ingredienti
  • pomodorini in scatola o freschi 400 gr
  • Melanzane 2 • 25 kcal
  • Peperoncino 1 • 29 kcal
  • Aglio 1 spicchio • 79 kcal
  • Olio extravergine di oliva q.b. • 29 kcal
  • Olio di semi di arachide q.b.
  • Sale q.b. • 0 kcal
  • Basilico fresco q.b.
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le melanzane all'arrabbiata sono un contorno estivo gustoso, fragrante e, essendo totalmente vegetale, adatto veramente a tutti, anche a chi segue un'alimentazione vegana. Si tratta di irresistibili melanzane fritte (anche avanzate da una precedente preparazione) che terminano la cottura in un gustoso sughetto di pomodorini profumato con del peperoncino fresco. Perfetto per essere accompagnato con crostoni di pane, ma anche come saporito condimento per la pasta, questo piatto può essere servito caldo o tiepido in occasione di un pranzo o una cena in famiglia.

Come preparare le melanzane all'arrabbiata

tagliare le melanzane

Lavate le melanzane, mondatele e tagliatele a cubetti. Poi salatele (1) e fatele riposare per 30 minuti.

friggere le melanzane

Tamponatele con carta assorbente da cucina e friggetele, un po' per volta, immergendole in abbondante olio di semi di arachide ben caldo fino a doratura. Scolatele e fate asciugare su carta assorbente (2).

soffriggere il peperoncino

Affettate il peperoncino fresco nella quantità che preferite e fatelo soffriggere in una padella con poco olio d'oliva e uno spicchio di aglio (3).

sughetto di melanzane

Aggiungete i pomodorini e fate insaporire su fuoco vivace. Salate e fate cuocere per 5-10 minuti, quindi aggiungete le melanzane fritte (4) e lasciate andare su fuoco medio per una decina di minuti.

aggiungere il basilico

Appena il sughetto apparirà addensato, levate dal fuoco e trasferite le melanzane in un piatto da portata. Aggiungete qualche foglia fresca di basilico (5).

melanzane fritte al sugo

Servite le melanzane all'arrabbiata ben calde, accompagnandole con delle fette di pane casereccio (6).

Consigli

Le melanzane possono essere più o meno amarognole e piccanti a seconda della varietà. Quelle piccole e allungate, per esempio, vanno generalmente tagliate a fette e sistemate a strati con un po' di sale grosso in un colapasta per almeno un paio di ore. In questo modo perderanno il loro caratteristico sapore amarognolo. Le melanzane tonde, invece, si caratterizzano per un gusto più dolce e non richiedono di solito questa preparazione. Nel caso in cui le abbiate messe sotto sale, ricordatevi sempre di sciacquarle accuratamente sotto l'acqua corrente fredda e di aggiungere una quantità inferiore di sale nella preparazione: le melanzane così spurgate rimangono comunque piuttosto sapide.

Nel caso in cui le melanzane non vengano messe sotto sale, abbiate l'accortezza di spruzzarle con un pochino di succo di limone: in questo modo si eviterà che anneriscano.

Accompagnate le melanzane all'arrabbiata con delle fettine di pane casereccio, leggermente tostate in forno, e utilizzatele per fare la scarpetta e raccogliere l'irresistibile sughetto. Sono perfette per essere servite in abbinamento a un secondo piatto a base di pesce spada o per condire un'irresistibile pasta fredda.

Se amate il gusto piccante, tipico della preparazione "all'arrabbiata", provate anche il grande classico della cucina romana: le penne all'arrabbiata.

Varianti

Potete sostituire il peperoncino fresco con dell'olio di peperoncino piccante. Mentre se non amate il basilico, potete aggiungete una spolverizzata di origano. Se volete rendere il piatto ancora più saporito e goloso, completatelo con una grattugiata di parmigiano oppure di ricotta salata.

Conservazione

Le melanzane all'arrabbiata si conservano in frigorifero per massimo 2-3 giorni, messe in un apposito contenitore con chiusura ermetica.