma poco e pulisce alla perfezione anche le stoviglie con un alto livello di sporco.

Contro: anche questo modello ha un costo più elevato rispetto a quello di altri modelli, ma si tratta di un prodotto molto valido e che concede ottime prestazioni.

Hotpoint LTB 4B019 da incasso

Hotpoint LTB 4B019 è un modello da incasso a scomparsa totale che concede consumi energetici ridotti, grazie alla classe di efficienza energetica A+. Dotata di portaposate, questa lavastoviglie è abbastanza capiente e può contenere fino a 13 coperti: si tratta, quindi, di un elettrodomestico comodamente utilizzabile da un nucleo familiare composto da 4/5 persone. Tra i 4 programmi di lavaggio presenti segnaliamo "Eco", che lava le stoviglie garantendo massimo risparmio energetico.

Classe di efficienza energetica: A+

Dimensioni: 82 x 59,5 x 55,5 cm

Pro: può essere utilizzata anche durante le ore notturne senza problemi, grazie al livello di rumorosità di soli 49 dB.

Contro: tutti gli utenti sono soddisfatti delle prestazioni di questo elettrodomestico.

Miele Active SC a libera installazione

Modello a libera installazione dotato di una piastra di copertura molto robusta utilizzabile come piano da lavoto, Miele Active Sc è una lavastoviglie con classe di efficienza energetica A+++ capace di concedere un risparmio di circa il 50% sui consumi di energia elettrica e di acqua. Dotata di sportello con chiusura rapida, si caratterizza per la presenza di un cestello pensato appositamente per le posate e che consente di posizionarle in modo tale da evitare graffi. Dispone di blocco sicurezza per evitare che l'apparecchio venga involontariamente avviato.

Classe di efficienza energetica: A+++

Dimensioni: 59,8 x 60 x 84,5 cm

Pro: risulta molto facile da utilizzare anche grazie al comodo display dove sono presenti anche le spie che indicano la fine del programma di lavaggio o quando c'è bisogno di aggiungere sale o brillantante.

Contro: non sono attualmente presenti recensioni negative da parte degli utenti che hanno acquistato questo prodotto.

Candy CDI 1L38-02 da incasso a scomparsa

Candy CDI 1L38-02 è una lavastoviglie da incasso a scomparsa totale che, una volta posizionata, non è visibile ma "scompare" all'interno dei mobili della cucina. Abbastanza capiente da poter soddisfare le esigenze quotidiane di un nucleo familiare, questo elettrodomestico può contenere fino a 13 coperti. I programmi di lavaggio selezionabili sono 5, tra i quali segnaliamo "Eco" e quello breve, capaci di concedere ottimi risultati di pulizia con il massimo risparmio idrico ed energetico.

Classe di efficienza energetica: A+

Dimensioni: 59,8 x 55 x 82 cm

Pro: l'ottimo rapporto qualità/prezzo che consente di acquistare una lavastoviglie dalle ottime prestazioni senza spendere troppo.

Contro: stando a quanto emerge dalle recensioni, alcuni utenti la giudicano leggermente rumorosa.

Come scegliere la migliore lavastoviglie

Per scegliere la migliore lavastoviglie occorre valutare la capienza, i consumi energetici, le prestazioni, i programmi di lavaggio, le funzioni extra, la manutenzionela sicurezza, i materiali, la marca ed il prezzo.

Capienza

La capienza di una lavastoviglie si misura in coperti ed è un fattore che deve essere valutato in base al numero dei componenti del nucleo familiare e alle necessità quotidiane. Possiamo sintetizzare dicendo che i modelli slim, dalle dimensioni compatte, possono contenere massimo 6 coperti, mentre quelli standard, con una larghezza di circa 60 cm, hanno una capacità che può raggiungere anche 16 coperti. Specifichiamo che tutto dipende anche dal numero dei cestelli presenti. In commercio sono attualmente disponibili tipologie a due o a tre cestelli. I primi possono arrivare ad un massimo di 13 coperti, mentre i secondi possono superare i 14 coperti.

In linea generale per le famiglie composte da quattro membri o per una coppia è preferibile scegliere una lavastoviglie da 12 coperti, mentre per chi vive da solo o per una coppia che vuole lavare le stoviglie tutti i giorni, consigliamo quelle che possono contenere 6 coperti.

Dimensioni e ingombro

Direttamente proporzionale alla capacità è l'ingombro. Infatti, più la capacità di una lavastoviglie è elevata, più l'elettrodomestico occuperà spazio. Anche in questo caso tutto dipende dalle esigenze personali. Per chi ha poco spazio in cucina è consigliabile acquistare un modello slim, dalle dimensioni più sottili e compatte, soprattutto per quanto riguarda la profondità. Queste tipologie, generalmente a libera installazione, trovano facilmente un posto in cucina. I modelli standard, invece, hanno dimensioni normali: sono quelli da incasso, leggermente più ingombranti, e che necessitano di maggiore spazio per essere installati.

Consumi energetici

Anche i consumi energetici sono un fattore molto importante da considerare nella scelta di questo elettrodomestico. Anche per la lavastoviglie è previsto l'obbligo dell'etichetta energetica, che fornisce istantaneamente informazioni sui consumi energetici, idrici e sulla rumorosità.

  • Consumi energetici: per quanto riguarda i consumi elettrici, le lavastoviglie moderne hanno classi energetiche A+++, A++ e A+. Solo acquistando un elettrodomestico con queste classi di efficienza energetica è possibile risparmiare ed utilizzarlo tutti i giorni senza spendere troppo.
  • Consumo idrico: anche il consumo idrico annuale viene riportato sull'etichetta energetica e, solitamente, va da un minimo di 2500 L ad un massimo di 3500 L l'anno. Ovviamente i modelli di nuova generazione consumano molto meno rispetto a quelli meno moderni
  • Rumorosità: è opportuno acquistare una lavastoviglie che abbia un livello di rumorosità non troppo alto. Le lavastoviglie più moderne hanno una rumorosità molto bassa che, generalmente, si aggira intorno ai 40/50 dB.

Prestazioni

Per quanto riguarda le prestazioni possiamo affermare che tutte le lavastoviglie moderne assicurano ottime prestazioni anche con gli utensili incrostati. Ciò che può cambiare da un modello all'altro è come viene smaltito il vapore generato dall'asciugatura delle stoviglie. Quelli più diffusi sono la ventilazione, la condensazione naturale, lo scarico esterno e il condensatore o scambiatore di calore.

Anche per quanto riguarda l'asciugatura, l'attuale normativa prevede che tutte le lavastoviglie appartengano alla classe di asciugatura A e che asciughino alla perfezione tutte le stoviglie.

Programmi di lavaggio

Per acquistare una lavastoviglie che si addica alle proprie esigenze quotidiane è necessario considerare i programmi disponibili. Ecco quali sono quelli più importanti presenti in quasi tutti i modelli:

  • Completo: si tratta di un programma che comprende prelavaggio, lavaggio, risciacquo e asciugatura. Viene utilizzato principalmente per pulire le stoviglie molto sporche, prevede l'utilizzo di acqua calda e dura all'incirca due ore.
  • Breve: dura generalmente dai 30 ai 60 minuti ed è l'ideale per le stoviglie non incrostate che presentano un livello di sporco non eccessivo.
  • Quotidiano: viene utilizzato per le stoviglie che presentano un livello medio di sporco. Ha una durata più lunga rispetto a quella del programma "breve" ma è più veloce di quello "completo" perché non prevede la fase di prelavaggio.
  • Eco: è un programma che funziona con un consumo energetico ridotto e che prevede l'utilizzo di poca acqua e di basse temperature. Viene utilizzato per pulire posate ed utensili da cucina mediamente sporche e ha una durata abbastanza lunga.
  • Prelavaggio: presente in tutte le lavastoviglie, è un programma che permette di effettuare esclusivamente il prelavaggio, una possibilità utile se si vogliono aggiungere successivamente stoviglie per poi effettuare un ciclo completo.
  • Cristalli: è un programma appositamente pensato per lavare accuratamente le stoviglie e i bicchieri di cristallo delicatamente e senza lasciare aloni.
  • Delicato: utile per pulire rapidamente ed igienizzare stoviglie non utilizzate a lungo.
  • Silenzioso: permette di utilizzare l'elettrodomestico anche durante le ore notturne senza avvertire il suo funzionamento.
  • Automatico: tramite appositi sensori, questo programma riesce ad individuare il grado di sporco delle stoviglie e a impostare il giusto programma di lavaggio.

Funzioni extra

Alcune lavastoviglie possono essere dotate di funzioni extra come la partenza ritardata, il mezzo carico, utile per pulire poche stoviglie senza sprechi idrici ed energetici, l'asciugatura apposita per i cristalli al fine di renderli brillanti e lucenti, e la funzione igienizzante.

Manutenzione

La lavastoviglie è un elettrodomestico che va pulito accuratamente. In particolare il filtro deve essere pulito con una certa frequenza. Quasi tutti i modelli presenti in commercio avvertono quando è giunto il momento di procedere con la manutenzione tramite una spia luminosa o un segnale che compare sul display, mentre quelli più moderni sono dotati di filtri autopulenti. Oltre a questa spia solitamente è presente anche quella che indica quando è giunto il momento di aggiungere il brillantante e il sale, il primo indispensabile per asciugare correttamente le stoviglie, il secondo per rigenerare le resine dell'elettrodomestico dopo ogni utilizzo.

Sicurezza

Per quanto riguarda il fattore sicurezza, invece, importante è la presenza del sistema blocco tasti, che impedisce che la lavastoviglie venga avviata per sbaglio, e quello antitrabocco, che blocca la fuoriuscita di acqua e schiuma in caso di guasto.

Materiali

I materiali utilizzati per le lavastoviglie sono l'acciaio per l'intera struttura e per le pareti dell'elettrodomestico, metallo rivestito di guaina plastica per i cestelli e plastica resistente al calore per le altre componenti mobili e i cestello che contiene le posate.

Marca e prezzo

Per quanto riguarda le marche le più affidabili e gettonate sono sicuramente Bosh, Beko, Miele, Candy, Ariston, Electrolux, Indesit e Whirpool. Il prezzo di un elettrodomestico di questo tipo, che sia affidabile e duraturo nel tempo, si aggira intorno ai 350/700 Euro, anche se è possibile acquistare dei modelli più economici ma egualmente efficienti.

Come utilizzare la lavastoviglie

Per utilizzare correttamente la lavastoviglie occorre semplicemente seguire le indicazioni contenute nel manuale di istruzioni apposito. Bisogna leggere con attenzione soprattutto le disposizioni che aiutano a comprendere come caricare correttamente i carrelli in modo tale da ottenere i risultati di pulizia sperati. Il primo suggerimento è quello di posizionare stoviglie come tazze, bicchieri, pentole e pirofile con la concavità rivolta verso il basso per evitare che si riempiano di acqua sporca. Ovviamente è sconsigliato riempire eccessivamente i carrelli perché gli utensili troppo vicini non vengono puliti accuratamente. Il consiglio è quello di lavare a mano quelli che non trovano posto all'interno dell'elettrodomestico. A tal proposito, prima di avviare la lavastoviglie, è fondamentale assicurarsi che il movimento rotatorio dei bracci diffusori non venga ostacolato. Ecco come posizionare correttamente le stoviglie all'interno dei carrelli:

  • Piatti: i piatti vanno inseriti uno dopo l'altro all'interno della rastrelliera del carrello inferiore, con il fondo rivolto verso il basso;
  • Tazze, calici, bicchieri e ciotole: i calici vanno appesi in un'apposita rastrelliera posta lateralmente, mentre tazze, bicchieri e ciotole vanno posizionati nel carrello superiore;
  • Pentole e padelle: questi utensili, per essere puliti in modo efficace, devono essere caricati nel carrello inferiore dove passa l'acqua ad una temperatura più alta;
  • Posate: le posate corte vanno posizionate nell'apposito cestello, se presente, con i manici rivolti verso il basso. Quelle lunghe, invece, vanno caricate nel carrello superiore;
  • Taglieri e vassoi: se di grandi dimensioni, vanno posizionati lungo il perimetro esterno del carrello inferiore.

Per quanto riguarda le stoviglie che possono essere lavati in lavastoviglie senza subire danni, segnaliamo:

  • Bicchieri e stoviglie in vetro o in pyrex, detto anche vetro borosilicato;
  • Piatti, tazze e pirofile in ceramica non decorata;
  • Pentole e utensili di vario tipo in acciaio o ghisa senza rivestimento antiaderente;
  • Taglieri, utensili, stampi e contenitori in plastica o silicone.

Gli utensili da cucina che è consigliabile lavare a mano sono:

  • Taglieri e utensili in legno: se lavati in lavastoviglie possono danneggiarsi e addirittura marcire;
  • Coltelli e strumenti affilati: rischiano di perdere il filo
  • Pentole e padelle con rivestimento antiaderente: meglio lavarli delicatamente a mano utilizzando una spugnetta che non graffi il fondo;
  • Bicchieri e altri utensili in cristallo: si tratta di un materiale molto delicato che può facilmente rigarsi se non trattato con l'apposito programma di lavaggio;
  • Pentole e piastre dotati di pietra ollare: anche per questi utensili è meglio optare per il lavaggio a mano utilizzando una spugnetta.