Molto amato nei paesi anglosassoni dove viene consumato come bevanda o per preparare dolci golosi, il latticello è un prodotto caseario, uno "scarto magro" ottenuto dalla fermentazione della panna. La caratteristica principale del latticello è la sua nota leggermente acidula, la sua consistenza liquida e il suo basso contenuto calorico. Spesso utilizzato come sostitutivo del latte, il latticello permette di portare in tavola preparazione dolci e salate incredibilmente soffici e ricche di gusto: vediamo tutto quello che c'è da sapere e come farlo in casa in poche e semplici mosse.

Cos'è il latticello

Anche detto buttermilk o buttermich, il latticello è uno scarto della parte grassa del burro: ha una consistenza liquida e un colore bianco latte, è privo di grassi e povero di calorie, ricco di fermenti e con un discreto contenuto di lattosio, qualità che lo rende inadatto a chi soffre di allergie o intolleranze. Il latticello è quindi la parte liquida e priva di grassi derivante dalla fermentazione della panna e dal processo di coagulazione della caseina: se anticamente si otteneva lasciando la panna a fermentare a temperatura ambiente, oggi a livello industriale viene inducendo attraverso l'azione di alcuni batteri, la fermentazione del lattosio. Nei paesi anglosassoni e nordeuropei, il latticello viene consumato come bevanda o come ingrediente in preparazioni dolci e salate (da provare il pollo fritto marinato nel latticello).

Come fare il latticello in casa

Nella tradizione culinaria italiana il latticello è ancora poco conosciuto e utilizzato e, per questo motivo, non è facilmente reperibile se non in specifici negozi che trattano ingredienti provenienti da altri paesi; l'idea migliore è quindi farlo in casa, lavorando la panna o lo yogurt.

  • Latticello con la panna: per ottenere circa 90 grammi di latticello, versate 250 gr di panna fresca liquida in una ciotola pulita e lavoratela con le fruste elettriche per circa 20 minuti, fino a quando sarà diventata solida e si sarà "smontata". A questo punto prendete la parte grassa e solida e passatela in un colino a maglie strette, in questo modo otterrete il latticello, la parte liquida filtrata. La parte solida potete utilizzarla come un panetto di burro fatto in casa, da consumare entro 1 o 2 giorni.
  • Latticello con lo yogurt: in una ciotola unite 60 gr di yogurt bianco magro e 60 gr di latte scremato, unite un cucchiaino di succo di limone filtrato e mescolate, lasciate quindi riposare per 15 minuti; una volta ottenuto un composto omogeneo, il vostro latticello sarà pronto per essere utilizzato.