video suggerito
video suggerito
10 Maggio 2024 11:17

Le coltivazioni di cacao e anacardi stanno causando la deforestazione dell’Africa

Secondo una ricerca dell'Università di Wageningen nei Paesi Bassi le colture destinate al mercato come cacao, palma da olio, anacardi sono tra i fattori principali della deforestazione del continente.

35
Immagine

Il cibo contribuisce enormemente alla vita del pianeta Terra, anche se non ce ne accorgiamo. È ormai chiaro a tutti il ruolo dell'industria della carne nella deforestazione dell'Amazzonia ma una nuova ricerca dell'Università di Wageningen nei Paesi Bassi pone l'accento anche su ciò che sta accadendo in Africa: le colture destinate al mercato come cacaopalma da olioanacardi sono tra i fattori principali della deforestazione del continente.

Stiamo uccidendo un pianeta per egoismo

L'Africa ha perso quasi 4 milioni di ettari di copertura arborea negli ultimi tre anni a causa di queste colture, un disastro naturale di proporzioni immense. La ricerca, riportata dal Gambero Rosso, evidenzia come gli anacardi in particolare stiano occupando sempre di più le foreste secche dell'Africa Occidentale e Sud-orientale, le colture su larga scala si espandono fino in Nigeria e Zambia. Il problema è molto serio perché le foreste africane rappresentano il 14% della superficie forestale mondiale: se le perdiamo potremmo andare incontro a conseguenze inimmaginabili.

Immagine

I ricercatori chiedono interventi all'Unione Europea: vogliono che le aziende importatrici di cacao, anacardi, olio di palma e albero della gomma (da cui si ricava il caucciù) si assicurino che i coltivatori rispettino il benessere ambientale delle colture.

In realtà l'Ue sta già applicando questi consigli grazie alla "Regolamentazione UE sulla Deforestazione", un'iniziativa che mira a garantire che i prodotti importati (alimentari e non) non siano responsabili della deforestazione del pianeta. Il problema sono come al solito i controlli: ci vuole più attenzione dai singoli governi nell'applicare questo tipo di osservazione anche perché, conclude la ricerca, le impronte della deforestazione sono rimaste invariate dal 2000 e a questo punto della nostra storia avremmo già dovuto risolvere il problema per sopravvivere. Le nostre scelte alimentari incidono tantissimo sulla salute del pianeta. Come dice il grande pizzaiolo Gabriele Bonci: "Mangiare è un atto agricolo".

Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
api url views