Scegliere un libro non è sempre semplice sopratutto quando lo si deve regalare e l’argomento è molto ampio come ad esempio il mondo del food. Mille facce della stessa medaglia: ricette tradizionali e creative, tecniche di cottura, storie di ristoranti e chef, cucina antispreco, alimentazione vegan e vegetariana, senza contare che gli scaffali delle librerie pullulano di nuove uscite ogni mese. Sono sempre di più gli chef che si raccontano, blogger e volti noti che propongono nuove ricette, professionisti che spiegano nuove tecniche di cottura. Ecco i nostri suggerimenti per regalare un libro a tema food a Natale.

Cosa regalare a Natale?

Il regalo di Natale è sempre un “cruccio” per ognuno di noi: a meno che non ci sia una specifica richiesta, si rischia di cadere in facili cliché. Regalare un libro resta sempre una splendida idea: in un momento storico come questo in cui non si può viaggiare in libertà, leggere ti porta sempre altrove migliorando anche le relazioni con la società. Uno degli argomenti più in auge negli ultimi tempi è la gastronomia: il regalo perfetto per questo Natale potrebbe essere un libro sul cibo.

Come scegliere un libro sul food da regalare?

La prima cosa da fare quando si deve regalare un libro è carpire gli interessi di chi lo riceverà. Il mondo food e del cibo in generale è molto ampio e fortunatamente è un argomento che può essere trattato su più fronti. Una volta capito l’argomento di interesse al resto ci pensiamo noi: abbiamo selezionato per voi i migliori libri nel mondo della gastronomia da poter regalare a Natale, con una attenta divisone per interesse e argomento. Ecco a voi 10 libri sul mondo food da acquistare per regalare o tenere a portata di mano per uno splendido "autoregalo".

1. Cucina botanica – Carlotta Perego

Come adattare la vita di tutti i giorni, frenetica e incontrollabile, a una alimentazione vegetale e innovativa? Ce lo spiega Carlotta Perego nel suo libro “Cucina Botanica”. Una vera e propria mappa per orientarsi nel mondo della cucina vegetale con consapevolezza. Un manuale capace di indirizzarci su come organizzare il menu settimanale e la spesa. Tante ricette originali che seguono i gusti di tutta la famiglia rispettando le varie stagionalità: ogni periodo dell’anno ha il suo raccolto e su quello bisogna concentrarsi. Sicuramente un modo diverso per approcciarsi al mondo vegetale anche per gli amanti del cibo animale.

2. La grammatica dei sapori – Niki Segnit

Il focus principale di questo libro è permettere a chiunque di avere gli strumenti giusti per imparare a padroneggiare con abilità un nuovo linguaggio: quello dalla cucina. Pensate che gusto e sapore siano la stessa cosa? Niki Segnit ci spiega come questi siano totalmente differenti: il gusto ha cinque realtà certe (dolce, salato, amaro, aspro e umami) che agiscono tramite lingua ed interno della bocca; il sapore invece ha un aspetto totalmente soggettivo che varia di persona in persona rendendo particolare ogni ingrediente in base a chi lo accosta al proprio naso. Avete mai provato a mangiare qualcosa con il naso tappato? Nel libro si parte da 99 ingredienti sviluppando 900 diversi accostamenti con lo scopo di dimostrare che, tirando fuori il meglio da ogni abbinamento, si riescono ad assaporare dei risultati più appaganti che presi singolarmente. Un testo che arricchirà notevolmente le vostre competenze tecniche, e non solo, sulla cucina.

3. Il pane è Oro – Massimo Bottura & friends

La lotta contro lo spreco alimentare è diventato oggetto quotidiano di uno spaccato sociale che mira sempre più alla sostenibilità etica ambientale. Uno dei principali testimonial di questo vero e proprio movimento è sicuramente Massimo Bottura. Il suo “Il Pane è Oro” è un vero vademecum su come trasformare ingredienti umili in piatti straordinari. Una raccolta di 150 ricette che propongono menu di 3 portate creati dai più grandi chef al mondo: Alain Ducasse, Carlo Cracco, Davide Oldani, René Redzepi e Ferran Adrià. Il lavoro dello chef Bottura è stato portato alla ribalta del grande pubblico attraverso le sue mense e i refettori che, giorno dopo giorno, danno da mangiare ai tanti meno fortunati attraverso l’esubero del cibo dei supermercati e altri fornitori locali.

4. Social Food Photography – Vatinee Suvimol

La storia di Vatinee Suvimol è affascinante, la prima donna di origine tailandese a diventare avvocato in Italia, food blogger da oltre 10 anni, quando non era ancora una moda percorrere questa strada e i diari on line erano racconti genuini. È una bravissima fotografa specializzata in food e il suo stile fatto di toni tenui, romanticismo e luce naturale, è sempre riconoscibile. Con questo libro offre i suoi segreti a chiunque voglia cimentarsi nel raccontare i piatti attraverso le foto. Interessante il capitolo dedicato a quanto si può fare con il solo uso del cellulare e molto utili i tanti consigli per creare una pagina instagram bella e coinvolgente. Imperdibile la parte in cui ci spiegherà come organizzare con poco bellissimi set fotografici.

5. La pizza napoletana – Enzo Coccia

Il nome completo è "La pizza napoletana… più di una Notizia scientifica sul processo di lavorazione artigianale": è un vero saggio scientifico su una preparazione così preziosa e celebre come la pizza napoletana. Enzo Coccia, uno dei massimi rappresentanti fra i pizzaioli partenopei e fondare della pizzeria La Notizia, ha deciso di mettere insieme l‘aspetto socio culturale con il metodo dell'indagine scientifica: l'ha fatto con questa opera scritta insieme con Paolo Masi, ordinario di ingegneria dei processi alimentari presso l’università di Napoli Federico II, e Annalisa Romano, ricercatrice di scienze e tecnologie alimentari. Un libro unico nel suo genere e diverso da tutti gli altri che si concentrano sul medesimo focus: perché la cucina, e ancora di più l'arte dell'impasto e della lievitazione, sono, prima ancora che emozione e appagamento, soprattutto scienza.

6. 100 piatti da assaggiare una volta nella vita – Lorenzo Sandano

Non poteva mancare un libro di un critico gastronomico che sa come raccontare la cucina italiana: si tratta di Lorenzo Sandano, affacciatosi giovanissimo sul mondo del fine dining e ormai punto di riferimento per i tanti foodies alla ricerca di emozioni gastronomiche. "100 piatti da assaggiare una volta nella vita" è una guida gastronomico – narrativa alla scoperta di ricette preziose della cucina italiana attraverso una scrittura viva e passionale, che rende ogni piatto un vero e proprio viaggio nell'immaginario dell'autore. Ad accompagare i piatti raccontati una playlist musicale a cura di Sandano, che aggiunge ulteriore emozione alla narrazione, così come lo fanno le bellissime foto del food photographer Alberto Blasetti.

7. Ricette rubate per artigiani, sognatori e startupper – Forno Brisa

Uscito da pochissimo il primo libro di Forno Brisa, la "hardcore bakery" bolognese, come amano chiamare il loro locale questi "ex ragazzi" ormai punto di riferimento solido per i lievitati, dalla pizza al pane, con interessanti incursioni nel mondo del panettone. Non si tratta di ricette, ma del racconto di ciò che il forno di Bologna ha imparato dai suoi tanti ispiratori: "Questo libro contiene idee, valori e principi presi da altri, che abbiamo sentito l'urgenza di scrivere e tramandare", hanno spiegato gli autori. Nato dalla collaborazione tra Forno Brisa e Cook_inc. è un compendio di idee, valori e spunti per tutti coloro che vogliono fare impresa nel mondo del food, seguendo allo stesso tempo le proprie passioni.

8. Scarti d’Italia – Valentina Raffaelli e Luca Boscardin

"Scarti d’Italia" è il racconto dell’avventura culinaria on the road di due giovani designer italiani, da qualche tempo di stanza ad Amsterdam: Valentina Raffaelli e Luca Boscardin. Un viaggio straordinario di 10 mesi e 9.000 km a bordo di Big Blue – furgone camperizzato un pò casa e un pò ufficio – costeggiando il mare o percorrendo minuscole stradine montane di un’Italia bellissima. Muovendo tra città e piccoli borghi hanno cucinato, disegnato e fotografato, vissuto comunità e registrato esperienze dalla viva voce di cuochi e artigiani del gusto, riscoprendo ricette della tradizione e le pratiche gastronomiche più autentiche legate al quinto quarto. Uno studio su ciò che mangiamo e sprechiamo, che pone una profonda riflessione sulla cucina contemporanea e sulla sua connotazione etica e sostenibile.

9. La mia vita… a cascata – Peppe di Napoli

Chi è Peppe Di Napoli e perché leggere il suo libro? È il proprietario di una pescheria di quartiere a Napoli diventato una vera e propria “star” del web grazie al suo carisma e alla sua semplicità. Uno chef che ha mostrato grandi doti comunicative che gli hanno permesso di riscuotere un grande consenso dal pubblico a casa: "Un incredibile fenomeno mediatico, attualmente in crescita, grazie alla sua simpatia e alla sua genuinità ma anche al talento come chef” scrive Simone Rugiati, autore della prefezione di “un libro che racconta la storia di uno chef e del suo successo”. La narrazione dei momenti più salienti della sua vita, in collaborazione con la giornalista Laura Guerra, arricchita da tante gustose ricette di mare da fare a casa per gli amici o la famiglia.

10. CBT – Cottura a Bassa Temperatura – Alberto Citterio

La parola “roner”, un tempo non troppo lontano, era come si dice in gergo “arabo”. Entrato piano piano nel linguaggio comune è diventato un vero e proprio “must have” di tutti gli appassionati culinari. Quindi, dalle grandi cucine, si è fatto strada in quelle di tutte quelle persone che amano sperimentare nuovi metodi di cottura che permettono all’alimento di non subire troppe variazioni in termini di gusto e mantenimento delle proprietà organolettiche. Conoscete qualcuno che ama cimentarsi in tecniche alternative di cucina? "CBT – Cottura a bassa temperatura" è il miglior regalo che potreste fargli. Circa 20 ricette base su come attuare la cottura a bassa temperatura e 100 ricette di piatti pronti da portare a tavola.

11. Il gourmet cena sempre due volte – Enrico Pandiani

Una lettura leggera ed appassionante per questo romanzo poliziesco tutto da gustare. La bella cuoca Ami è scomparsa e Monsieur Pélardon inizia a cercarla disperatamente nella stupenda Parigi. Spetta a due improvvisati investigatori – amanti gourmet – trovarla. Fra le voci che si trovi in clinica e il suo voler abbandonare la gastronomia, Bamalou e Mamirolle, setacceranno tutti i bistrot della città cui Ami era solita frequentare, costrudendo una mappa gustosa della città famosa per avere una delle cucine più buone al mondo. Una storia appassionante che si concluderà in maniera inaspettata con un susseguirsi di eventi simpatici ricchi di colpi di scena.

12. Formaggi fatti in casa – Manuela Vanni

Esiste un momento in cui ognuno di noi decide di voler tornare un po’ alle origini cimentandosi in cose che apparentemente sembrano quasi impossibili. Di fatto, però, sono molto semplici, basta seguire i giusti accorgimenti: per questo è importante leggere il manuale di Manuela Vanni su come fare i formaggi in casa. L’emozione che si prova nel vedere del latte trasformarsi è indescrivibile. Un libro semplice, scritto bene, che ti guida passo dopo passo – con step fotografici – nella realizzazione di diversi tipi di formaggi.